skip to Main Content

Realtà virtuale, cambia anche il modo di progettare auto

Realtà Aumentata

Gli sviluppatori di Bmw utilizzano un visore per la realtà virtuale per velocizzare il processo di produzione delle vetture e per immaginare e creare nuovi concept

Non solo videogiochi. La realtà virtuale ha infinite potenzialità di applicazione. Già Mark Zuckerberg, proprietario di Facebook e di Oculus Rift, l’azienda che ha dato vita all’omonimo casco per la virtual reality, aveva sostenuto che la nuova tecnologia ci avrebbe fatto cambiare modo di connetterci e comunicare. Ma chi lo avrebbe detto che si sarebbe rivoluzionato anche il processo di produzione? Pensare, creare e fare: la virtual reality ci semplificherà la vita. Al momento, quel che è certo, è che la realtà virtuale semplifica il lavoro degli sviluppatori di BMW.

BMW crea e sviluppa grazie in Realtà Virtuale

Già da qualche mese gli sviluppatori di Bmw stanno utilizzando il caschetto Htc Vive per velocizzare il processo di produzione delle vetture e per immaginare e creare nuovi concept. Il visore permetterebbe agli sviluppatori, infatti, di risparmiare una grande quantità di tempo e fatica, soprattutto durante le prime fasi di sviluppo di una nuova automobile. Con la realtà virtuale, gli sviluppatori possono apportare modifiche in itinere molto rapidamente e restando seduti nel proprio ufficio, senza tanti spostamenti.

L’utilizzo della realtà virtuale nel processo di produzione di un automobile cambia anche la fase dei test, rendendola più realistica e quindi anche più attendibile. Basta indossare il visore perchè gli ingegneri scendano in strada con la loro automobile e facciano (virtualmente, ovvio) un giro con la nuova vettura. Senza troppi sforzi, quindi, gli sviluppatori potranno capire quali sono i difetti e le difficoltà che un cliente potrebbe riscontrare alla guida.

realtà virtuale

Realtà Virtuale e automobili: un legame vecchio più di 20 anni

A dirla tutta, la realtà virtuale viene utilizzata nel processo di produzione delle diverse vetture da più di 20 anni. La stessa Bmw utilizza la tecnologia dal 1990, ma per farlo ha dovuto utilizzare strutture specializzate e molto costose. Il visore di Htc, invece, è un prodotto che appartiene all’elettronica di consumo, con costi e dimensioni minori.

L’impiego della realtà virtuale nel processo di produzione (non solo delle auto) apre nuovi scenari, tutti da scoprire.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore