Innovazione

Da intelligenza artificiale a Bitcoin: le parole (economiche) più utilizzate nel 2017

di

2017

Tra le tante parole che abbiamo detto e scritto nel 2017, secondo le tendenze globali ce ne sono 10 che spiccano in modo particolare

 

Questo 2017 è stato l’anno  della grande ascesa del Bitcoin. Ma anche dell’Intelligenza Artificiale e dei Pir, ovvero dei piani individuali di risparmio. Ci sono parole che più di altre sembrano decrivere l’anno che si sta chiudendo e che (almeno secondo le previsioni) non ci lasceranno per i prossimi dodici.

2017

Net Neutrality

La Neutralità della rete, che la commissione USA che vigila sulle telecom ha abolito, dando a chi possiede le autostrade del web il potere di trattare i clienti in modo particolare e creando un problema sostanziale per il futuro: i piccoli fornitori di contenuti potrebbero dover cercare un “grosso” padrone a tutti i costi.

Pir

I piani individuali di risparmio che consentono ai privati di non pagare le tasse se lasciano soldi investiti per almeno cinque anni. In parte, il buon risultato PIR 2017 si deve a Piazza Affari ma ora la sfida è rendere le aziende italiane in grado di intercettare fiducia e capitali.

Bitcoin

La criptovaluta più famosa del mondo e del web, sprovvista di banca centrale e fabbricata al computer nonché validata da un’autorità diffusa e premunita di algoritmi. Finora ha creato tanti dibattiti quanti milionari, rivalutandosi del 1700% nel 2017. Tutto fa ben sperare ma presto sapremo se sarà durevole o meno.

Npl

Chiamati “non performing loans” cioè “prestiti non performanti” o, in italiano puro, “sofferenze” che identifica quelle banche che non riescono a riscuotere i crediti.

Webtax

Le tasse sulle transazioni digitali. L’Italia ha appena provato a riscuotere un 3% dalle aziende che sono sprovviste di domicilio: Amazon pagherà al nostro fisco ben cento milioni. Nel 2017 queste aziende sono state additate come non paganti e si spera che al 2018 opereranno qualche transazione in più in questo senso.

Influencer

Gli influenzatori sono miniere d’oro per le aziende che li utilizza per mettere sul web i loro prodotti e accedere ai mercati mondiali con l’immagine di questi social-media-fenomeni, seguiti da milioni di utenti.

Robot

Le macchine pensanti famose nei film futuristi sono già qui. La robotica italiana ha aumentato il suo valore del 10% e la vediamo in Cina più di USA e Germania. Ci ruberanno il lavoro? Ci renderanno la vita più facile? Lo scopriremo presto.

4.0

In Italia, ultimamente, oltre a rappresentare la quarta rivoluzione industriale dell’ultimo periodo, rimanda anche all’ultimo piano di governo e di regia UE atto a far crescere la digitalizzazione del settore manifatturiero. Il business 4.0 potrà valere ben oltre 150 miliardi di dollari entro il 2022 a livello globale.

Intelligenza artificiale

L’Intelligenza artificiale su cui investono i giganti della Silicon Valley e su cui le più prestigiose università a livello globale dedicano laboratori e fondi: sarà davvero questo il business dei business?

Fake News

Il business lucroso delle bugie: la disinformazione tramite la pubblicazione di notizie false ha reso i meccanismi socio-politici del 2017 fallimentari ma ha messo in pericolo anche aziende e mercati. Il World Economic Forum ha inserito le Fake News tra le minacce principali dell’epoca in cui viviamo. Il 2018 ci insegnerà a difenderci?

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati