Salute e ricerca

Ecco come la tedesca Biontech brinda in Borsa per i conti vaccinati

di

Biontech

Biontech cresce in Borsa grazie all’aumento dei ricavi del primo trimestre dovuti ai vaccini anti Covid

 

Exploit Biontech in Borsa a Francoforte dopo i conti del primo trimestre e l’ordine di vaccini dell’Ue per 1,8 miliardi di dosi annunciato sabato scorso.

In forte crescita i ricavi, passati da 27,78 milioni a 2,08 miliardi di euro, con un utile netto di 1,12 miliardi.

L’aumento è dovuto principalmente al rapido aumento dell’offerta di vaccino Covid-19 in tutto il mondo.

Oltre ai risultati trimestrali, lunedì 10 maggio il gruppo ha annunciato che si stava espandendo in Asia con una nuova sede regionale a Singapore.

Il titolo sale del 10,04% a 164,4 euro. Le azioni sono state sotto pressione — in calo di oltre il 12% dall’inizio della scorsa settimana — a causa del piano del presidente Usa Biden di rinunciare temporaneamente ai diritti di brevetto per i vaccini anti-Covid.

Tutti i dettagli sui risultati della società tedesca fondata dalla coppia di scienziati Sahin e Tureci.

I CONTI DI BIONTECH

La società farmaceutica tedesca ha registrato un utile di 1,13 miliardi di euro nel trimestre, o 4,39 euro per azione, rispetto a una perdita netta di 53,4 milioni nello stesso periodo nel 2020.

RICAVI IN AUMENTO GRAZIE ALLE VENDITE DI PFIZER PER IL VACCINO

Il fatturato si attesta a 2,05 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 27,7 milioni del 2020 e superando le aspettative degli analisti di 1,7 miliardi di euro, secondo il consenso di FactSet.

La società con sede a Magonza ha affermato che i suoi ricavi includevano oltre 1,75 miliardi di profitti lordi dalle vendite di vaccini nei territori di Pfizer e quasi 200 milioni dalle vendite ai clienti nella sua regione.

LO  SVILUPPO DEL VACCINO ANTI-COVID

All’inizio dello scorso anno, all’inizio della pandemia, BioNTech è passata dalla ricerca di trattamenti per il cancro allo sviluppo di un vaccino contro Covid-19. Come l’azienda rivale americana Moderna, il vaccino dell’azienda utilizza la tecnologia dell’mRNA per innescare il sistema immunitario del corpo ad attaccare il virus.

SPEDITE 450 MILIONI DI DOSI IN TUTTO IL MONDO

BioNTech ha aggiunto che, a partire dal 6 maggio, con Pfizer ha spedito circa 450 milioni di dosi del vaccino in paesi di tutto il mondo. In prospettiva, la società prevede che le entrate del vaccino Covid-19 raggiungeranno circa 12,4 miliardi alla consegna dei contratti di fornitura per circa 1,8 miliardi di dosi.

SULLA PRODUZIONE DEL VACCINO ANTI-COVID

BioNTech prevede che la capacità di produzione del vaccino raggiungerà i 3 miliardi di dosi entro la fine del 2021 e supererà i 3 miliardi di dosi nel 2022.

Venerdì, BioNTech e Pfizer hanno dichiarato di aver avviato il processo di ricerca della piena approvazione degli Stati Uniti per il loro vaccino COVID-19 in individui di età pari o superiore a 16 anni.

L’EFFICACIA CONTRO LE VARIANTI

Il laboratorio tedesco BioNTech ha affermato di contare sull’efficacia del suo vaccino anti-Covid contro le varianti del coronavirus, considerando che nessuno studio sostiene in questa fase la necessità di una nuova formula. “A oggi, non vi è alcuna indicazione che sia necessario un adattamento dell’attuale vaccino di BioNTech contro le principali varianti emergenti identificate”, si legge in un comunicato. La società ha aggiunto che si sta comunque sviluppando “una strategia globale per affrontare queste varianti se necessario in futuro”.

IL NUOVO ORDINE DALL’UE

Se per il momento la Commissione europea non ha rinnovato il suo contratto per i vaccini sviluppati da AstraZeneca oltre la scadenza dell’attuale intesa, prevista alla fine di giugno, l’esecutivo Ue ha annunciato comunque un nuovo contratto con BioNTech-Pfizer.

Venerdì scorso la Commissione ha riferito che l’Ue ha firmato un nuovo contratto con Pfizer-BioNTech per ricevere 1,8 miliardi di dosi di vaccini Covid-19 per il 2021-2023.

NUOVA SEDE A SINGAPORE PER BIONTECH

Infine, sempre oggi la casa farmaceutica tedesca ha comunicato in una nota l’intenzione di installare una struttura per la produzione del siero a Singapore. La fabbrica nel sud-est asiatico sarebbe in grado di produrre centinaia di milioni di dosi all’anno La costruzione della struttura produttiva e di un quartier generale regionale a Singapore comincerà quest’anno e potrebbe essere operativo entro il 2023.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati