Advertisement skip to Main Content

Gabanelli Energia

Tassare anche il contante che si deposita. Bufera sull’ideona di Milena Gabanelli

Chi e come ha commentato la proposta della giornalista Milena Gabanelli: "Non bisogna tassare solo il contante che prelevi ma anche quello che depositi, altrimenti l’operazione è monca"

 

Secondo Milena Gabanelli “non bisogna tassare solo il contante che prelevi ma anche quello che depositi, altrimenti l’operazione è monca”.

(VERITA’ E BUGIE SU EVASIONE FISCALE E USO DEL CONTANTE. L’ANALISI DI LITURRI)

Ha commentato Mario Seminerio, esperto di economia e finanza, curatore del blog Phastidio.net: “Uhm. Ma che facciamo -ad esempio- con gli esercenti pagati in contanti e che vanno a depositare in cassa continua l’incasso della giornata? Sono da considerare correi dell’orrido reato di utilizzo del contante? Ma soprattutto: a Gabanelli non sorge il sospetto che questo sarebbe un potente disincentivo a immettere denaro nel circuito bancario, dove diverrebbe comunque tracciabile, in un modo o nell’altro? Vai a saperlo. C’è da segnalare che, poiché una grande idea non muore mai ma al limite resta in archivio a disposizione dei volenterosi posteri, già nel lontano 2012 Gabanelli aveva proposto di punire i depositi di contante, esattamente come i prelievi, escogitando un “ingegnoso” sistema di cashback fiscale”.

(CHE COSA HA PROPOSTO CONFINDUSTRIA SULLA TASSAZIONE DEL CONTANTE. IL REPORT COMMENTATO DA ZANETTI)

Su Twitter il dibattito si è acceso e quasi tutte le reazioni sono state contrarie all’idea della giornalista che cura “Dataroom” per il Corriere della Sera.

Ecco i tweet più significativi scelti dalla redazione di Start:

(VI DICO COME SI FA DAVVERO LA LOTTA ALL’EVASIONE. ALTRO CHE LE FISSAZIONI CONTRO IL CONTANTE… ANALISI)

(VERITA’ E BUGIE SU EVASIONE FISCALE E USO DEL CONTANTE. L’ANALISI DI LITURRI)

(CHE COSA HA PROPOSTO CONFINDUSTRIA SULLA TASSAZIONE DEL CONTANTE. IL REPORT COMMENTATO DA ZANETTI)

Back To Top