skip to Main Content

Perché lo Sri Lanka chiede aiuto alla Cina sul debito

Sri Lanka

Che cosa succede fra Cina e Sri Lanka.

 

Non può giungere certo inaspettata la notizia, riportata dei principali media internazionali, secondo la quale il presidente dello Sri Lanka, Gotabaya Rajapaksa, ha chiesto alla Cina la ristrutturazione dei suoi prestiti e l’accesso al credito preferenziale durante la visita di Wang Yi nel Paese dell’Asia meridionale.

Al di là della usuale retorica di natura diplomatica tra il ministro degli Esteri cinese e il presidente dello Sri Lanka sui solidi rapporti che legano i due paesi da ben 65 anni, e al fatto che le infrastrutture portuali del Port City di Colombo e del porto di Hambantota sono da entrambe le parti considerati progetti cruciali, il dato da sottolineare è che la cooperazione fra le due nazioni rientra in un’architettura molto più ampia che quella dell’Accordo di partenariato economico globale regionale (RCEP) e l’opportunità che con questo accordo permetterà alla Cina di penetrare sempre di più nel mercato asiatico.

Parlavamo poc’anzi di prestiti erogati dalla Cina allo Sri Lanka: quantificando stiamo parlando di circa 3,38 miliardi di dollari. Infine, non dobbiamo dimenticare quanto sia importante dal punto di vista strategico per la Cina lo Sri Lanka nel contesto dell’Indo-Pacifico.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore