Advertisement
skip to Main Content

Come si elettrizzerà la cinese Faw in Italia sulle auto

Faw

Nasce la joint venture tra la cinese Faw e l’italiana Silk Ev, per produrre auto elettriche di alta gamma nella Motor Valley italiana, in Emilia-Romagna

 

Auto elettriche di alta gamma. Faw, il più grande produttore di auto cinese, e Silk Ev, azienda specializzata nell’ingegneria e nel design di auto, rafforzano la collaborazione e sono pronte al lancio di una joint venture per produrre auto elettriche di alta gamma nella Motor Valley italiana, in Emilia-Romagna.

L’ACCORDO FAW-SILK EV

La cinese Faw, che conta 4 milioni di veicoli venduti in Cina, è nella classifica Fortune 100 con 90 miliardi di dollari di fatturato, e che in queste settimane corteggia Iveco, avvierà, in collaborazione con Silk Ev, una produzione di auto elettriche e plug-in. Attualmente il progetto prevede oltre 1 miliardo di euro di investimenti.

LA JOINT VENTURE FAW – SILK EV

La due aziende uniranno le proprie forze in un Joint venture che sarà operativa nella Motor Valley, in Emilia-Romagna, come annunciato nei giorni scorsi in un incontro tra Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, il presidente di FAW, Xu Liuping, e il presidente di Silk EV, Jonathan Krane.

LA PRODUZIONE ITALO-CINESE

Se la progettazione avverrà, nella sua totalità, in Italia, la produzione su larga scala è programmata sia nella Motor Valley, sia a Changchun, in Cina. E proprio in Cina le vetture verranno vendute con il marchio Hongqi (non c’è un marchio, ancora, per il resto del mondo).

WALTER DE SILVA PER IL DESIGN

E’ stato deciso, invece, chi si occuperà del design delle nuove vetture. Sarà Walter de Silva, scrive il Corriere della Sera, il responsabile dello stile di queste super car.

“Lo scorso anno mi hanno chiamato presentandomi il progetto e un piano prodotto articolato su 4 modelli, la cui ingegnerizzazione e i test dovevano essere effettuati presso la galleria del vento di Dallara Automobili che sarà coinvolta sia per la piattaforma che per l’aerodinamica. Mi è parso immediatamente un segnale di serietà e di massima efficienza”, ha raccontato de Silva.

SQUADRA IN FORMAZIONE PER JOINT VENTURE FAW – SILK EV

E lo stesso De Silva racconta anche che è in formazione la squadra di lavoro, che con molta probabilità sarà costituita dal 90% da italiani, comprendendo nomi importanti del settore, che non possono ancora essere annunciati.

NUOVA LINFA VITALE ALLA MOTOR VALLEY?

Che la nuova Joint venture rappresenti nuova linfa vitale per la Motor Valler? L’accordo è “un nuovo colpo per la Motor Valley, un distretto industriale che già oggi conta 16.500 aziende e oltre 90mila addetti del settore motori, con 16 miliardi di fatturato annuo e un export di 7 miliardi”, scrive Repubblica, ricordando che in quella valle vengono prodotti modelli esportati in tutto il mondo, come Automobili Lamborghini, Dallara, Ducati, Ferrari, Haas, Magneti Marelli, Maserati, Pagani e Toro Rosso.

FAW VUOLE IVECO

La cinese guarda all’Italia non solo per le auto elettriche. Faw ha messo sul piatto fino a 3,5 miliardi di euro per acquistare le attività di Iveco. Acquisto, però, osteggiato da maggioranza ed opposizione del Governo Conte Bis.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore