skip to Main Content
ads

Cosa si dice negli Usa sul “Ministero della Verità” proposto da Biden

Biden

Negli Stati Uniti il senatore Bill Hagerty ha denunciato il piano dell’amministrazione Biden di avviare un “Disinformation Governance Board”. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

Negli Stati Uniti il senatore repubblicano Bill Hagerty ha denunciato il piano dell’amministrazione Biden di avviare un “Disinformation Governance Board”, affermando che il piano è probabilmente illegale.

Il segretario del Dipartimento per la sicurezza interna (Dhs) Alejandro Mayorkas ha annunciato la creazione del consiglio ad aprile, giorni dopo che Elon Musk si è assicurato un accordo da 44 miliardi di dollari per acquistare Twitter. L’idea della nuova agenzia è stata immediatamente criticata sia dai legislatori che dagli utenti dei social media, con molti che l’hanno paragonata al “Ministero della Verità” di George Orwell nel romanzo “1984”.

“È un’idea terribile e dovresti scioglierla”, è quanto ha dichiarato il senatore Mitt Romney (R-Utah) a Mayorkas durante un’audizione al Senato del 4 maggio.

In una lettera del 29 aprile a Mayorkas, Hagerty ha sostenuto che le “azioni del capo del Dhs meritano una revisione da parte del Congresso, sia come questione generale, sia ai sensi del Congressional Review Act e perché le azioni potrebbero violare le disposizioni dell’Antideficiency Act”.

Hagerty ha legato la propria opposizione al consiglio alle disposizioni dell’Antideficiency Act, una legge del 1982 progettata per impedire al ramo esecutivo di appropriarsi di fondi che superano quelli precedentemente approvati dal Congresso, nonché del Congressional Review Act (CRA), una legge del 1996 che consente al Congresso di annullare i regolamenti interni delle agenzie esecutive con un voto a maggioranza semplice

Se Mayorkas dovesse creare il consiglio senza l’approvazione del Congresso, ha aggiunto Hagerty, violerebbe consapevolmente e volontariamente la legge, un reato che potrebbe portarlo in prigione federale fino a due anni e una multa di 5.000 dollari.

“Rispetterai i requisiti” del consiglio del CRA, compresi i requisiti che “qualsiasi azione dell’agenzia che rientri nella definizione di “regola” deve essere presentata al Congresso per la revisione prima che possa entrare in vigore”, ha detto Hagerty a Mayorkas.

La decisione di Mayorkas di creare il consiglio e assumere Nina Jankowicz come nuovo direttore “può anche essere una violazione diretta delle disposizioni dell’Antideficiency Act”, ha affermato Hagerty.

Tale legge vieta di “compiere o autorizzare una spesa da, o creare o autorizzare un obbligo ai sensi di qualsiasi stanziamento o fondo superiore all’importo disponibile nello stanziamento o nel fondo a meno che non sia autorizzato dalla legge”.

Citando l’Omnibus Appropriations Act 2022, Hagerty ha affermato che il Congresso ha approvato i finanziamenti per il consiglio di amministrazione e lo stipendio di Jankowicz “non è nessuno”, perché “il Congresso lo ha esplicitamente definanziato, solo poche settimane fa”.

In base al più recente disegno di legge di finanziamento federale, ha affermato Hagerty, la legge “proibisce specificamente al Segretario della Sicurezza Nazionale di utilizzare tutti i fondi forniti dal Congresso per eseguire la Sezione 872 dell’Homeland Security Act del 2002, il che significa che ha definanziato qualsiasi azione per ‘allocare o riallocare le funzioni tra i funzionari del Dipartimento della Sicurezza Nazionale o per stabilire, consolidare o alterare le unità organizzative all’interno del Dipartimento per la Sicurezza Nazionale'”.

Ribadendo il suo avvertimento che la creazione del consiglio potrebbe rendere Mayorkas responsabile delle conseguenze legali, ha scritto: “Come sapete, un funzionario o un dipendente, incluso te, che viola l’Antideficiency Act ‘sarà soggetto a un’adeguata disciplina amministrativa’ e, per violazioni intenzionali, rischia una multa penale, la reclusione o entrambi”.

Ai sensi delle disposizioni dell’Antideficiency Act, il Congresso ha stabilito che qualsiasi dipendente federale o funzionario che “consapevolmente e volontariamente” violi le sue disposizioni “sarà soggetto a un’adeguata disciplina amministrativa tra cui, quando le circostanze lo giustificano, la sospensione dal dovere senza retribuzione o la rimozione dall’incarico” e “sarà multata non più di 5.000 dollari”.

“In primo luogo, questo Disinformation Governance Board che impone vincoli significativi al fondamento dei valori e delle libertà americane e comporta nuovi costi per il popolo americano richiede una revisione del Congresso e potrebbe essere una violazione dell’Antideficiency Act”, conclude Hagerty.

“In modo che i rappresentanti eletti degli americani possano rivedere tempestivamente le regole e le politiche che attuano questa azione come richiesto dalla legge federale, si prega di confermare entro lunedì 16 maggio, che la sottoporrete al Congresso prima che pretenda di entrare in vigore”.

Dopo che il piano ha scatenato una tempesta di fuoco online e mediatica, Mayorkas è andato davanti al Senato il 4 maggio per testimoniare sul nuovo ufficio.

“Non abbiamo definizioni di cosa sia [il Disinformation Governance Board]. Non abbiamo confini su ciò che fa”, il sen. James Lankford (R-Okla.) ha detto durante l’udienza, facendo eco alle comuni preoccupazioni repubblicane sul piano. “Perché non dovremmo avere sospetti su questo?”

“Questa non è la polizia della verità”, ha detto Mayorkas. “Il nostro lavoro nell’affrontare la disinformazione che minaccia la sicurezza della patria va avanti da quasi 10 anni. Ho fatto la domanda – e abbiamo fatto la domanda all’interno del [Dipartimento per la sicurezza interna] – quali sforzi abbiamo in corso? “Quali politiche, procedure e standard di condotta abbiamo in atto per garantire che quel lavoro di sicurezza nazionale di vitale importanza non violi i diritti fondamentali?”

Mayorkas ha anche affermato che il consiglio non censurerà le informazioni né avrà “autorità operativa”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore