skip to Main Content
ads

Leonardo in pole con l’Aw149 nella gara del Regno Unito

Leonardo Aw149

Leonardo è in corsa con l’elicottero AW149 per il programma New Medium Helicopter (NMH) del Regno Unito da 1,2 miliardi di sterline. Tutti i dettagli

 

Leonardo scalda i motori del suo Aw149 per aggiudicarsi la gara del Ministero della Difesa britannico.

Il Regno Unito lancia ufficialmente il programma New Medium Helicopter (Nmh) per l’acquisto di nuovi elicotteri militari per sostituire la flotta di 23 Puma HC2 della Royal Air Force più altri tre modelli di elicotteri entro la metà del decennio.

Il 18 maggio il ministero della Difesa ha pubblicato il bando di gara per acquisire fino a 44 nuovi velivoli ad ala rotante. I contendenti hanno tempo fino al 20 giugno per inviare le loro proposte.

Si entra così nella fase di approvvigionamento del programma Nmh dall’annuncio nel marzo 2021.

Leonardo Helicopters spera di ottenere l’accordo promuovendo la fabbricazione degli elicotteri a Yeovil in Gran Bretagna. L’anno scorso il gruppo guidato da Alessandro Profumo si è impegnato a investire in una nuova linea di produzione nel Somerset se la difesa britannica dovesse scegliere i suoi nuovi elicotteri AW149.

“Con una catena di fornitura attiva già in atto per l’AW149, Leonardo Helicopters UK sarebbe in grado di consegnare alla RAF un elicottero militare pronto all’uso in meno di 24 mesi dalla data del contratto” sottolinea Aviation Report.

Il  contratto vale 1,2 miliardi di sterline (oltre 1 miliardo di euro).

Tutti i dettagli.

IL PROGRAMMA NMH DEL REGNO UNITO

Nel marzo 2021, il ministro della Difesa britannico ha confermato che la Royal Air Force ritirerà la sua flotta di 23 elicotteri Puma, costruiti all’inizio degli anni ’70. Sarà necessaria una nuova flotta di elicotteri.

Il programma New Medium Helicopter “fornirà un elicottero multiruolo di medio peso, dotato di equipaggiamento specializzato per diversi ruoli di missione e in grado di operare in tutti gli ambienti a supporto delle attività della difesa”. Inoltre, la durata del contratto è prevista per sette anni “ma sarà determinata dal programma di produzione concordato che rifletterà la capacità del fornitore di completare la consegna degli aeromobili e una prima fase di supporto”.

I RIVALI

Se l’Aw149 di Leonardo è ben posizionato secondo gli analisti del settore dovrà comunque battere la concorrenza dell’Airbus H175 M e l’UH-60/S-70i Black Hawk di Sikorsky, società del gruppo Lockheed Martin, costruito in Polonia.

Anche Airbus si è impegnato a costruire una catena di montaggio finale a Broughton, nel Galles settentrionale, dove produce già ali per aerei commerciali.

La rivista di settore Flight Global riporta che è probabile che anche la britannica AceHawk Aerospace faccia un’offerta, così come potenzialmente Bell e Boeing.

LE PREVISIONI DI LEONARDO

“Se il Ministero della Difesa britannico acquista l’elicottero, sarà di grande supporto per ulteriori opportunità di esportazione”, aveva dichiarato Nick Whitney, amministratore delegato di Leonardo Helicopters UK, durante un evento pre-Dsei lo scorso settembre.

Tra l’altro, ha stimato che il mercato globale per l’AW149 sia di circa 500 velivoli.

Leonardo conta anche di spostare la linea di produzione dell’AW149 nello stabilimento di Yeovil dell’azienda nel sud-ovest dell’Inghilterra. Tuttavia, una linea di produzione separata rimarrebbe presso lo stabilimento di Leonardo Helicopters a Vergiate, in Italia, per servire contratti selezionati.

Infine, l’ex Finmeccanica ha osservato come “l’AW149 soddisfi i requisiti di un elicottero medio multiruolo economico, collaudato e multimissione. Leonardo ha una catena di fornitura attiva di AW149 e quindi è in grado di consegnare aerei in meno di 24 mesi, prima dell’attuale data di uscita dal servizio del Puma 2025”.

I PAESI CHE HANNO GIÀ SCELTO L’AW149

Ad oggi, l’AW149 ha ottenuto solo due clienti: l’Egitto con 24 esemplari (qui l’approfondimento di Start sulla commessa egiziana), e la Thailandia, con 5.

LE CARATTERISTICHE DELL’ELICOTTERO MILITARE DI LEONARDO

L’AW149 è progettato per svolgere le missioni più diverse — si legge sul sito di Leonardo —, quali trasporto truppe; rifornimento/trasporto carichi; evacuazione medica e recupero personale; ricerca e soccorso (SAR); combattimento; operazioni delle forze speciali; supporto aereo ravvicinato/scorta armata; comando e controllo e infine intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR).

IL COMMENTO DI BANCA AKROS

“Secondo le nostre fonti, il contratto dovrebbe essere aggiudicato nel 2023”, segnalano gli analisti di Banca Akros, riporta Milano Finanza.

L’aggiudicazione di questo contratto non è imminente, visto che, appunto, dovrebbe avvenire il prossimo anno, ma “ci sono almeno un altro paio di contratti interessanti forse più vicini nel tempo: quello per la fornitura all’esercito brasiliano di un veicolo corazzato da combattimento: Centauro II del valore di 2 miliardi di euro, previsto per luglio, e il contratto per la vendita al Bangladesh di 16 jet Eurofighter al costo di 2,5/3 miliardi di euro, in questo caso i tempi non sono chiari, ma una decisione forse è imminente”, ha indicato Banca Akros.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore