skip to Main Content

Tutto su Alireza Akbari, il viceministro giustiziato in Iran con l’accusa di spionaggio

Akbari

L’esecuzione di Alireza Akbari riveste un ruolo molto rilevante nella politica interna dell’Iran: ecco perché. Il punto di Giuseppe Gagliano

 

L’Iran ha annunciato sabato una delle esecuzioni di più alto profilo della sua storia recente, che ha coinvolto Alireza Akbari, vice ministro della difesa della Repubblica islamica negli anni 2000. Akbari, 61 anni, un doppio cittadino iraniano-britannico, è stato giustiziato per impiccagione.

CHI ERA AKBARI

Come funzionario del governo, Akbari era collegato ai riformisti iraniani, che erano particolarmente importanti nei primi anni 2000 durante la presidenza di Mohammad Khatami. È stato vice ministro della difesa sotto il ministro della Difesa Ali Shamkhani (1997-2005), un generale a due stelle. Il generale Shamkhani un arabo iraniano, attualmente presiede il Consiglio supremo di sicurezza nazionale iraniano. È tra i pochi riformisti che oggi rimangono in posizioni di potere in Iran.

Il mandato di Akbari è stato interrotto nel 2005, quando a Khatami è succeduto nella presidenza Mahmoud Ahmadinejad, che ha apportato cambiamenti radicali nell’amministrazione governativa. Dopo essere stato brevemente arrestato dai pro-Ahmadinejad, si è trasferito nel Regno Unito nel 2008 e ha istituito un piccolo ma rispettabile think tank.

“OPERAZIONE DI INGANNO”

Nel 2019 aveva acquisito la cittadinanza britannica ed era attivo nella politica iraniana. Ma in quell’anno è stato invitato a visitare l’Iran da un “senior diplomatico iraniano”, apparentemente per assistere nei negoziati con le potenze occidentali sul programma nucleare iraniano. Avendo precedentemente aiutato nei negoziati internazionali alla conclusione della guerra Iran-Iraq alla fine degli anni ’80, Akbari ha accettato di recarsi a Teheran.

Tuttavia, l’invito faceva parte di ciò che gli iraniani in seguito descrissero come una “operazione di inganno”, che segnò il culmine di un “processo lungo e a più livelli che coinvolgeva il controspionaggio”.

LE ACCUSE DEL REGIME IRANIANO

L’ultima volta che è stato visto in pubblico e quando è stato arrestato all’aeroporto internazionale Imam Khomeini di Teheran. I pubblici ministeri iraniani in seguito hanno descritto Akbari come una “spia chiave” per il servizio di intelligence segreto britannico (MI6). In quel ruolo, hanno affermato, Akbari ha fornito informazioni all’MI6 su quasi 200 funzionari iraniani, per i quali è stato pagato oltre 2 milioni di dollari in diverse valute.

I pubblici ministeri iraniani hanno anche accusato Akbari di aver fornito ai servizi di intelligence avversari informazioni che hanno contribuito a pianificare l’omicidio del dott. Mohsen Fakhrizadeh. Il dott. Fakhrizadeh era un fisico nucleare iraniano assassinato nel 2020 in un sobborgo di Teheran, con l’uso di un dispositivo robotico mobile armato di una mitragliatrice.

La famiglia di Akbari, così come il governo britannico, hanno fermamente respinto le accuse iraniane di spionaggio di Akbari. La scorsa settimana, il servizio in lingua farsi della BBC ha trasmesso un messaggio audio di Akbari, in cui ha affermato di aver subito oltre 3500 ore di interrogatorio e tortura da parte dei suoi rapitori.

Inoltre, gli osservatori iraniani occidentali ed espatriati ritengono che l’esecuzione di Akbari rivesta un ruolo rilevante nella politica iraniana interna, poiché i membri della fazione principale (conservatrice) stanno tentando di indebolire l’influenza del generale Shamkhani nel Consiglio supremo di sicurezza nazionale. C’è preoccupazione tra gli ex colleghi dell’Akbari che la lotta di potere in corso all’interno delle élite di governo del paese possa comportare un’ampliamento della campagna di purghe contro gli elementi riformisti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore