Innovazione

Con Disney Plus Topolino farà vedere le stelle a Netflix?

di

Disney Plus

L’azienda di Topolino ha lanciato oggi il servizio di video streaming Disney Plus. Fatti e scenari

 

Sarà Topolino a strappare lo scettro dello streaming a Netflix? Oggi la compagnia guidata da Bob Igers ha lanciato Disney Plus, il proprio servizio streaming negli Stati Uniti, in Canada e nei Paesi Bassi. Con una vasta libreria di prodotti popolari (dai cartoni animati Pixar ai classici Disney, dalla saga Star Wars fino ai supereroi Marvel) Disney Plus ha le carte per essere il più grande concorrente di Netflix.

LA PIATTAFORMA DISNEY +

Dopo una prova nei Paesi Bassi, il nuovo servizio di streaming Disney sarà lanciato il 12 novembre negli Stati Uniti e in Canada mentre il Regno unito e il resto d’Europa dovranno aspettare l’inizio del prossimo anno. Con un abbonamento da 6,99 dollari al mese, gli utenti avranno accesso a quasi 500 film e 7.500 episodi di contenuti targati Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic.

UNA NUOVA SERIE PER IL LANCIO

Come parte del lancio della piattaforma il colosso dell’entertainment californiano ha anche presentato la sua prima serie originale, The Mandalorian, ambientata nell’universo di Guerre Stellari.

IN CONTRASTO AL BINGEWATCHING DI NETFLIX

La Disney ha annunciato che la maggior parte dei nuovi episodi di ogni serie sarà presentata in anteprima il venerdì. In questo modo la piattaforma di Mickey Mouse prende le distanze dal modello Netflix del binge watching: guardare tutti gli episodi di una serie tv appena rilasciata uno dietro l’altro.

UN CATALOGO GHIOTTO

Gli abbonati avranno dunque accesso all’intera collezione di film d’animazione della Disney — tra cui Pixar — e molti dei film di maggior successo di botteghino di Disney e Fox, come le serie Marvel e la saga Star Wars.

Saranno inoltre disponibili centinaia di episodi di successi televisivi, inclusi tutti gli episodi dei Simpson, oltre 400 ore di contenuti da National Geographic e migliaia di episodi di Disney Channel e Disney Junior.

LA STRATEGIA DI TOPOLINO

Tanti assi quindi nella manica della compagnia Mickey Mouse ma da zero ai 150 milioni di abbonati in tutto il mondo del leader Netflix il passo non è così breve. Anche se Disney gioca la carta del prezzo competitivo insieme ad altre offerte interessanti. Gli abbonati wireless Verizon con piani illimitati hanno la possibilità di ottenere Disney + gratis per un anno, il che potrebbe aiutare a far aumentare il numero di abbonati Disney a milioni prima che il 2019 finisca. Non solo. Disney offrirà agli abbonati Disney Plus, Hulu (con pubblicità) ed ESPN + in un pacchetto a 12,99 dollari al mese. Questo significa che l’abbonato avrà disponibili per lo streaming spettacoli da NBC, ABC, Fox ed  ESPN, tutto su Disney Plus allo stesso prezzo con cui si sta già pagando per Netflix.

TRIMESTRALE OLTRE LE ATTESE

Il numero uno della Casa di Topolino Bob Igers arriva oggi anche con l’ultimo trimestre chiuso in positivo. Alla fine della scorsa settimana, Disney ha registrato infatti entrate trimestrali migliori del previsto e una crescita record degli utili tanto che il titolo si trova in rialzo di oltre il 20% da inizio anno. Le entrate sono aumentate di oltre il 50% rispetto a un anno fa e gli utili dell’80%. Tutto merito dei parchi tematici e del successo al botteghino del film “il Re Leone”.

LA GUERRA DELLO STREAMING

Con l’ingresso della piattaforma di Topolino sul mercato, la guerra del video streaming è ufficialmente iniziata. A inizio novembre il colosso di Cupertino ha lanciato Apple TV + al costo di 4,99 dollari al mese schierando una serie tv originale “The Morning Show” ma la libreria è piuttosto limitata in confronto a Netflix&co. E questo è solo l’inizio. Nei prossimi mesi a Netflix, Disney Plus, Amazon Prime Video, Hulu e Apple TV + si aggiungeranno due nuovi competitor. Ad aprile NBCUniversal di Comcast avvierà il suo primo servizio di streaming chiamato Peacock mentre a maggio AT&T  lancerà HboMax.

NETFLIX DEVE TEMERE?

Nel frattempo, Netflix ha costantemente aumentato i suoi prezzi negli ultimi anni. Attualmente il suo piano più popolare costa 12,99 dollari al mese. Se la società di Reed Hastings è stata finora ottimista sull’aumento dei giocatori nel campo del video streaming, ha anche ammesso nella sua relazione sugli utili del terzo trimestre che un aumento della concorrenza e prezzi più alti potrebbero limitare la sua crescita degli abbonati.

Netflix prevede di chiudere l’anno con oltre 165 milioni di abbonati in tutto il mondo. Questo è più di cinque volte più grande di Hulu da parte degli abbonati. Anche se Netflix perdesse metà dei suoi abbonati nei prossimi cinque anni, potrebbe comunque battere Disney Plus. Bob Igers prevede infatti che il servizio di Topolino impiegherà almeno cinque anni per raggiungere dai 60 ai 90 milioni di membri.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati