Innovazione

Uber Eats, GrubHub e Postmates, come sgomitano (e s’abbuffano) le società di food delivery

di

UBER postmates

Dopo la mancata acquisizione di Grubhub, Uber sta valutando l’acquisizione della concorrente Postmates. L’obiettivo è rafforzare il proprio servizio di food delivery Uber Eats. Tutti i dettagli sulle manovre in un settore in crescita

 

Non si perde d’animo Uber. Dopo l’acquisizione sfumata di Grubhub (che ha preferito unirsi all’europea Just Eat), Uber ha fatto un’offerta per acquistare Postmates, il quarto servizio di consegna di cibo negli Stati Uniti per quota di mercato.

Da una parte la pandemia di coronavirus ha fatto crollare il core business di ride sharing di Uber. Ma dall’altra, con le persone costrette in casa, ha rafforzato il servizio di consegne pasti a domicilio Uber Eats.

Secondo Cnbc, Postmates starebbe valutando, insieme all’offerta di Uber, anche quella di un’altra società oltre al progetto di quotazione. La decisione è prevista nei prossimi giorni.

Nel frattempo, le indiscrezioni hanno spinto i titoli Uber a Wall Street, dove nelle contrattazioni che precedono l’apertura degli scambi salgono del 3,1%.

L’OFFERTA PER POSTMATES

Secondo un articolo del New York Times, successivamente confermato dal Wall Street Journal, Uber ha fatto un’offerta per acquistare Postmates, società di consegna di cibo con sede a San Francisco fondata nel 2011. L’accordo dal valore di 2,6 miliardi di dollari potrebbe essere finalizzato questa settimana, secondo il WSJ.

RAFFORZARE UBER EATS

Uber è alla ricerca di modi per potenziare il proprio servizio di food delivery, Uber Eats. Il mercato della consegna degli alimenti ha beneficiato in gran parte della pandemia di Covid-19. L’ultima trimestrale ha rivelato che l’attività di trasporto passeggeri sta rallentando mentre il servizio di consegna di cibo sta crescendo. Le entrate lorde delle prenotazioni per il segmento delle corse sono diminuite dell’80% ad aprile rispetto all’anno precedente. A differenza delle entrate lorde delle prenotazioni in Eats, aumentate di oltre il 50% pari a 4,68 miliardi di dollari.

SNOBBATA DA GRUBHUB

All’inizio dell’anno Uber ha tentato di acquistare GrubHub, un’altra società statunitense di consegna di generi alimentari. Ma l’accordo è sfumato a causa di un controllo antitrust e GrubHub ha finito per accettare di unirsi al servizio europeo Just Eat (di proprietà Takeaway.com) per 7,3 miliardi di dollari.

PROBLEMI DI ANTITRUST?

Fonti vicine a Uber hanno confermato a TechCrunch che le preoccupazioni normative hanno affossato l’offerta della società per GrubHub.

Nel mercato della consegna di cibo negli Stati Uniti ci sono quattro player al momento — DoorDash, Uber Eats, GrubHub e Postmates — e qualsiasi consolidamento potrebbe sollevare rilievi antitrust. Ma Postmates, con una valutazione di 2,4 miliardi di dollari, è decisamente più piccola di GrubHub.

COSA FARÀ POSTMATES

Secondo il New York Times, Postmates aveva già discusso per unirsi ai concorrenti come DoorDash e GrubHub. A febbraio 2019 la società aveva presentato la domanda per quotarsi in Borsa, ma alla fine aveva rinunciato citando condizioni di “mercato instabile”. Tuttavia, fonti vicine alla società riportano che la quotazione resta ancora un’opzione.

COME CAMBIEREBBE IL MERCATO DEL FOOD DELIVERY

Se la fusione con Uber dovesse andare a buon fine, il mercato di food delivery negli Stati Uniti sarebbe così configurato: Uber Eats e Postmates contro Grubhub e Takeaway contro DoorDash.

Se Uber Eats e Postmates si combinassero, il risultato sarebbe comunque inferiore alla posizione di mercato di Doordash (valutata 13 miliardi di dollari), ma sarebbe comunque competitivo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati