Innovazione

Disney, Fox, Sony e Alibaba si alleano per contrastare YouTube e Netflix

di

Un nuovo rivale scende in pista per Netflix e YouTube. È la startup NewTv, fondata da Jeffrey Katzenberg, che include i principali studios dell’entertainment: Disney, Fox, Sony, Lionsgate, MGM, NBCU, Viacom, WarnerMedia, Alibaba, Liberty Global, Madrone Capital.

L’unione fa la forza dicevano. Oppure un miliardo di dollari. È quanto ha raccolto NewTt, startup fondata da Jeffrey Katzenberg, ex ceo di DreamWorks e guidata da Meg Whitman, già ceo di eBay e HP, con l’ultimo round di finanziamenti chiuso lo scorso 31 luglio.

L’obiettivo è dar vita a un servizio di video on demand che sia un mix tra YouTube e Netflix di prossima generazione con una programmazione originale di dimensioni ridotte pensata per gli smartphone.

IL NUOVO FORMAT

NewTv aspira ad essere una sorta di Netflix focalizzato interamente sul mobile. Secondo Whitman, sentita da Variety, la nuova società è pronta a lanciare il servizio entro la fine del 2019, con una linea premium di serie originali, in forma abbreviata, comprendenti episodi di 10 minuti ciascuno. Il servizio prevede due livelli di abbonamento: un piano senza pubblicità e un’opzione “advertising-light” à la Hulu, il servizio di video-streaming che prevede anche la presenza di campagne pubblicitarie all’interno dell’offerta di contenuti.

Seguendo il successo di Netflix, NewTV punterà a produzioni originali di qualità, tra cui sitcom, drammi e documentari tranne trasmissioni in diretta. Tutto sarà smartphone-su misura: un sistema di ricerca più immediato e rapido e alcuni contenuti in formato verticale (in stile Snapchat e Instagram) che affiancheranno quelli nel più tradizionale formato orizzontale.

DA UN MILIARDO DI DOLLARI

Oltre che per le caratteristiche dell’iniziativa, l’operazione è singolare anche per la sua entità e per i nomi coinvolti (sia tra i fondatori che tra gli investitori). L’ideatore è Jeff Katzenberg, fondatore (con Steven Spielberg e David Geffen) della DreamWorks (la casa produttrice di Shrek) nonché presidente di Walt Disney Studios per un decennio fino al 1994. Katzenberg ha voluto al proprio fianco una manager con un solido cv: la ex numero uno di HP Meg Whitman, prima ancora ceo di eBay. “In realtà, questo ci consente di lanciare la nostra visione e di riunire il meglio di Hollywood e della Silicon Valley”, ha dichiarato Whitman.

I PARTNER DEL SETTORE

Katzenberg ha annunciato ieri che NewTv conterà sul supporto di 10 studios di Hollywood che hanno appoggiato il progetto: la Walt Disney Company, Entertainment One, 21st Century Fox, ITV, Lionsgate, Metro Goldwyn Mayer, NBC Universal, Sony Pictures Entertainment, Viacom e Warner Media.

QUELLI STRATEGICI

Gli investitori strategici includono la società Madrone Capital Partners, che ha guidato il round di finanziamenti, insieme a Goldman Sachs, JPMorgan Chase & Co. e John Malone’s Liberty Global.

Madrone Capital Partners  ha connessioni con la famiglia Walton fondatrice di Walmart. Il colosso della grande distribuzione statunitense non è un investitore di NewTv ma si è dimostrato già interessato a questo business: Walmart starebbe pensando di lanciare una propria piattaforma di video-streaming.

E UNO INASPETTATO

Katzenberg è riuscito a ottenere anche l’apporto di Alibaba, il colosso tecnologico cinese, nonostante la Cina sia off limits per molte società di media, inclusa Netflix.

GUARDEREMO LA TV SUL NOSTRO SMARTPHONE

Ma la gente pagherà davvero per guardare i programmi televisivi di dimensioni ridotte sui telefoni? Katzenberg ne è convinto. Citando le stime di Forrester Research, ha sottolineato a Variety il continuo aumento degli utenti di smartphone: nel 2018, il numero di abbonati unici per smartphone globali supererà i 3 miliardi, con un tasso di penetrazione del 55% della popolazione. E NewTV punta proprio a loro.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati