Mondo

Perché Trump benedice l’accordo fra ByteDance, Oracle e Walmart su TikTok

di

Cina TikTok

Tutte le ultime novità su TikTok negli Stati Uniti

Trump ha approvato l’accordo per l’acquisto delle attività negli Usa del social cinese TikTok da parte di Oracle e Walmart. “Penso che sarà un affare fantastico”, ha detto Trump: “Ho dato la mia benedizione all’accordo”.

Trump aveva assicurato che la nuova società sarebbe stata “totalmente controllata da Oracle e Walmart”. Secondo il presidente Usa l’accordo consentirà la creazione di “venticinquemila posti di lavoro negli Stati Uniti” e di una sede in Texas per una società che, ha assicurato, “non avrà nulla a che fare con la Cina” ma continuerà a chiamarsi TikTok. “Sarà al 100% sicura”, ha sottolineato.

TikTok ha annunciato un accordo con Oracle come fornitore di tecnologia statunitense e Walmart come partner commerciale. “Siamo lieti che la proposta di TikTok, Oracle e Walmart risolverà i problemi di sicurezza dell’amministrazione statunitense e risolverà le questioni sul futuro della app negli Stati Uniti”, ha detto una portavoce di TikTok, di proprietà della cinese ByteDance.

Oracle diventerà il “fornitore di tecnologia affidabile, responsabile di tutti i dati degli utenti statunitensi e della protezione dei sistemi informatici associati per garantire che i requisiti di sicurezza nazionale degli Stati Uniti siano pienamente soddisfatti”, ha affermato la portavoce. “Attualmente stiamo lavorando anche con Walmart su una partnership commerciale”, ha aggiunto.

Oracle sarà un investitore di minoranza in TikTok Global, di cui sarà partner tecnologico, o più esattamente un trusted technology provider, ha rimarcato la stessa multinazionale del settore informatico in una nota, sottolineando che avrà il 12,5% di TikTok Global.

Nel frattempo slittano di una settimana, al 27 settembre, le restrizioni americane su TikTok. Lo ha affermato il Dipartimento del Commercio, sottolineando che il rinvio del divieto di download dell’app è stato deciso su indicazione di Trump. Lo stop sarebbe dovuto scattare nelle prossime ore, nella notte fra domenica e lunedì. Ma in seguito alle trattative in corso e alla benedizione all’intesa con Oracle e Walmart, è stato deciso un rinvio.

In una nota, il Dipartimento del Commercio ha spiegato che la decisione è stata presa “alla luce dei recenti sviluppi positivi”, dopo che TikTok ha confermato una proposta di accordo sulla gestione delle sue operazioni negli Stati Uniti che coinvolge Oracle come partner tecnologico e Walmart come partner commerciale. Il presidente Usa ha infatti approvato l’accordo per l’acquisto delle attività negli Usa di TikTok da parte di Oracle e Walmart.

L’accordo arriva al termine di settimane di incertezza sul futuro dell’app e dopo molte polemiche e critiche. Non da ultima quelle arrivate dalla Cina. Pechino è infatti tornata ad accusare gli Stati Uniti di “bullismo” e ha annunciato contromisure, fra le quali l’imposizione di limiti all’attività delle società straniere che “minano la sovranità nazionale della Cina e i suoi interessi di sicurezza e sviluppo”.

A criticare il presidente anche TikTok, che nelle ultime ore ha presentato la sua seconda azione legale contro il tycoon. L’azienda proprietaria ByteDance, nei documenti depositati in tribunale, ha ribadito come a suo avviso Trump abbia prevaricato la sua autorità per motivi politici e non per fermare quella che ha pubblicamente definito come “una straordinaria minaccia” agli Stati Uniti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati