Advertisement skip to Main Content

Chesapeake

L’affare Chesapeake cambierà il settore del gas Usa?

Chesapeake vuole acquisire la rivale Southwestern Energy per 7,4 miliardi di dollari, diventando la prima azienda produttrice di gas degli Stati Uniti. Tutti i dettagli.

La società energetica americana Chesapeake Energy ha annunciato oggi di voler acquistare tutta l’azienda rivale Southwestern Energy attraverso una transazione valutata 7,4 miliardi di dollari: l’operazione farà di Chesapeake la più grande azienda produttrice di gas naturale degli Stati Uniti (attualmente è la seconda), superando EQT Corp.

TUTTI I MAXI-ACCORDI NEL SETTORE ENERGETICO USA

La mossa, inoltre, fa seguito a una serie di patti multimiliardari di acquisizione nel settore energetico statunitense, come quello tra le compagnie petrolifere ExxonMobil e Pioneer Natural Resources (valore: 60 miliardi di dollari) e quello tra Chevron ed Hess (valore: 53 miliardi).

Chesapeake ha offerto un prezzo di 6,69 dollari per ciascuna azione di Southwestern: stando ai calcoli di Reuters – che lo scorso ottobre aveva rivelato in esclusiva le trattative tra le due società – si tratta di un valore del 3 per cento più basso rispetto a quello dell’ultima chiusura di borsa.

L’operazione dovrebbe concludersi nel secondo trimestre del 2024.

COSA PENSANO GLI ANALISTI

L’accordo è stato valutato positivamente dagli analisti finanziari. Anche perché si prevede che l’anno prossimo i prezzi statunitensi del gas naturale beneficeranno di un aumento delle esportazioni dopo un 2023 tutto sommato fiacco per via della produzione molto abbondante, dei consumi stabili e dell’aumento delle scorte.

CHESAPEAKE PUNTA SUL GAS NATURALE

L’offerta di acquisto di Southwestern rappresenta il tentativo più grande di Chesapeake di rafforzare la sua posizione nel settore del gas naturale – distaccandosi in parallelo dall’estrazione di petrolio – dopo la bancarotta del 2021. L’anno scorso, peraltro, l’azienda si è già garantita una presenza maggiore nei giacimenti di shale (si chiamano così le rocce di scisto da cui si estraggono idrocarburi, di cui gli Stati Uniti sono ricchi) nel nordest del paese con l’acquisizione di Chief E&D per 2,5 miliardi di dollari.

La produzione gasifera di Southwestern si concentra nelle formazioni shale nella regione dell’Appalachia e nel bacino di Haynesville della Louisiana, negli Stati Uniti meridionali.

– Leggi anche: Ecco come gli Stati Uniti hanno superato la Russia con l’export di Gnl. E la Cina…

Back To Top