Advertisement skip to Main Content

Leonardo Elicottero Regno Unito

Airbus, Leonardo e Sikorsky, come procede la gara per il nuovo elicottero militare del Regno Unito

Il Regno Unito ha ridotto il programma New Medium Helicopter: l'acquisto di nuovi elicotteri militari passa da 44 a 35 velivoli al massimo, in gara l’italiano Leonardo AW149, l'H175M del consorzio composto da Airbus con Boeing e l’S-70M Black Hawk di Sikorsky (Lockheed Martin).

Si rimpicciolisce il programma per il nuovo elicottero militare del Regno Unito.

Il Ministero della Difesa britannico (MoD) ha deciso di ridurre drasticamente il numero di velivoli che saranno acquisiti nell’ambito del programma New Medium Helicopter (NMH) da 1 miliardo di sterline (1,3 miliardi di dollari) a un massimo di 35 unità.

“Hanno detto tra 25 e 35 [velivoli], guarda cosa puoi fare nell’industria”, ha riferito Lenny Brown, ceo di Airbus Helicopters UK, in un’intervista a Breaking Defense in occasione del Royal International Air Tattoo, il salone aeronautico che si è tenuto a Fairford, nel Regno Unito, dal 14 al 16 luglio.

Nel 2022 il Regno Unito ha lanciato ufficialmente il programma New Medium Helicopter (Nmh) per l’acquisto di nuovi elicotteri militari per sostituire la flotta di 23 Puma HC2 della Royal Air Force più altri tre modelli di elicotteri entro la metà del decennio. Un limite massimo di 44 aeromobili era stato originariamente fissato nel novembre 2021, ma i problemi di finanziamento hanno portato a un obiettivo molto più basso.

“È una sorta di miglior sforzo con i finanziamenti disponibili” ha commentato il ceo di Airbus Helicopters UK. Nella competizione per il nuovo elicottero militare inglese, il colosso franco-tedesco Airbus gareggia con l’H175M in consorzio con l’americana Boeing (entrata da poco nel team), insieme a Babcock International e le attività di Spirit AeroSystems nell’Irlanda del Nord.

Il consorzio Task Force H175M è in competizione con le offerte rivali: l’Aw149 dell’italiana Leonardo, ben posizionato secondo gli analisti del settore e l’UH-60/S-70i Black Hawk di Sikorsky, società del gruppo Lockheed Martin, costruito in Polonia.

Il Regno Unito deve ancora confermare quando avverrà l’aggiudicazione di un contratto di produzione o una data di entrata in servizio per l’NMH.

Tutti i dettagli.

LA GARA DEL REGNO UNITO NMH PER IL NUOVO ELICOTTERO MILITARE

Nel marzo 2021, il ministro della Difesa britannico ha confermato che la Royal Air Force avrebbe ritirato la sua flotta di 23 elicotteri Puma, costruiti all’inizio degli anni ’70. Sarà necessaria una nuova flotta di elicotteri.

Il Ministero della Difesa del Regno Unito ha lanciato il programma NMH lo scorso maggio prevendo l’acquisto fino a 44 elicotteri commerciali/militari pronti all’uso con l’entrata in servizio iniziale prevista originariamente per gennaio 2025.

Il programma New Medium Helicopter “fornirà un elicottero multiruolo di medio peso, dotato di equipaggiamento specializzato per diversi ruoli di missione e in grado di operare in tutti gli ambienti a supporto delle attività della difesa”. Inoltre la durata del contratto è prevista per sette anni “ma sarà determinata dal programma di produzione concordato che rifletterà la capacità del fornitore di completare la consegna degli aeromobili e una prima fase di supporto”.

Tuttavia, una serie di ritardi nel processo di appalto hanno portato a una fase di invito a negoziare (ITN), inizialmente prevista per il primo trimestre del 2023, spostata a entro la fine dell’anno. E il numero di velivoli richiesti è stato quindi ridotto da 44 a 25/35 al massimo.

LA TABELLA DI MARCIA

La nuova fase, che definirà requisiti e costi completi, avverrà solo “al più presto” nel settembre di quest’anno, ha aggiunto a Breaking Defense il numero uno di Airbus Helicopters Uk.

“Non abbiamo visto i requisiti di formazione e c’è un’intera pletora di capitoli diversi che devono ancora arrivare, ma il Ministero della Difesa è stato il migliore possibile nel fornirci informazioni”, ha affermato il ceo. Brown ha spiegato che una serie di requisiti iniziali basati su “capacità, prestazioni e supporto tecnico” sono stati, tuttavia, delineati all’industria dal Ministero della Difesa.

I PIANI DI AIRBUS

Se selezionata, Airbus prevede di creare una linea di produzione di elicotteri H175M a Broughton, nel Galles, dove attualmente produce ali per aerei di linea commerciali A380. Airbus spera che un accordo con il Regno Unito possa aprire la strada alle vendite di esportazione dell’H175M, con un mercato di circa 500 “piattaforme in paesi specifici” di interesse, secondo Brown.

“Ci sono già segnali di domanda provenienti da alcuni di loro”, ha spiegato a Breaking Defense, senza menzionare le singole nazioni.

PER BATTERE I RIVALI LEONARDO E LOCKHEED MARTIN

Ma il consorzio guidato da Airbus con il rivale Boeing dovrà battere la concorrenza del’Aw149 di Leonardo, ben posizionato secondo gli analisti del settore e l’S-70M Black Hawk di Sikorsky, società del gruppo Lockheed Martin, costruito in Polonia, con la collaborazione di aziende britanniche coinvolte nella produzione, addestramento e supporto per tutta la vita.

Leonardo UK, che possiede l’unica fabbrica di elicotteri esistente in Gran Bretagna a Yeovil, nel Somerset, ha promesso di costruire una nuova linea nel sito e di introdurre competenze di produzione digitale come parte di un programma di investimenti da 1 miliardo di sterline.

Tuttavia, una linea di produzione separata rimarrebbe presso lo stabilimento di Leonardo Helicopters a Vergiate, in Italia, per servire contratti selezionati.

Back To Top