skip to Main Content

Internet of things e Industria 4.0: i vantaggi della connessione

Industria

La digitalizzazione e la connessione in rete ci semplificano la vita: i vantaggi dell’Internet of things e dell’Industria 4.0

Basta poco per essere smart, risparmiare e godere di confort prima inimmaginabili. Il mondo dell’Internet of Things e della domotica ha delle potenzialità praticamente infinite, e i vantaggi a livello di risparmio energetico, ambiente, tempo e sicurezza sono davvero consistenti , per case , aziende e persone.

La digitalizzazione e la connessione in rete ci semplificano la vita, a costi, fortunatamente, sempre minori. Pensate di dover rientrare in casa in una fredda serata invernale e di voler trovare, ovviamente, un ambiente caldo e confortevole. Immaginate, anche di aver dimenticato di programmare l’orario di accensione del riscaldamento. Il rientro a casa sarà freddo e sicuramente meno confortevole di quanto avete pensato. L’Internet of Things ci consente di accendere il riscaldamento anche a chilometri e chilometri di distanza, cliccando un tasto del vostro smartphone. Niente sprechi di energia e soldi e, soprattutto, una casa calda al vostro rientro.

Ora pensate di applicare questa efficienza e questo controllo alle aziende: i vantaggi sarebbero enormi, per l’azienda stessa e per il consumatore. Proviamo ad approfondire.

Città ed edifici più smart, ecco come gestire i nostri beni primari

I vantaggi annunciati prima non sono solo teorici. L’utilizzo della soluzione domotica WISER di Schneider Electric, per la contabilizzazione e regolazione del riscaldamento centralizzato e per la gestione dei carichi elettrici, sperimentata all’interno di una palazzina di case popolari di ACER – Azienda Casa Reggio Emilia, e ora disponibile per tutti sul mercato, ha consentito di ottenere importanti risparmi, pari al 20% (al netto delle perdite, i cosiddetti “furti di calore”) rispetto alla stagione invernale precedente.

A livello di consumi di gas, il consumo in metri cubi si è ridotto del 26%.

Nel caso di questa sperimentazione , ogni appartamento è stato dotato di valvole smart e centralina domotica per la termoregolazione degli ambienti, potendo regolare il singolo radiatore, ma anche utilizzando il sistema nel suo insieme con un pulsante che attiva due scenari base (in casa / fuori casa); non è stata volutamente data alcuna formazione specifica su Wiser, per avere conferma che l’utilizzo del sistema sia intuitivo per qualsiasi tipo di utente.

Nelle strategie per la riqualificazione energetica degli edifici, con riduzioni dei consumi del 60-80%, diventerà sempre più importante il ruolo delle tecnologie digitali nella gestione della domanda di energia, in sintonia con le esigenze della rete elettrica” ha commentato a Start Magazine Gianni Silvestrini, Presidente Green Building Council Italia e Direttore scientifico Kyoto Club e QualEnergia.

“Se misuri, migliori e il cittadino diventa consapevole dei suoi comportamenti. La domotica applicata agli edifici è per tutti e permette di ridurre i consumi energetici incrementando il comfort, senza importanti interventi strutturali”, ha commentato a Start Magazine Laura Bruni, Direttore Affari Istituzionali e Relazioni Esterne di Schneider Electric.

Non solo energia ed edifici. Grazie alle più innovative soluzioni, infatti, è possibile anche gestire beni primari e importanti come l’acqua. Oltre il 40% della popolazione mondiale vive in condizioni di stress idrico: saper gestire gli sprechi dell’acqua è un dovere. Oggi, la digitalizzazione ci permette di affrontare i problemi chiave del settore idrico, quali la manutenzione e la modernizzazione delle infrastrutture, la riduzione dei costi energetici e di esercizio, la sicurezza del sito e dei dati e molto altro.

Un sistema efficiente è un vantaggio per l’ambiente e per l’economia dei cittadini. La più grande azienda nel settore idrico e del trattamento delle acque reflue in Inghilterra, Anglian Water può contare , grazie alle tecnologie Schneider Electric, su un sistema integrato per la gestione delle fuoriuscite e della pressione e per ridurre i costi , a tutto vantaggio dei cittadini.

Le opportunità dell’Industria 4.0

Figlia della quarta rivoluzione industriale, l’Industria 4.0 è un fenomeno che difficilmente può essere racchiuso in un’unica ed esauriente definizione. Gli analisti concordano sul dire che si tratta di un processo che porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa. Sicuramente, l’Industria 4.0 è una opportunità da cogliere.

Anche il Governo sta lavorando ad un piano per accelerare lo sviluppo di un’Industria 4.0 in Italia, provando a rilanciare la crescita del Bel Paese, grazie alla digitalizzazione delle aziende. Il piano prevede Investimenti in innovazione e ricerca, in chiave digitale, con incentivi fiscali per il 2017 per 13 miliardi di euro, che non ricadranno tutti sulla legge di bilancio 2017.

La digitalizzazione del processo di produzione, grazie ad un’ unica piattaforma integrata, come PlantStruxure di Schneider Electric, infatti, permette di raccogliere ed utilizzare con un click, anche a distanza , tutti i dati di un’azienda, non solo per la gestione del processo produttivo, ma anche per il governo complessivo di tutti i suoi asset, avendo un quadro chiaro e immediato dei progressi della società in tutti gli ambiti, da quello produttivo ed economico a quello ambientale.

I vantaggi dell’Industria 4.0 non sono trascurabili: tempi brevi , risparmi, clienti più soddisfatti.

“Anche l’ambiente ha un ruolo chiave nel piano Industria 4.0 pensato da Ministero dello Sviluppo Economico. Lo sviluppo del nostro Paese è legato alla sostenibilità. L’innovazione è volta al rispetto degli impegni presi a Parigi: tutte le azioni dovranno essere votate alla riduzione dell’impatto ambientale”, ha dichiarato a Start Magazine Mauro Libè, consigliere del Ministro Galletti. “Governo e Ministero, in realtà stanno già lavorando per sostenere iniziative e sviluppo sostenibile. Il Ministero dell’Ambiente ha già approvato numerosi provvedimenti pro industria-sostenibile, concordati e presentati con il Ministero dello sviluppo economico”.

La rivoluzione dell’internet of Things

Lo abbiamo capito: i dispositivi connessi rivoluzionano il modo di fare industria, di vivere la casa e di fare economia. iQuadro di Schneider Electric è un chiaro esempio di come la connettività, applicata a componenti elettromeccanici, possa far evolvere in modo semplice un quadro elettrico in un vero e proprio sistema smart.

iQuadro è il quadro elettrico intelligente che permette all’utente di avere a disposizione una serie di informazioni fondamentali per il controllo dell’impianto. Ad esempio iQuadro consente di massimizzare l’efficienza energetica degli assets grazie al monitoraggio in tempo reale dei consumi, all’analisi dei profili di carico e all’analisi dei trend storici di consumo e all’allocazione costi per attività/dipartimento.

Ma non solo: iQuadro offre funzioni importanti per la gestione operativa consentendo di ottimizzare e pianificare preventivamente la manutenzione, migliorando l’affidabilità dell’impianto riducendo costosi fuori servizio. E, nel caso si verifichino spiacevoli sorprese, iQuadro diagnosticherà in remoto gli allarmi, dando la possibilità di consultare a distanza lo stato dell’impianto sia da Smartphone che da computer. 

In sintesi: iQuadro aiuta i clienti a rispondere ai bisogni di gestione energetica e gestione operativa in molteplici applicazioni nel mondo terziario/industriale, in modo semplice e con investimenti contenuti.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore