Innovazione

Perché Twitter rischia una multa negli Stati Uniti

di

Twitter

Twitter rischia una multa da 250 milioni di dollari dalla Federal Trade Commission americana a causa dell’utilizzo di numeri di telefono per targettizzare gli annunci pubblicitari

 

Guai in vista per il social cinguettante di Jack Dorsey.

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha accusato Twitter di utilizzare numeri di telefono ed e-mail dei suoi utenti per fare annunci mirati tra il 2013 e il 2019. Lo ha rivelato Twitter in in un documento alla Sec, l’ente di vigilanza sulla Borsa americana.

La società di San Francisco specifica inoltre di aver già registrato un accantonamento di 150 milioni per pagare la potenziale multa.

La notizia dell’indagine della Ftc arriva mentre le pratiche di sicurezza di Twitter sono ancora una volta sotto controllo.

Il mese scorso infatti hacker hanno violato circa 130 account di cui una dozzina alto profilo (da Barack Obama a Joe Biden, da Elon Musk a Jeff Bezos) pubblicando messaggi che per sollecitare invio di bitcoin.

Il titolo Twitter è sceso dell’1% a Wall Street dopo l’annuncio. Tutti i dettagli.

L’INDAGINE DELLA FTC STATUNITENSE

Twitter ha rivelato di aver ricevuto lo scorso 28 luglio un progetto di denuncia dalla Ftc. Le accuse si riferiscono all’uso, da parte della compagnia, dei numeri di telefono e/o degli indirizzi email, forniti dagli utenti a fini di sicurezza, per pubblicità mirate durante il periodo tra il 2013 e il 2019″.

UTILIZZATI I DATI PERSONALI DEGLI UTENTI A SCOPO ADV

La società di social media aveva ammesso lo scorso ottobre di aver indirizzato “inavvertitamente” gli annunci agli utenti attraverso i dettagli di contatto forniti a fini di sicurezza. Agli utenti di Twitter viene richiesto di fornire informazioni come il loro numero di telefono per proteggere il proprio account tramite servizi come l’autenticazione a due fattori.

QUANTO PESERÀ SUL BILANCIO DELLA SOCIETÀ

Il costo per risolvere la questione si aggirerà probabilmente tra 150 milioni e 250 milioni di dollari secondo Twitter.

TUTTE LE MULTE INFLITTE DALLA FTC

Negli ultimi anni la Federal Trade Commission ha già bacchettato le grandi piattaforme tecnologiche per scarsa tutela dei dati personali. Proprio un anno fa, il colosso dei social media Facebook ha patteggiato una multa record (pari a 5 miliardi di dollari) sulle sue pratiche legate alla privacy dopo lo scandalo Cambridge Analytica. Due mesi dopo la Ftc ha multato anche Google per violazione delle leggi sulla privacy online dei minori tramite la sua piattaforma video YouTube. Come Twitter, anche per il colosso di Mountain View una multa compresa tra 150 e 200 milioni di dollari.

L’ATTACCO HACKER DEL MESE SCORSO

Al momento non è noto se Twitter affronterà un’indagine simile per l’incidente sulla piattaforma del mese scorso in cui gli hacker hanno preso il controllo degli account di alcuni degli utenti più famosi del servizio nell’ambito di una truffa Bitcoin. Gli hacker hanno avuto accesso a 130 account Twitter, inclusi quelli dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, l’attuale candidato presidenziale democratico Joe Biden e l’amministratore delegato di Tesla, Elon Musk. “Gli hacker hanno manipolato con successo un ristretto numero di addetti” della piattaforma social.

Lo ha affermato lo stesso Twitter spiegando che gli account presi di mira sono stati 130, 45 dei quali violati con successo, grazie a “strumenti accessibili unicamente alle squadre di supporto interno”.

I CONTI DI TWITTER

L’annuncio dell’indagine arriva pochi giorni dopo la comunicazione della trimestrale della società di San Francisco. Twitter ha chiuso il secondo trimestre con ricavi in calo del 19% a 683 milioni di dollari e perdite per 1,23 miliardi. I dati sono sotto le attese degli analisti. Il numero degli utenti giornalieri è invece migliore del previsto: sono aumentati del 12% a 186 milioni.

Nel documento presentato lunedì Twitter ha dichiarato di aver stanziato 150 milioni di dollari per coprire la potenziale multa della Ftc, in linea con le linee guida contabili.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati