skip to Main Content

Ecco come va Leonardo settore per settore, tutti i numeri

Leonardo

Che cosa emerge dai risultati dell’anno 2021 di Leonardo sugli andamenti dei principali settori di attività (Elicotteri, Elettronica, Aeronautica e Spazio)

 

Il settore difesa ha trainato la ripresa di Leonardo nel 2021.

Il consiglio di amministrazione del gruppo della difesa e aerospazio ha approvato i conti nel 2021 che chiudono con ricavi a 14,1 miliardi (+5%), ordini per 14,3 miliardi (+4%) e utile a 587 milioni (+142%).

Cresce il settore Aeronautico (+15%), nel quale la componente Velivoli compensa la prevista flessione della componente civile. In crescita anche il settore Elettronica per la Difesa e Sicurezza che beneficia della performance positiva della componente europea del settore. Gli Elicotteri registrano un volume di ordinativi sostanzialmente in linea con l’anno precedente.

“Il 2021 è stato un anno importante” commenta l’ad di Leonardo Alessandro Profumo. “Resta solido il business difesa e governativo, pari all’88% dei ricavi, e vediamo segnali di ripresa nell’aeronautica civile” sottolinea Profumo. “Il flusso di cassa operativo 2021 “è risultato al di sopra della guidance e doppio rispetto alle attese. Abbiamo ripreso il percorso di crescita con risultati al di sopra dei livelli pre-pandemici”.

Tuttavia, continua a soffrire il settore aerostrutture (che hanno bruciato cassa per oltre 300 milioni), “per le quali è in corso il piano di ristrutturazione e rilancio”, ricorda Profumo.

Infine, il gruppo ex Finmeccanica torna a distribuire il dividendo: la cedola è di 14 centesimi per azione.

Ecco di seguito i dettagli sull’andamento dei singoli settori così come si evincono dal comunicato e dalla relazione sui conti 2021 Leonardo:

ELICOTTERI

L’andamento del 2021 conferma il trend di crescita di Ricavi ed EBITA, pur in un contesto ancora caratterizzato dalla pandemia nel segmento civile/commerciale, che mostra segnali di ripresa in termini di acquisizioni. Nel corso del 2021 sono state effettuate consegne di n. 128 nuovi elicotteri (n. 111 nel 2020).

Ordini: sostanzialmente in linea. La crescita delle acquisizioni in ambito civile/commerciale bilancia una riduzione del contributo delle acquisizioni in ambito governativo, particolarmente rilevante nel periodo a confronto.

Tra le principali acquisizioni del periodo si segnalano: il secondo ed il terzo ordinativo nell’ambito del programma TH-73A (AW119) per la US Navy per un totale di n. 72 elicotteri; il secondo atto aggiuntivo per il completamento delle attività di sviluppo e per la fornitura di n. 4 elicotteri di serie relativamente al programma NEES (Nuovo Elicottero da Esplorazione e Scorta) per l’Esercito Italiano; i contratti relativi alla fornitura in Arabia Saudita di n. 9 elicotteri AW139 in ambito governativo per la Saudi Royal Court e di n.16 elicotteri AW139 per The Helicopter Company, società istituita dal Public Investment Fund (PIF) come primo ed unico operatore autorizzato a voli commerciali nel Regno;  i contratti relativi alla fornitura in Italia di n. 8 elicotteri AW139 per la Guardia di Finanza; il contratto, firmato nell’ambito dell’Accordo Government-to-Government (G2G) Italia-Austria, per la fornitura di n. 18 elicotteri AW169M LUH (Light Utility Helicopter) destinati al Ministero della Difesa austriaco; ulteriori ordinativi afferenti i programmi italiani AW169 LUH per i Carabinieri e per l’Esercito per complessivi n. 17 elicotteri; il contratto relativo all’estensione per ulteriori cinque anni del programma WIST (Wildcat Integrated Support and Training) per la fornitura al Ministero della Difesa del Regno Unito di servizi di supporto logistico e di addestramento per la flotta di elicotteri AW159 Wildcat.

Ricavi: in crescita per attività in aumento in ambito governativo in particolare sui programmi NH90 per il Qatar e TH-73A per la US Navy e sulle linee AW189/AW149, che assorbono la attesa leggera flessione dei ricavi in ambito civile commerciale in particolare sulla linea AW139.

EBITA: aumento commisurato ai maggiori volumi di ricavi, con una redditività sostanzialmente allineata al 2020.

L’andamento delle Divisioni del settore degli ultimi 4 anni:

ELETTRONICA PER LA DIFESA E SICUREZZA

I risultati del 2021 sono caratterizzati da un’ottima performance commerciale a conferma del buon posizionamento dei prodotti e soluzioni del Settore, con volumi di ricavi e redditività in crescita in tutte le aree di business sia della componente europea che in Leonardo DRS.

Ordini: in aumento rispetto al 2020, che nell’ultimo trimestre aveva beneficiato di importanti acquisizioni con particolare riferimento all’Elettronica Europa. Tra le principali acquisizioni che hanno caratterizzato l’ottima performance commerciale si evidenziano la fornitura di equipaggiamenti per due sottomarini U212 Near Future Submarines (NFS) che entreranno a far parte della flotta della Marina Militare Italiana a partire dal 2027 e, nell’ambito del più ampio programma Quadriga, l’ordine relativo alla fornitura di radar e dei sistemi di protezione aerea che equipaggeranno i 38 velivoli Typhoon destinati a sostituire i velivoli della Tranche 1 attualmente in dotazione al Ministero della Difesa Tedesco. Nell’ambito del più ampio programma VBM plus si segnala l’ordine per l’upgrade del sistema di tiro e la fornitura del nuovo interfono digitale e di un sistema CIS completamente aggiornato e del nuovo sistema di Comando e Controllo, denominato C2D/N Evo. In ambito Cyber, si segnala l’ordine relativo alla Fase 4 del programma Sicote (Sistema Controllo del Territorio) incentrato su soluzioni innovative per il supporto alle attività istituzionali dell’Arma dei Carabinieri e dello Stato Maggiore della Difesa. In ambito Automazione si cita l’ordine per potenziare la gestione logistica dei sistemi di smistamento bagagli, che saranno dotati della tecnologia di sicurezza approvata dalla European Civil Aviation Conference (ECAC) per n. 10 aeroporti spagnoli. Infine, per Leonardo DRS, si evidenziano gli ulteriori ordini per la produzione dei sistemi modulari hardware denominati Mounted Family of Computer Systems (MFoCS) da installare sui veicoli da combattimento terrestre per il supporto alla manovrabilità e alla logistica per l’esercito degli Stati Uniti e l’ordine M-SHORAD per fornitura iniziale di un Mission Equipment Package, da integrare sui veicoli pesanti di tipo striker e che consentirà di neutralizzare le minacce aeree a bassa quota incluso quelli a controllo remoto (droni).

Ricavi: in crescita sia nella componente europea, che lo scorso anno aveva risentito dell’applicazione delle misure di contenimento del contagio da COVID-19, che in Leonardo DRS escludendo l’effetto sfavorevole del tasso di cambio USD/€.

EBITA: in aumento per effetto dei maggiori volumi e della migliore redditività rispetto a quanto registrato nel 2020 che aveva risentito, con particolare riferimento alla componente europea, degli effetti derivanti dall’applicazione delle misure di contenimento del contagio da COVID-19. Leonardo DRS, il cui risultato registra una marcata crescita, conferma il trend di incremento della redditività dovuto al passaggio in produzione di alcuni programmi di sviluppo.

L’andamento delle Divisioni del settore degli ultimi 4 anni:

AERONAUTICA

Il Settore evidenzia un’ottima performance del business militare registrando, inoltre, i primi segnali di ripresa nel settore del trasporto regionale, con il consorzio GIE-ATR che rileva un incremento in termini di consegne e ordini. Permane la situazione di insaturazione nella Divisione Aerostrutture a causa della lenta ripresa del business civile dei principali clienti (Boeing e Airbus).

Velivoli

Dal punto di vista produttivo per i programmi militari della Divisione sono state consegnate a Lockheed Martin n. 43 ali e 12 final assy per il programma F-35 (n.37 ali e 7 final assy consegnate nel 2020). Si evidenziano inoltre le prime 2 consegne di velivoli Typhoon al Kuwait.

Ordini: la Divisione ha finalizzato significativi ordini export per 16 velivoli M-346, oltre ad ulteriori ordini sui programmi JSF e di supporto logistico per i velivoli Typhoon. Ricavi: maggiori volumi di produzione della Divisione, in particolare sulla linea dei trainers M-346 e del programma Kuwait.

EBITA: per la Divisione si registra il beneficio dei maggiori volumi confermando l’alto livello di redditività.

Aerostrutture

Per la Divisione sono state consegnate n. 28 sezioni di fusoliera e n. 16 stabilizzatori per il programma B787 (nel 2020 consegnate n. 105 fusoliere e n. 72 stabilizzatori) e n. 15 fusoliere per il programma ATR (n. 26 nel 2020).

Ordini: la Divisione ha risentito delle assenze di nuovi ordini dai clienti Boeing (programma B787) e consorzio GIE, ricevendo ordini dal solo cliente Airbus sui programmi A220 ed A321, che confermano il trend di crescita. Resta stabile la richiesta di B767.

Ricavi: flessione della Divisione, che risente della riduzione dei rate produttivi sui programmi B787 e ATR. EBITA: per la Divisione la prevista riduzione dei volumi di attività e la conseguente insaturazione dei siti produttivi hanno determinato un risultato in netto calo rispetto al 2020.

GIE-ATR

EBITA: registra un risultato in miglioramento grazie alle azioni di contenimento dei costi e all’incremento delle consegne (31 consegne nel 2021 rispetto alle 10 del 2020).

L’andamento delle Divisioni del settore degli ultimi 4 anni:

SPAZIO

Nel 2021 il settore registra, sui principali indicatori, valori ben al di sopra di quelli del 2020, anno in cui gli effetti della pandemia avevano pesantemente condizionato la performance commerciale, i volumi produttivi e la redditività segnatamente nel segmento manifatturiero. Il risultato economico è in netto aumento. Nel segmento manifatturiero, grazie ad un ritorno dei ricavi a livelli pre-pandemia, al deciso aumento di redditività dovuto anche ad un maggior contenimento degli extracosti sui programmi di telecomunicazioni, ed all’eccellente performance del dominio Osservazione Esplorazione e Navigazione e in particolare di TAS Italia.

In progresso anche il segmento dei servizi satellitari, che registra anche quest’anno una solida performance ed un volume di ordini straordinario tale da garantire un rilevante portafoglio ordini a supporto dei volumi degli anni a venire.

Alle citate performance industriali si aggiunge il rilevante beneficio economico registrato sulla componente italiana del business manifatturiero derivante dagli effetti del riallineamento del valore fiscale dell’avviamento, in adempimento alle agevolazioni previste dal Decreto “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia”, convertito con modificazioni nella Legge no. 126 del 13 ottobre 2020 e successiva Legge Bilancio 2021.

L’andamento del settore degli ultimi 4 anni:

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top
 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore