skip to Main Content

Lavoro, i robot sostituiranno l’uomo. Ma non subito

Lavoro

Il processo di automazione richiede tempo e denaro. I robot potrebbero già sostituire l’uomo nel 49% delle attività professionali, ma la sostituzione uomo – macchina richiede ingenti investimenti

 

Quasi la metà dei lavori attuali saranno svolti, nei prossimi anni, dai robot. Ma l’automazione non è certo cosa veloce, come previsto da alcune previsioni allarmanti, e prima che la disoccupazione per cause tecnologiche diventi un problema serio passeranno diversi anni. Lo scrive il New York Times, citando l’ultimo rapporto del McKinsey Global Institute, che nello studio non ha tracciato il futuro lavorativo delle singole categorie, ma ha analizzato gli anni a venire di 2000 singole attività (per intenderci, non fa riferimento alla categoria agricoltore, ma parla di “addetto alle macchine agricole”, di “tornitore”, etc).

In particolare, lo studio dimostra che ben il 49% delle attività (che producono salari complessivi per annui per 15.8 miliardi di dollari), grazie alle attuali tecnologie, potrebbe essere svolto dai robot. Meno del 5% del totale professioni potrà essere completamente automatizzato e nel 60% dei lavori, il 30% delle attività potranno essere svolte automaticamente da robot.

L’automazione richiede tempo e (tanti) soldi

Ma non c’è da preoccuparsi, il processo di automazione e “è qualcosa che durerà decenni”, ha affermato James Manyika, direttore dell’istituto e autore del rapporto. “E c’è da aggiungere che l’automazione non sarà decisa solo da ciò che è tecnicamente fattibile”.

“Gli esseri umani – come scrive McKinsey – saranno ancora indispensabili: il guadagno in produttività che noi prevediamo potrà essere raggiunto solamente se gli uomini lavoreranno fianco a fianco con le macchine”.

Alla questione competenze, si aggiunge il discorso denaro. Il costo economico del processo di automazione è alto. I veicoli a guida autonoma, come ha spiegato Michael Chui, uno degli autori del rapporto, manderanno a casa 1,7 milioni di camionisti, nella sola America, ma è anche vero che la sostituzione della flotta richiederebbe un investimento di mille miliardi di dollari. E tutto questo rallenta ancora i più il processo di automatizzazione.

Potranno essere automatizzati anche i lavori più ‘intellettuali’

Ad esser sostituiti dai robot, in futuro, non saranno solo gli operai. L’intelligenza artificiale ha reso le macchine capaci di leggere e analizzare un discorso: anche avvocati, giornalisti e banchieri, tra gli altri, potranno avere come validi collaboratori dei piccoli robot.

“I robot e i computer possono non solo eseguire una serie di attività lavorative di routine meglio e più a buon mercato rispetto agli esseri umani, ma sono anche sempre più in grado di svolgere attività che includono capacità cognitive una volta considerate troppo difficili da automatizzare con successo, come prendere decisioni, rilevare emozioni o guidare un’auto”, si legge nel rapporto.

Robot: saranno loro a selezionare gli umani ai colloqui di lavoro

Mentre c’è chi si preoccupa di assumere i robot in fabbrica, c’è chi si preoccupa di dar vita ad un robot in grado di fare colloqui di lavoro e selezionare gli umani più idonei per ricoprire un determinato ruolo.

Matilda, progettata dal Research Center for Computers, Communication and Social Innovation (Reccsi) dell’Università La Trobe di Melbourne, in Australia, legge, risponde e memorizza le emozioni umane come le espressioni facciali, la voce e il tatto. Il robot sottopone i candidati a una serie di domande, analizza le risposte e le confronta con quelle degli altri candidati, monitora le loro espressioni facciali e si ispira, nella scelta, agli altri impiegati di successo all’interno dell’azienda.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore