Mondo

Siria e curdi: chi vince, chi perde e chi pareggia con la tregua decisa da Turchia e Usa

di

Portata ed effetti della tregua concordata fra Usa e Turchia sulla Siria. L’opinione di Giuseppe Gagliano

La tregua concordata tra Usa e Turchia – al di là della retorica diplomatica trumpiana – costituisce davvero un successo americano? In verità potrebbe indicare la arrendevolezza statunitense di fronte alla proiezione di potenza turca in Siria in funzione anticurda.

Infatti – ammesso che quanto pattuito venga effettivamente rispettato – Erdogan ha allo stato attuale ottenuto a livello politico il conseguimento di risultati di estrema rilevanza.

In primo luogo ha ottenuto -sempre che la tregua venga rispettata e quanto pattuito con l’alleato americano venga effettivamente posto in essere – il ritiro delle milizie curde dell’Ypg dal confine con la Turchia.

In secondo luogo ha conseguito il ritiro delle sanzioni americane, ritiro che consentirà alla economia turca – nonostante i rilevanti finanziamenti cinesi – di superare almeno in parte la sua crisi attuale.

In terzo luogo Erdogan ha dimostrato – al di là del diritto internazionale – quanto rilevante sia una guerra seppure limitata (almeno allo stato attuale) come strumento di pressione politica per piegare i propri interlocutori e portarli al tavolo delle trattative.

In quarto luogo il consenso interno a livello politico di Erdogan potrebbe consolidarsi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati