skip to Main Content

Perché Bancomat ricorrerà a Sia

Sia

Cosa prevede il memorandum d’intesa tra Bancomat e Sia per lo sviluppo di un nuovo hub tecnologico per i servizi di prelievo e pagamento. Tutti i dettagli

 

Bancomat, il consorzio proprietario dei marchi Bancomat e PagoBancomat, ha sottoscritto un memorandum d’intesa con Sia, società controllata da CDP Equity che sviluppa tecnologie per il settore bancario e finanziario.

L’obiettivo dell’accordo, si legge nel comunicato, è la creazione di una nuova “filiera” per i sistemi di prelievo e di pagamento Bancomat, PagoBancomat e Bancomat Pay (il servizio digitale lanciato nel 2019), che verranno ammodernati e abilitati per l’utilizzo anche internazionale.

UN NUOVO HUB TECNOLOGICO

L’intero circuito Bancomat sarà riorganizzato secondo un modello centralizzato che, a detta del consorzio, garantirà una governance migliore. Sia svilupperà quindi un nuovo hub tecnologico per Bancomat, che si occuperà poi della gestione: sarà operativo entro il 31 dicembre 2024 e verrà messo a servizio delle banche, dei processor e di tutti gli operatori della filiera.

L’hub, afferma Bancomat, “permetterà di spingere ulteriormente sull’innovazione anche grazie ad un ridotto time-to-market“.

LA NEWCO PER LA GESTIONE DEL PROCESSING

Il memorandum tra Bancomat e Sia prevede anche la costituzione di una NewCo, ovvero una nuova società, dedicata alla gestione delle attività di processing delle transazioni via Bancomat, PagoBancomat e Bancomat Pay.

I dettagli sono scarsi: Bancomat e Sia fanno sapere che verranno offerte maggiori specifiche negli accordi che saranno sottoscritti entro la fine dell’anno. Della NewCo si sa che opererà “in concorrenza con gli altri processor”.

IL COMMENTO DI ZOLLO (CEO BANCOMAT)

Alessandro Zollo, amministratore delegato di Bancomat, ha detto che il memorandum d’intesa con Sia è in continuità con il percorso d’innovazione avviato dal Piano Industriale [2020-2024, ndr] e conferma il ruolo di leader che Bancomat S.p.A. ha e intende continuare ad avere nell’evoluzione del settore dei pagamenti
digitali”.

“La nuova strategia di go-to-market, che il mercato oggi impone”, ha dichiarato, “ci posizionerà come epicentro della rivoluzione digitale del Paese”.

I PIANI DI BANCOMAT

Bancomat è già leader nel mercato dei pagamenti con carta di debito in Italia, possedendo una quota dell’80 per circa. La società – come scrivevamo su Start Magazine – sta pensando a un aumento di capitale senza tuttavia che questa comporti una crescita del numero di azionisti: sono 125, e i più importanti sono Intesa Sanapaolo (24,2%, Unicredit (18,9%), Banco Bpm (7,6%), Mps (7,5%), Bnl-Bnp (5%).

Nei piani di Bancomat c’è anche l’ipotesi di far effettuare prelievi agli sportelli automatici direttamente nei pubblici esercizi. La società è coinvolta in un’istruttoria dell’AGCM sul nuovo progetto per il prelievo con carta agli Atm, la cui principale novità risiede nell’eliminazione delle commissioni interbancarie.

Ecco paure e piani del consorzio Bancomat

Ing, Fineco, Che Banca. Ecco i subbugli su Bancomat

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore