skip to Main Content

Meta si affiderà agli utenti per migliorare l’algoritmo di Facebook

Algoritmo Facebook

Meta (società madre di Facebook) chiederà ad alcuni utenti un feedback più diretto su ciò che preferiscono vedere nel feed in uno sforzo più ampio per competere con TikTok e perfezionare il suo algoritmo

Meta (parent company della galassia social guidata da Mark Zuckerberg) si affiderà agli utenti per migliorare l’algoritmo di Facebook.

Gli utenti vedranno presto i pulsanti “mostra di più” e “mostra di meno” sui post che appaiono nel loro feed, offrendo loro un modo più diretto per dire all’azienda a cosa sono interessati, riporta Bloomberg. Facebook utilizzerà quel feedback per modificare temporaneamente i tipi di contenuti che le persone vedono come funziona per migliorare la “scoperta” nelle app dell’azienda e mostrare nuovi post e video a persone che non seguono già.

Se la più grande scommessa di Meta in questo momento è il tentativo di dominare il metaverso, la società resta anche concentrata sulla competizione con TikTok, la popolare app di video brevi di proprietà della cinese ByteDance.

Anche se finora le modifiche apportate su Instagram, l’altro social media del gruppo Meta dedicato alla condivisione foto, non hanno dato i risultati sperati. La piattaforma ha cercato infatti di convertirsi in un feed con contenuti più suggeriti da un algoritmo, ma gli utenti hanno respinto a favore della visualizzazione dei post delle persone che seguono. Nonostante questo feedback, Meta sta portando avanti i suoi piani per padroneggiare la “scoperta algoritmica”, sottolinea TechCrunch.

L’AGGIUNTA DI NUOVI PULSANTI

Meta già personalizza i feed degli utenti su Facebook e Instagram utilizzando una serie di segnali, inclusi Mi piace e follower, ma l’impatto dei nuovi pulsanti “mostra di più” e “mostra di meno” è pensato per essere sia diretto che temporaneo, sottolinea Bloomberg. L’uso dei pulsanti avrà probabilmente un impatto sull’algoritmo per 30-60 giorni e aiuterà a dettare il tipo di account che verranno visualizzati nei feed, ha affermato Tom Alison, il capo dell’app principale Facebook.

“Lo consideriamo come un segnale che ci stai dando che è un po’ più limitato nel tempo rispetto a” mettere “Mi piace” a un post, ha evidenziato Alison, aggiungendo che ha lo scopo di dire a Facebook “come ti senti riguardo ai contenuti in questo momento”. Le opzioni “mostra di più” e “mostra di meno” appariranno solo su alcuni post, ma funzioneranno anche sugli annunci, ha spiegato Alison. “Non è progettato” per gli annunci, ha ammesso, “ma puoi applicare questi controlli agli annunci”. “Si tratta di offrire un’esperienza rilevante”, ha concluso il manager di Facebook.

L’OBIETTIVO DI ZUCKERBERG

D’altronde anche il ceo Mark Zuckerberg ha dichiarato che il miglioramento della “scoperta” è un obiettivo chiave per Meta. L’algoritmo attento alla serendipità (che sfida cioè i gusti consolidati e porta alla scoperta di nuove persone e categorie come spiega il blog vincos.it) è considerato un punto di forza chiave di TikTok. Senza dimenticare che Meta ha già speso molto tempo e risorse cercando di creare un prodotto video in formato breve competitivo per TikTok chiamato Reels. Ora la sfida resta l’algoritmo.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore