skip to Main Content

F-35, ecco come rallentano le consegne di Lockheed Martin negli Usa

F-35 Lockheed Martin

Lockheed Martin consegnerà meno caccia F-35 del previsto agli Stati Uniti nel 2022

Rallenta il programma F-35, cacciabombardiere di quinta generazione prodotto da Lockheed Martin, negli Stati Uniti.

Lockheed Martin ha dichiarato lunedì di aver concordato con il Pentagono di consegnare da 151 a 153  F-35 nel 2022. È meno dei 169 velivoli che il produttore statunitense aveva sperato di consegnare, sottolinea Reuters.

Il colosso della difesa ha anche affermato che si aspettava di consegnare 156 velivoli negli Stati Uniti a partire dal 2023.

Il governo degli Stati Uniti è il più grande cliente di Lockheed, rappresentando i tre quarti delle sue vendite lo scorso anno. L’F-35 è il caccia da combattimento più avanzato degli Stati Uniti e Lockheed Martin ha affermato che oltre 700 F-35 sono stati consegnati finora al Paese e ai suoi partner.

Nel frattempo, il produttore Lockheed Martin è in trattative con diversi potenziali nuovi clienti per il caccia di quinta generazione. Come annunciato da un manager dell’azienda il 15 settembre durante un briefing al salone britannico Dsei.

Ricordiamo che di recente la Svizzera ha scelto di acquisire 36 caccia statunitensi F-35A (per 5 miliardi di franchi) con le prime consegne previste nel 2027. Nel frattempo, si attendono le decisioni di Canada e Finlandia sulla scelta della nuova flotta di caccia.

Tutti i dettagli sul programma di difesa più costoso e criticato di tutti i tempi.

LE TRATTATIVE CON TRE/QUATTRO PAESI EUROPEI

“Abbiamo un grande interesse qui in Europa, non solo con la gara in corso in Finlandia. Abbiamo colloqui con altri tre o quattro paesi in questo momento”, ha detto Gary North, vicepresidente di Lockheed Martin Aeronautics, durante un incontro con i giornalisti al Dsei.

Quando DefenseNews lo ha pressato per un numero più esatto dopo il briefing, North ha detto che non poteva fornire dettagli se non che si trattava di “più paesi” e che erano in Europa.

IN ATTESA DELLA DECISIONE DEL REGNO UNITO

Nel frattempo, la Royal Air Force del Regno Unito ha attualmente 21 F-35 con altri tre velivoli previsti in consegna a ottobre per un programma record di 138 caccia.

A Gary North è stato chiesto del profondo scetticismo tra la stampa aeronautica britannica che il numero 138 avrebbe resistito.

Il 22 marzo la Difesa britannica ha rilasciato infatti il Defence Command Paper, documento che dettaglia l’Integrated Review.

Il documento prevede un investimento di 2 miliardi di sterline nel Tempest, sistema di combattimento aereo di sesta generazione, nei prossimi quattro anni. Mentre i rumor sul prossimo taglio degli F-35 erano sempre più insistenti, il governo Johnson ha preferito temporeggiare al momento. Il documento fornisce infatti solo vaghi dettagli sul suo impegno totale per il caccia di quinta generazione di Lockheed Martin.

Il documento afferma che il Regno Unito prevede di “far crescere la [F-35] Force, aumentando le dimensioni della flotta oltre i 48 velivoli che abbiamo già ordinato”.

Tuttavia, il documento non specifica i piani precedentemente annunciati per l’acquisto di 138 F-35B.

“Ci siamo impegnati per 48, compreremo 48” F-35, aveva dichiarato James Heappey, ministro delle forze armate del Regno Unito.

“Il programma del record è il programma del record”, ha ribadito il manager di Lockheed Martin. “Siamo ben consapevoli delle sfide e delle discussioni sulla sostenibilità e la manutenibilità, da parte di tutti i governi. Stiamo lavorando molto duramente per garantire che tutti i governi e tutti i nostri clienti comprendano il nostro impegno a mantenere il programma registrato”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore