skip to Main Content

F-35, come va il programma Jsf di Lockheed Martin?

Svizzera F-35

Difetti irrisolti per l’F-35 e le previsioni sui costi del Gao non sono rassicuranti

Ancora turbolenze per il programma F-35, il caccia di quinta generazione di Lockheed Martin.

Il caccia F-35 rimane segnato da oltre 800 carenze software e hardware irrisolte di varia gravità che potrebbero compromettere la prontezza, le missioni o la manutenzione, secondo le statistiche aggiornate pubblicate martedì dal Direttore dei test operativi e della valutazione (Dot & E).

Il numero di “carenze aperte”, che includono otto nella categoria 1 più grave, non è migliorato in modo significativo da quando la fase di sviluppo e dimostrazione del caccia si è conclusa nell’aprile 2018 “perché i test continuano a scoprire nuovi problemi”, ha affermato Raymond O’Toole Jr, capo del Dot&E in una dichiarazione a un sottocomitato dei servizi armati della Camera.

Ma non finisce qui per il programma Jsf.

Secondo le stime attuali, l’aeronautica statunitense raggiungerà un punto di svolta in cui i costi di mantenimento dell’F-35 previsti diventeranno troppo esosi, costringendo la forza armata a ridurre l’acquisto pianificato del caccia o a ridurre drasticamente le ore di volo, secondo un nuovo rapporto del Government Accountability Office (Gao).

Pertanto, il Gao ha suggerito che il Pentagono riferisca annualmente al Congresso sui suoi progressi nel raggiungimento degli obiettivi dell’F-35 all’interno dei fondi disponibili e che “le decisioni di approvvigionamento dell’F-35 dipendono dai progressi del DoD (Dipartimento della Difesa) nel raggiungimento di questi vincoli”.

Ricordiamo che di recente la Svizzera ha scelto di acquisire 36 caccia statunitensi F-35A (per 5 miliardi di franchi) con le prime consegne previste nel 2027. Nel frattempo, si attendono le decisioni di Canada e Finlandia sulla scelta della nuova flotta di caccia.

Tutti i dettagli.

LE CARENZE DEL CACCIA F-35

Le 864 carenze in sospeso il mese scorso “sono leggermente inferiori alle 872 che abbiamo segnalato nel marzo 2021”, ha affermato Jon Ludwigson, direttore del Gao. Oggi sono operativi più di 670 velivoli su un potenziale 3.316 per forze armate statunitensi e clienti stranieri, con nove paesi che dichiarano che l’aereo ha una capacità operativa iniziale.

“Le carenze rappresentano casi specifici in cui il sistema d’arma non soddisfa i requisiti o in cui la sicurezza, l’idoneità o l’efficacia del sistema d’arma potrebbero essere compromesse”, ha sostenuto Ludwigson.

LA POSIZIONE DI LOCKHEED MARTIN

Dopo i rilievi del Dot&E, il portavoce di Lockheed Martin, Brett Ashworth, ha dichiarato in una e-mail che la società conta sette carenze di categoria 1 “in attesa di decisione del governo”. Secondo Lockheed Martin, tutte le carenze sono nella categoria 1B —  ovvero responsabile di “un impatto critico sulla prontezza della missione”, addestramento o manutenzione — ma nessuna è nella categoria 1A, considerata potenzialmente pericolosa per la vita del pilota.

COSA AVEVA RACCOMANDATO IL GAO

Bloomberg ricorda che nel 2018 proprio il Gao ha raccomandato che l’ufficio del programma F-35 del Pentagono risolvesse tutte le carenze critiche prima di prendere una decisione sulla produzione a pieno ritmo, la fase più redditizia per un appaltatore. I funzionari del Pentagono hanno concordato e “hanno dichiarato che la risoluzione delle carenze critiche identificate durante i test sarà affrontata prima della decisione di produzione a pieno ritmo”, ha affermato Ludwigson.

“Secondo i funzionari del programma, almeno sette di queste carenze critiche verranno risolte prima del completamento dei test operativi”, ha affermato Ludwigson.

LE STIME SUI COSTI

Poiché le operazioni F-35 dell’Aeronautica, della Marina e del Corpo dei Marines raggiungeranno il loro picco nel 2036, sarà difficile per le forze armate permettersi di sostenere l’F-35 se il costo rimane alle stime attuali, sostiene il Gao in un rapporto del 7 luglio.

In particolare, secondo il Gao, il DoD dovrà affrontare un divario di 6 miliardi di dollari nel 2036 tra il costo effettivo del mantenimento degli F-35 e il costo che le forze armate possono permettersi.

“Se i previsti superamenti dei costi di sostentamento annuali non vengono invertiti e allineati con i vincoli di accessibilità, nel tempo ci sarà una pressione crescente e significativa sul budget annuale del DoD come il numero dei gli aerei della flotta F-35 aumentano”, ha affermato il Gao.

QUANTO COSTERÀ IL PROGRAMMA F-35

Come ricorda DefenseNews, “il programma F-35 costerà ai contribuenti un totale di 1,7 trilioni di dollari durante il suo ciclo di vita, secondo la stima del 2020 del Pentagono. Le attività di supporto — che includono la manutenzione del caccia, la manodopera necessaria per supportare l’aereo, i costi del carburante e delle munizioni per l’addestramento, le attrezzature di supporto, alcuni costi associati all’addestramento e altre spese — si quantificano in 1,3 trilioni di dollari di costi del ciclo di vita dell’F-35”.

La stima di 1,3 trilioni di dollari riflette un aumento di oltre 150 miliardi di dollari da quando il programma è stato rideterminato nel 2012. Secondo il Gao ci sono segnali che le spese di mantenimento potrebbero continuare a crescere.

Il problema dei costi di mantenimento danneggia in modo schiacciante l’Air Force, il singolo più grande cliente dell’F-35.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore