skip to Main Content

Polo strategico nazionale, al via la gara tra Tim, Leonardo, Cdp, Sogei e Fastweb-Aruba

Banche Cloud

La proposta messa a gara, a livello europeo, dal governo prevede l’investimento di 723 milioni di euro per realizzare il Polo Strategico nazionale (Psn), l’infrastruttura per la gestione in cloud di dati e applicazioni della Pa

 

Due cordate al rush finale per la realizzazione del Polo Strategico nazionale, l’infrastruttura destinata ad ospitare in cloud i dati e i servizi della Pa.

Da una parte la compagine composta da Leonardo, Cdp e Sogei con Tim come capofila e dall’altra quella formata da Aruba e Fastweb. Entrambe le cordate hanno ufficializzato ieri la loro proposta.

Lo scorso 27 dicembre il Dipartimento per la trasformazione digitale, guidato dal ministro Colao, aveva annunciato l’avvio della gara per la realizzazione del Psn a seguito della selezione del progetto di riferimento, elaborato dal raggruppamento Tim, Cdp, Leonardo e Sogei.

La proposta messa a gara prevede l’investimento di 723 milioni di euro da parte del soggetto aggiudicatario per l’erogazione di servizi di “public” e “private” cloud in grado di garantire supervisione e controllo da parte delle autorità preposte su dati e servizi strategici.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del piano complessivo di accelerazione della trasformazione digitale, con l’obiettivo di fornire servizi innovativi a cittadini e imprese come previsto dal Pnrr e dagli interventi normativi in materia di infrastrutture digitali.

“Le offerte verranno ora vagliate nel dettaglio, l’aggiudicazione è fissata entro fine giugno” segnala Repubblica.

La procedura è affidata a Difesa Servizi S.p.A., società in house del Ministero della Difesa.

Dopodiché, l’operatore economico selezionato dovrà costituire una società che sarà sottoposta alla disciplina nazionale in materia di golden power.

Tutti i dettagli.

LA PROPOSTA DI TIM, LEONARDO, CDP E SOGEI

Ieri la compagine composta da Tim (45%), Leonardo (25%), Cdp (attraverso la controllata Cdp Equity 20%) e Sogei (10%) ha presentato l’offerta finale per la realizzazione del Polo Strategico Nazionale (Psn).

L’offerta proposta in gara “segue la proposta di finanza di progetto a iniziativa privata presentata dalla stessa compagine nei mesi scorsi e selezionata, lo scorso 27 dicembre, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Trasformazione Digitale (decreto n. 47/2021-PNRR), quale proposta di riferimento ai fini dell’avvio della gara, essendo stata valutata pienamente rispondente alle esigenze espresse nella Strategia Cloud Italia” spiega la nota ufficiale.

COSTITUZIONE DI UNA JV IN FORMA DI SPA

In caso di aggiudicazione della gara, i quattro soggetti avvieranno una joint venture  in forma di società per azioni.

SCENDONO IN CAMPO ANCHE FASTWEB CON ARUBA

Nello stesso giorno anche Fastweb e Aruba hanno presentato l’offerta finale per la realizzazione e gestione del Polo Strategico Nazionale.

L’offerta — spiegano le due società — “fa leva sul know how, sugli asset strategici e le competenze tecnologiche e di business delle due aziende risponde ai requisiti di sicurezza, resilienza, affidabilità e scalabilità previsti dalla Strategia Cloud Italia”.

“In caso di aggiudicazione, Fastweb e Aruba prevedono la costituzione di una NewCo a cui farà capo la realizzazione e gestione del Psn secondo un modello di Partenariato Pubblico Privato”, si legge in una nota.

CAMBIATE LE ALLEANZE

Quindi cambiano le alleanze visto che nella fase finale Fastweb e Aruba hanno unito le forze. Inizialmente Aruba era in tandem con Almaviva per aggiudicarsi il partenariato pubblico-privato per la creazione del Psn mentre Fastweb si era alleata con Engineering.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore