.Smart City / Mobilità, Mobilità

Corea del Sud 2017, nasce Songdo la smart city che lascerà tutti senza fiato

di

Ma vogliamo vedere quale può essere una declinazione vera di smart city? Partiamo da un esempio, futuristico (che non è l’unico modo di declinare una smart city): andiamo a 60 km da Seul a Songdo. La Corea del Sud ha avuto storicamente un rapporto stretto con l’alta tecnologia e per questo pensare e progettare, come stanno facendo liggiù, una smart city non dovrebbe essere qualcosa lontano dalla mentalità dei coreani, ma non solo.

Il progetto è un progetto internazionale e costituisce il più grande esperimento di ubiquitous computing city del mondo con sensori sparsi in tutta la città, nelle abitazioni private, lungo la rete elettrica. Il progetto è capeggiato dalla newyorkese Gale International e costerà la bellezza di 35 miliardi di dollari, come possiamo leggere sul sito ufficiale della Songdo International Business District. Il progetto punta a fare di questa immaginifica città-polo un hub di attrazione per tutto il business del Nord Est Asia.

Questo polo-hub cittadino verrà gestito dalle informazioni, saranno queste ultime il “potere sovrano” pre costituito della smart city sudcoreana che punta a diventare un esempio di città-regione-punto di riferimento di un’area. Automazioni, informazioni, big data governeranno la città avvenieristica di Songdo. Per esempio telelcamere che registrano la presenza di pedoni e regolano l’accensione della luce pubblica solo quando serve; dispositivi radio sulle targhe delle automobili per dare dati in tempo reale sul traffico. E poi una rete elettrica che può comunicare (grazie all’aiuto di internet of things) con gli elettrodomestici per regolare i consumi e ridurre gli sprechi. Impronte digitali al posto delle vecchie serrature; applicazioni mobili dislocate negli spazi pubblici.

Songdo sarà a basso impatto ambientale, userà gas naturale, emetterà due terzi di gas serra in meno, utilizzerà poca elettricità e poca acqua, ogni palazzo sarà dotato di sistema di riciclo interno delle acque di scolo; avrà più di un parco e canali sul fiume che richiamano qualche motivo veneziano.

La città di Songdo quando sarà pronta potrà ospitare circa 64 mila abitanti e 300 mila pendolari. Il taglio del nastro di questa smart city che si propone come hau vero e proprio è previsto per il 2017. C’è tempo per fare il biglietto aereo ed assistere ad un evento epocale per il modo di vivere e abitare una città.

 

Perchè noi di StartMag pensiamo che la smart city sia una delle 6 rivoluzioni che cambieranno il futuro. Vedi la nostra infografica animata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati