skip to Main Content

Semiconduttori, perché Tsmc sarà sempre più cruciale

Tsmc

Secondo l’organizzazione di ricerche di mercato TrendForce, Tsmc probabilmente aumenterà la sua quota nel mercato globale delle fonderie dal 53% nel 2021 al 56% nel 2022. L’articolo di Giuseppe Gagliano

 

l mondo sta diventando sempre più dipendente dall’industria dei semiconduttori taiwanese.

Secondo l’ultimo World Fab Forecast trimestrale pubblicato da SEMI il 13 giugno, Taiwan dovrebbe guidare la spesa globale per le apparecchiature di produzione di semiconduttori quest’anno, con un aumento del 52% a 34 miliardi di dollari. La Corea del Sud arriverà al secondo posto con un aumento del 7% della spesa di 25,5 miliardi di dollari, la Cina terza con 17 miliardi di dollari e il Nord America al quarto con 9,3 miliardi di dollari. Si prevede che la spesa totale del settore aumenterà del 20% raggiungendo la cifra record di 109 miliardi di dollari.

Come sappiamo la Tsmc di Taiwan è la più grande fonderia di circuiti integrati (IC) al mondo.

Secondo l’organizzazione di ricerche di mercato TrendForce, Tsmc probabilmente aumenterà la sua quota nel mercato globale delle fonderie dal 53% nel 2021 al 56% nel 2022, mentre la quota totale di Taiwan sale dal 64% al 66%. Altre fonderie taiwanesi includono UMC, Vanguard e Powerchip.

Tsmc ha il monopolio della tecnologia di processo a 3 nanometri ed è prevalentemente dominante a 5 nanometri. La produzione a 3 nanometri dovrebbe iniziare quest’anno con ordini da Intel, AMD, Nvidia, Qualcomm, Apple e MediaTek.

Come indicato da Nikkei, il principale fornitore giapponese di notizie aziendali, il 28 aprile 2021, “Il ruolo crescente di Taiwan nella progettazione di chip si estende anche ai giocatori con sede negli Stati Uniti. Nvidia, AMD e Xilinx sono guidati da dirigenti taiwanesi. Tsmc è un fornitore chiave per tutti e tre.”

È vero che gli Stati Uniti stanno cercando di superare questo divario attraverso il CHIPS for America Act (CHIPS sta per Creating Helpful Incentives to Produce Semiconductors) ma questo è ancora bloccato al Congresso. Proposto per la prima volta più di un anno fa, fornirebbe sussidi per un valore di 52 miliardi di dollari per la produzione di semiconduttori e la ricerca e lo sviluppo negli Stati Uniti in cinque anni.

“Passa il maledetto disegno di legge e mandamelo”, ha detto il presidente Joe Biden, secondo la Cnbc il 6 maggio. “Se lo facciamo, contribuirà a ridurre i prezzi, portare posti di lavoro a casa e alimentare il ritorno manifatturiero americano”.

Ma il Congresso ha avuto altre priorità, come la fornitura di armi all’Ucraina.

Il governo degli Stati Uniti è riuscito tuttavia a convincere sia Tsmc sia Samsung della Corea del Sud a costruire nuove fabbriche di semiconduttori in America. Tsmc sta costruendo una struttura a 5 nanometri in Arizona, ma è in ritardo. Sembra che Tsmc potrebbe alla fine costruire sei fabbriche in Arizona, spostando gran parte della sua produzione negli Stati Uniti. Potrebbe, ma con la produzione di massa al primo improbabile che inizi fino al 2024, ci vorrebbe molto tempo.

Nel frattempo, tutta la capacità produttiva di 5 nanometri e 3 nanometri di Tsmc è a Taiwan, e anche lì verrà costruito il suo primo impianto a 2 nanometri.

Il 18 aprile, Taiwan News ha riferito che l’amministratore delegato di TSMC, C C Wei, ha dichiarato: “Il nostro sviluppo di N2 [2 nanometri] è sulla buona strada, compresa la nuova struttura dei transistor, e sta procedendo verso le nostre aspettative. Nel 2025 sarà in produzione, probabilmente vicino alla seconda metà, o sai, alla fine del 2025, questo è il nostro programma”. Se questo obiettivo viene essere raggiunto ciò costituirebbe un traguardo di enorme portata per Taiwan. Ancora una volta dobbiamo dunque sottolineare che sia per la Cina che per gli Stati Uniti Taiwan rappresenta un attore chiave per l’industria elettronica sia civile che militare.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore