Innovazione

Con ZeniMax (Bethesda) Microsoft mette il turbo all’Xbox

di

microsoft Bethesda

Con l’acquisizione di ZeniMax, proprietaria di Bethesda, Microsoft rafforza il portfolio videogame in vista del lancio a novembre della prossima generazione Xbox

Microsoft arricchisce il portfolio videogame in vista del lancio della prossima generazione di Xbox a novembre. Ieri il colosso di Redmond ha annunciato l’acquisizione per 7,5 miliardi di dollari (in contanti) di ZeniMax Media, la società che detiene Bethesda Softworks, casa di produzione e publisher di videogiochi.

Bethesda è nota per franchise di giochi popolari come Doom, Fallout e The Elder Scrolls.

La notizia arriva proprio mentre Microsoft si prepara a lanciare due nuove console, Xbox Series X e Xbox Series S.

Il titolo di Microsoft, che dall’inizio dell’anno guadagna più del 25%, ha guadagnato ieri 2,15% (nonostante il calo dell’1,2% la mattina dopo l’annuncio).

I DETTAGLI DELL’OPERAZIONE

Microsoft prevede che l’acquisizione di ZeniMax si concluda nella seconda metà del suo anno fiscale 2021, iniziato lo scorso 1 ° luglio.

Con l’aggiunta di Bethesda, il numero degli studi creativi di Microsoft aumenterà da 15 a 23 e i franchise iconici di Bethesda saranno aggiunti al catalogo di Xbox Game Pass.

Microsoft ha dichiarato che Bethesda manterrà la sua attuale leadership.

UNA DELLE MAGGIORI ACQUISIZIONI NELLA STORIA DI MICROSOFT

Si tratta di una delle maggiori acquisizioni nella storia di Microsoft nel settore dei videogame, con cui avrà accesso a diverse serie di giochi molto popolari, come Fallout e The Elder Scrolls.

L’ultima importante acquisizione nel settore risale al 2014, quando Microsoft acquistò Mojang, creatore di Minecraft, per 2,5 miliardi di dollari.

LA STRATEGIA DI NADELLA

“Il gaming è la categoria più in espansione nell’industria dell’entertainment, visto che ovunque le persone si connettono, socializzano e giocano con i loro amici”, ha commentato Satya Nadella, amministratore delegato di Microsoft.

In effetti, nella trimestrale comunicata lo scorso 19 luglio, Microsoft ha battuto le aspettative di Wall Street sia sulle vendite che sui profitti confermando il business in espansione, grazie in gran parte ai continui guadagni nel settore del cloud computing e ai grandi salti delle entrate di Surface e Xbox. Molte delle varie divisioni di Microsoft stanno beneficiando degli effetti della pandemia, con il passaggio al lavoro remoto e il maggior tempo trascorso in casa che spingono le persone verso videoconferenze e videogame appunto.

IL SETTORE DEI VIDEOGAME

Il settore dei videogiochi rappresenta infatti la forma di intrattenimento più importante e in rapida crescita al mondo, un’industria che si prevede varrà oltre 200 miliardi di dollari nel 2021.

I giochi costituiscono la principale fonte di crescita nel mondo dei videogiochi e alimentano i nuovi servizi di cloud-gaming come Xbox Game Pass, che ha raggiunto il nuovo record di oltre 15 milioni di abbonati.

IL CONTRIBUTO DI BETHESDA

Bethesda, autore di celebri franchise acclamati dalla critica come The Elder Scrolls e Fallout, porterà in Xbox un imponente portfolio di giochi, tecnologie e talenti, nonché una comprovata esperienza nella creazione di blockbuster di grande successo.

TUTTO PRONTO PER IL LANCIO XBOX

Microsoft intende portare i prossimi titoli di Bethesda (incluso l’epico Starfield) su Xbox Game Pass il giorno stesso del loro lancio su Xbox o PC.

Con i suoi investimenti in contenuti, nella community e nel cloud, Microsoft si distingue per la sua strategia che mira a permettere ai gamer di giocare ai giochi che preferiscono con chi vogliono e ovunque lo desiderino.

IN COMPETIZIONE CON PLAYSTAION

Come sottolinea Cnet, le nuove console di gioco del colosso di Redmond competeranno con PlayStation 5  e PlayStation 5 Digital Edition, anch’esse in uscita a novembre.

DOPO LA MANCATA ACQUISIZIONE DI TIKTOK

L’acquisizione di ZeniMax da parte di Microsoft arriva anche dopo la delusione per la mancata partecipazione in TikTok, la popolare app di video brevi della cinese ByteDance. TikTok ha attirato oltre 2 miliardi di download in tutto il mondo e oltre 100 milioni di utenti negli Stati Uniti, ma è finita nel mirino dell’amministrazione Trump.

“Crediamo che la nostra proposta sarebbe stata buona per gli utenti di TikTok, e allo stesso tempo avrebbe protetto gli interessi di sicurezza nazionale”, ha commentato Nadella il rifiuto della propria proposta da parte di ByteDance la settimana scorsa.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati