skip to Main Content

Stop a Instagram Kids, ma Messenger, YouTube e TikTok hanno versioni under 13

Instagram Adolescenti

Facebook posticipa Instagram Kids. Mentre aumentano le critiche sull’effetto negativo di Instagram sulle adolescenti, la società ha deciso di mettere in pausa la versione dell’app progettata per gli under 13. Ma cosa fanno Messenger, YouTube e TikTok?

Niente Instagram Kids… per ora.

Ieri Facebook ha annunciato che sospenderà il lancio di Instagram Kids, versione della sua popolare app per la condivisione di foto progettata specificamente per i bambini sotto i 13 anni.

Il gruppo di Menlo Park (proprietario di Facebook, Instagram, Messenger e WhatsApp) ha preso questa decisione sulla scia delle critiche per l’effetto negativo di Instagram sugli utenti più giovani.

La scorsa settimana il Wall Street Journal ha pubblicato infatti un rapporto secondo cui che l’azienda sapeva che l’utilizzo di Instagram da parte di alcuni adolescenti ha portato a problemi di salute mentale e ansia.

Nel post pubblicato il 27 settembre, il capo di Instagram Adam Mosseri ha dichiarato che crede che Instagram Kids sia importante perché i bambini stanno già utilizzando l’app. Al momento l’iscrizione a Instagram è consentita solo ai ragazzi dai 13 anni in su.

“La realtà è che i bambini sono già online e crediamo che sviluppare esperienze adatte all’età progettate appositamente per loro sia molto meglio per i genitori rispetto a dove siamo oggi”, ha affermato Mosseri.

Instagram Kids sarebbe un ambiente senza pubblicità con maggiori controlli sui contenuti per i genitori, ha affermato la società, simile a YouTube Kids, Spotify Kids o Messenger Kids, sempre di proprietà Facebook.

Ma politici e organizzazioni per l’infanzia non sono d’accordo.

Tutti i dettagli.

STAND-BY PER IL PROGETTO INSTAGRAM KIDS

Nella sua dichiarazione di lunedì, Mosseri ha affermato di essere al fianco di Instagram Kids e di voler continuare a sviluppare l’app in futuro.

Mosseri ha affermato che la società ritiene che sia meglio per i bambini sotto i 13 anni disporre di una piattaforma specifica per contenuti adatti alla loro età. Instagram Kids è pensato infatti per gli utenti di età compresa tra 10 e 12 anni, non più giovani. Inoltre, l’app avrebbe richiesto l’autorizzazione dei genitori per partecipare e sarebbe privo di pubblicità includendo contenuti e funzionalità adeguati all’età.

Mettere in pausa il progetto, tuttavia, darà al suo team il tempo di parlare con “genitori, esperti, responsabili politici e regolatori” delle loro preoccupazioni.

TUTTE LE PRESSIONI POLITICHE (E NON SOLO)

Lo scorso marzo Facebook ha annunciato lo sviluppo di un’app Instagram Kids, affermando all’epoca che stava “esplorando un’esperienza controllata dai genitori”.

Ad aprile, la campagna no profit per un’infanzia senza pubblicità ha inviato una lettera al ceo di Facebook Mark Zuckerberg esortandolo a cessare i piani per Instagram Kids.

A maggio, quasi 50 procuratori generali hanno inviato una lettera a Zuckerberg chiedendogli di abbandonare i piani per creare una piattaforma per bambini sotto i 13 anni, citando problemi di salute mentale e privacy.

I legislatori statunitensi di entrambe le parti hanno espresso preoccupazione per Instagram Kids. Tanto che un gruppo di democratici  ha scritto una lettera a Zuckerberg chiedendo maggiori informazioni su come intende distribuire l’app a quella che hanno definito una “popolazione online particolarmente vulnerabile”.

COSA È EMERSO DALLA RICERCA INTERNA DI FACEBOOK PUBBLICATA DAL WSL

Ma il colpo di grazia per il progetto Instagram Kids è arrivato con il rapporto del Wall Street Journal.

Il 14 settembre il Journal ha riferito che una ricerca interna di Facebook ha mostrato che Instagram ha un impatto negativo sulla percezione di sé delle ragazze adolescenti. “Il trentadue percento delle ragazze adolescenti ha affermato che quando si sentivano male per il proprio corpo, Instagram le faceva sentire peggio”, ha affermato la società in una presentazione interna del marzo 2020.

LA REPLICA DI MOSSERI

Nella dichiarazione pubblicata il 27 settembre, Mosseri si è anche rivolto al rapporto del WSJ, affermando di non “essere d’accordo con il modo in cui il Journal ha riportato la nostra ricerca”.

Pertanto, ha aggiunto che la società ha annunciato la scorsa settimana che sta esplorando idee per affrontare gli effetti negativi di Instagram sulla salute mentale.

YOUTUBE E TIKTOK HANNO VERSIONI PER UNDER 13

Non solo, nella difesa del progetto Instagram Kids — messo in pausa dall’azienda — il capo di Instagram ha sottolineato come anche “YouTube e TikTok hanno versioni delle loro app per i minori di 13 anni”.

Eppure anche queste versioni di YouTube e TikTok per gli under 13 hanno riscontrato ostacoli.

Basta ricordare che nel 2019, YouTube ha ricevuto una multa di 170 milioni di dollari per aver violato la privacy dei bambini sul web. 

L’ultima notizia arriva invece dalla Cina. I bambini in Cina potranno accedere alla versione nazionale di TikTok, nota come Douyin, solo per 40 minuti al giorno. Lo ha annunciato il proprietario dell’app ByteDance. ByteDance ha affermato sabato che gli utenti in Cina di età inferiore ai 14 anni sarebbero in grado di accedere all’app Douyin solo in una “modalità giovanile” che filtrerebbe i contenuti “inappropriati”.

SENZA DIMENTICARE MESSENGER KIDS

Infine, questa non è la prima volta che Facebook riceve un contraccolpo per un prodotto rivolto ai bambini.

Dal suo lancio nel 2017, Messenger Kids ha messo in contatto milioni di bambini, la piattaforma è controllata dall’account Facebook di un genitore.

Gli esperti di sviluppo infantile hanno esortato l’azienda a chiudere la sua app Messenger Kids nel 2018, affermando che non stava rispondendo a un “bisogno” come insisteva Facebook.

Ma Facebook è andato avanti con l’app. Nel 2020, Facebook ha esteso Messenger Kids a più di 170 paesi in tutto il mondo. La società ha introdotto nuove funzionalità sia per i genitori che per i bambini, ha riferito di recente a TheIndu, il direttore del prodotto di messaggistica di Messenger, Sateesh Kumar Srinivasan.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore