Mobilità

Tesla Model 3: boom di ordini per l’auto elettrica

di

Tesla Model 3

Tesla Model 3 ha già conquistato il pubblico fatto registrare un boom di ordini, con file fuori dai negozi che ricordano molto il fenomeno Apple

L’auto elettrica Tesla Model 3, presentata al pubblico solo poche ore fa, ha già fatto registrare un boom di prenotazioni. Un risultato davvero importante, che potrebbe incentivare lo sviluppo della mobilità sostenibile.

Tesla Model 3: com’è l’auto elettrica low cost?

E’ low cost, appunto. Una delle novità più importanti del nuovo modello elettrico di Tesla è il prezzo. Il listino partirà da 35.000 dollari (circa 31.000 euro): un costo davvero ‘piccolo’ per una Tesla, se si pensa che la Model S più economica costa 80.000 euro e che la Nissan Leaf, l’elettrica più venduta nel mondo e che vanta un’autonomia di 135 km (contro i 364 Km di Model 3), in America costa 29.000 dollari, nella versione base.

Tesla Model 3 è la nostra prima elettrica di massa. Siamo partiti con la Roadster, un modello costoso e di bassa diffusione, per dimostrare che si possono fare elettriche grandiose. Poi con la diffusione della Model S e della Model X abbiamo raccolto il denaro necessario a sviluppare il modello più abbordabile”, ha raccontato Elon Musk, fondatore della casa automobilistica.

Nonostante un prezzo basso, la Model 3 promette affidabilità, eleganze e guida piacevole: linee pulite, corpo vettura compatto e tetto in vetro. Il modello base accelera da 0 a 60 miglia all’ora (0-96 km/h), in meno di 6 secondi, è predisposta per la carica veloce ed equipaggiata con l’hardware Autopilot, per la configurazione della guida autonoma.

Model 3

Boom di ordini per la nuova Tesla Model 3

“Il numero totale di ordini per la Model 3 nelle ultime 24 ore ha superato quota 115 mila“, ha rivelato lo stesso Musk durante l’affollata cerimonia di presentazione dell’auto, che sarà disponibile sul mercato nei prossimi mesi. Numeri davvero alti: in un solo giorno, Tesla ha registrato un numero di ordini sufficienti già a coprire oltre il 25% dell’obiettivo di produzione al 2020, pari a 500 mila auto.

Si tratta, come già accennato, di un risultato importante per il settore della mobilità elettrica, un settore ancora di nicchia (anche per i prezzi alti delle vetture).

“Questa deve essere stata la prima volta nella storia dell’industria automobilistica in cui si sono viste file di persone in attesa di effettuare un ordine per un auto che non sarà disponibile per oltre un anno (…) è il genere di scalpore al quale si assiste per i film di Guerre Stellari o per i nuovi iPhone”, ha commentato Jessica Caldwell del sito specializzato Edmunds.com.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati