Innovazione

Yahoo, Verizon inizia a perdere la pazienza

di

verizon yahoo

Le indagini sull’hackeraggio di Yahoo sembrano essere ad un punto morto. E Verizon inizia a perdere la pazienza

Giorni difficili per l’accordo Verizon-Yahoo: la società di telecomunicazioni, con sede a New York, inizia a perdere la pazienza. Ci spieghiamo: Yahoo è stata hackerata nel 2014, ma la notizia è stata resa pubblica solo qualche settimana fa. Anche Verizon, che ha acquistato l’azienda guidata da Marissa Mayer nel mese di luglio, era all’oscuro della situazione.

Ma non solo: anche ora che l’hackeraggio dei 500 milioni di account è stato reso ufficiale, le notizie sembrano esser troppo poche. E pochi sono anche i progressi nelle indagini.

Verizon ha detto di aver ricevuto solo informazioni limitate circa l’accaduto ed è in attesa di un dossier completo sulla questione ad indagini concluse.  Ma l’indagine sembra essere ad un punto morto, come racconta Bloomberg. Gli avvocati di Verizon e Yahoo continuano a riunirsi regolarmente, ma hanno poche nuove informazioni da condividere e discutere, ha fatto sapere una fonte anonima vicina alla questione.

“Se le notizie sull’hackeraggio fossero state divulgate in precedenza, Verizon on avrebbe accettato di chiudere l’affare a quel prezzo”, ha detto Kevin Roe, analista di Roe Equity Research LLC. E non è certo difficile credergli, dal momento che, la Telco americana ha già pensato ad un possibile sconto da chiedere.

Yahoo: bene utile, ma diminuiscono i ricavi

YahooDa Yahoo, invece, fanno sapere che la società si sta preparando per l’integrazione con Verizon. “Siamo convinti del valore di Yahoo e continuiamo a lavorare per l’integrazione con Verizon”, si legge in una nota diffusa dalla società tecnologica .

Nei giorni scorsi, intanto, sono stati pubblicati i dati dei ricavi. Yahoo ha chiuso il terzo trimestre con un utile di 162,8 milioni di dollari (158,7 milioni di franchi), o 20 cent per azione, sopra le attese degli analisti. I ricavi, al netto delle commissioni pagate ai partner per il traffico web, sono calati del 14% a 857,7 milioni di dollari, mostrando il protrarsi delle dei problemi del motore di ricerca. Si tratta infatti del settimo calo in otto trimestri.

“Stiamo lavorando duramente per mantenere la fiducia degli utenti e siamo rincuorati dalla loro continua fedeltà”, ha detto Marissa Mayer.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati