skip to Main Content
ads

Tutte le mire cinesi sui porti del Perù

Perù

L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

La politica di proiezione di potenza cinese in America latina prosegue incessantemente, come dimostra il fatto che in Perù la Cina è riuscita a porre in essere il primo hub logistico affidato naturalmente alla compagnia Cosco.

Sottolineare che il Perù si trovi nel Pacifico e quindi svolga un ruolo strategico fondamentale per la politica cinese dell’Indo-Pacifico credo sia superfluo; meno scontato il fatto che la Cina abbia firmato un accordo con la compagnia peruviana Volcan Compania Minera per l’estrazione mineraria. Ciò sta a dimostrare ancora una volta come la Cina abbia una fame inesauribile di terre rare e risorse minerarie.

Grazie a questo hub logistico – che sarà il porto di Chancay – la Cina potrà fare arrivare le sue merci in Sudamerica e gli investimenti che sono stati fatti – che si aggirano intorno ai 3 miliardi di dollari – consentiranno alla Cina di consolidare i suoi legami con Lima. I due uomini chiave peruviani che hanno consentito non solo questo accordo, ma anche la penetrazione cinese in Perù, sono l ‘ex comandante della Marina Gonzalo Rios Polastri e l’ammiraglio Carlos Tejada Mera e Jason Guillen.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore