Innovazione

Cosa farà (e con chi) Huawei in Russia sulla rete 5G

di

5g

Tutte le ultime novità sulla rete 5G in Russia

Novità 5G in Russia.

Secondo un approfondimento realizzato da Inside Over, il gestore di telefonia mobile russo Mts si è visto assegnare dal Servizio Federale per la Supervisione nella Sfera della Connessione e Comunicazione di Massa la licenza per la costruzione di infrastrutture 5G sino al 2025.

IL PRIMO OPERATORE A RICEVERE UNA LICENZA 5G IN RUSSIA

Mts è, di fatto, il primo operatore a ricevere una licenza simile, ottenuta in tutte le regioni della Federazione Russa, ad eccezione della Crimea e di Sebastopoli, dove Mts non ha reti: in quell’area, però, fornirà i suoi servizi con l’aiuto di partner in roaming.

“Lo standard 5G consentirà ai clienti aziendali di utilizzare attivamente l’intelligenza artificiale, l’internet delle cose, le tecnologie di realtà aumentata e virtuale per il controllo remoto delle apparecchiature, lo sviluppo di veicoli senza pilota, i programmi di formazione interattiva e la creazione dei più recenti sistemi di controllo di qualità nella produzione. Abbiamo ancora molto da fare affinché le tecnologie 5G diventino davvero massicce, ma oggi è ovvio che saranno richieste in quasi tutti i settori e diventeranno uno dei settori guida più importanti dell’economia del Paese nei prossimi anni”, ha detto il presidente di Mts Alexei Kornya.

LA RETE SARÀ COSTRUITA DA HUAWEI

E come opererà la rete 5G di Mts se non con la tecnologia di Huawei? A giugno dello scorso anno Huawei ha firmato con Mosca un accordo per lo sviluppo della rete di nuova generazione che sarebbero state realizzate proprio da Mts.

Il fatto è che in Russia i lavori di Huawei procederanno in parallelo con quelli di Rostelecom e Rostec, due aziende di Stato attive nel campo della Difesa che hanno concluso un accordo con il governo o al fine di realizzare delle zone pilota 5G nel Paese,

L’amministratore delegato di Rostec, Sergei Chemezov, ha infatti affermato che la sua società prevede di lanciare una zona pilota 5G con proprie attrezzature in una delle regioni della Federazione Russa entro il 2022-2023.

Esistono tuttavia già delle prime zone pilota 5G in Russia, si basano su apparecchiature straniere, nella fattispecie Ericsson-Tele2, e sono state lanciate a Mosca dagli operatori mobili russi già nel 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati