skip to Main Content

Orcel

Tutti i sì dei soci di Unicredit (anche allo stipendione per Orcel)

Che cosa ha approvato l'assemblea dei soci di Unicredit

 

L’assemblea di Unicredit ha dato il via libera alla nuova politica di remunerazione che riguarda 935 top manager del gruppo. Il compenso di Andrea Orcel sarà così di 9,75 milioni tra fisso e variabile se supererà nel 2023 i target. Alla proposta ha dato l’ok con il 69,10% del capitale presente (una percentuale superiore alle attese di alcuni analisti).

IL VIA LIBERA AL BILANCIO DI UNICREDIT

L’assemblea ha inoltre approvato, con il 98,72% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, il bilancio di Unicredit al 31 dicembre 2022 e con il 99,97% la proposta di destinazione dell’utile. E’ passato inoltre con il il 97,23% del capitale sociale presente il piano di riacquisto di azioni.

OK AL PIANO DI REMUNERAZIONE DEI VERTICI DI UNICREDIT

Con il 99,08% l’ok all’applicazione del rapporto tra remunerazione variabile e remunerazione fissa pari a 2:1 nell’organizzazione e con il 71,08% il sistema incentivante di gruppo 2023. Mentre il l 99,82% ha detto sì alla proposta del cda di determinare in 12 il numero dei componenti del board.

A QUANTO POTRANNO ARRIVARE I COMPENSI DI ORCEL

Per Orcel, dunque, c’è la possibilità di incrementare sia la retribuzione fissa sia la parte variabile, pagata in azioni, ma solo nel caso in cui riuscisse a superare target molto stringenti. Per un totale che potrebbe arrivare a 9,75 milioni l’anno. (TUTTI I DETTAGLI SULLO STIPENDIONE DI ORCEL)

IL COMMENTO DI PADOAN, PRESIDENTE DI UNICREDIT

“Ci fa particolarmente piacere notare che abbiamo avuto la più alta partecipazione assembleare da molti anni a questa parte e che la stragrande maggioranza dei voti positivi provenga da azionisti attivi di UniCredit che condividono la nostra visione di lungo termine”, ha detto il presidente di UniCredit, Pier Carlo Padoan commentando i risultati dell’assemblea. Padoan manifesta inoltre “gratitudine per gli azionisti che hanno approfondito e compreso le proposte e che hanno attivamente partecipato alle attività’ di engagement”

+++

ECCO IL COMUNICATO INTEGRALE DI UNICREDIT:

Si è svolta oggi a Milano l’Assemblea di UniCredit S.p.A., tenutasi in sessione ordinaria e straordinaria, che ha deliberato sulle materie all’ordine del giorno.

Pier Carlo Padoan, presidente di UniCredit, ha dichiarato: “Desideriamo esprimere la nostra soddisfazione per il supporto degli azionisti per tutte le proposte sottoposte al loro voto e in particolare per la nuova politica sulla remunerazione che è stata concepita per raggiungere fondamentalmente due obbiettivi: in primo luogo, rafforzare la nostra cultura della performance e incentivare l’eccellenza, in secondo luogo, garantire un totale allineamento di interessi di lungo periodo tra management e azionisti. Riteniamo che questi principi siano i migliori possibili e che riflettano la nostra ambizione a essere un punto di riferimento per il nostro settore.

Desideriamo anche manifestare la nostra gratitudine per gli azionisti che hanno approfondito e compreso le proposte e che hanno attivamente partecipato alle attività di engagement. Ci fa particolarmente piacere notare che abbiamo avuto la più alta partecipazione assembleare da molti anni a questa parte e che la stragrande maggioranza dei voti positivi provenga da azionisti attivi di UniCredit che condividono la nostra visione di lungo termine.

Riteniamo particolarmente significativo aver raggiunto questo risultato nonostante diverse speculazioni mediatiche sul tema della remunerazione. Questo è la prova dell’impegno dei nostri azionisti a riconoscere e apprezzare le nuove politiche per quello che sono, dimostrando che il successo di UniCredit sarà davvero collettivo.

Desideriamo infine ringraziare il presidente del comitato remunerazione, Jeffrey Alan Hedberg, per la sua disponibilità e professionalità nell’impegno richiesto per ottenere questo importante risultato”.

Parte Ordinaria

Approvazione Bilancio 2022

L’Assemblea ha approvato, con il 98,72% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, il Bilancio di UniCredit S.p.A. al 31 dicembre 2022 corredato dalle Relazioni del Consiglio di Amministrazione, della Società di Revisione e del Collegio Sindacale.

Destinazione dell’utile di esercizio 2022

L’Assemblea, richiamate le determinazioni assunte in sede di approvazione del Bilancio di UniCredit S.p.A. al 31 dicembre 2022, e sulla base del risultato di esercizio 2022 pari ad Euro 3.106.674.499,75, ha deliberato, con il 99,97% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, di destinare l’utile di esercizio come segue:

  • ai soci un dividendo unitario di 0,9872 Euro per ogni azione in circolazione, avente diritto al pagamento del dividendo alla data prevista di godimento, per un importo massimo di Euro 1.906.562.000,00;
  • a favore di UniCredit Foundation un importo pari ad Euro 20.000.000,00 per iniziative sociali, di beneficienza e culturali;
  • alla costituzione di una specifica Riserva per iniziative sociali, di beneficenza e culturali finalizzate all’inclusione sociale e lavorativa dei giovani, alla promozione dell’educazione e al sostegno alle comunità maggiormente impattate dalla transizione energetica per un importo di Euro 5.000.000,00;
  • alla Riserva connessa al Sistema di incentivazione a medio termine per il personale di Gruppo, per un importo pari ad Euro 75.000.000,00;
  • alla Riserva Legale un importo pari ad Euro 100.000.000,00;
  • alla Riserva Statutaria per l’importo residuo.

Avviso di pagamento dividendo

Il Dividendo sarà messo in pagamento, in conformità alle norme di legge e regolamentari applicabili, il giorno 26 aprile 2023, con data di “stacco” (cedola n. 7) il giorno 24 aprile 2023, tramite gli Intermediari aderenti al sistema di gestione accentrata Monte Titoli. Ai sensi dell’art. 83-terdecies del D.Lgs n. 58/1998, saranno legittimati a percepire il dividendo coloro che risulteranno azionisti in base alle evidenze dei conti relative al termine della giornata contabile (record date) del 25 aprile 2023.

Eliminazione di riserve negative per le componenti non soggette a variazioni mediante copertura delle stesse in via definitiva

L’Assemblea ha approvato, con il 99,99% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la copertura di riserve negative per complessivi Euro 376.811.841,27 mediante utilizzo: i) della Riserva Sovrapprezzo Azioni per Euro 302.503.519,66 a copertura della Riserva Negativa per oneri connessi al pagamento nell’esercizio 2022 delle cedole relative agli strumenti di capitale Additional Tier 1, e ii) della Riserva Statutaria per Euro 74.308.321,61 a copertura della Riserva negativa riveniente dal pagamento nel 2022 connesso al contratto di usufrutto correlato agli strumenti finanziari Cashes.

Autorizzazione all’acquisto di azioni proprie finalizzato alla remunerazione degli azionisti. Deliberazioni inerenti e conseguenti

L’Assemblea, con il 97,23% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione, ai sensi degli articoli 2357 del codice civile e 132 del TUF, ad effettuare atti di acquisto, anche in parte e/o in via frazionata, per un massimo di azioni della Società corrispondente a un esborso complessivo di massimi Euro 3.343.438.000,00 e, in ogni caso, non superiore a n. 230.000.000 azioni UniCredit. L’operazione è stata autorizzata dalla BCE, come comunicato in data 28 marzo 2023. Gli acquisti di azioni UniCredit potranno essere effettuati e quindi completati, entro la prima tra:

  1. la data che cadrà dopo 18 (diciotto) mesi a decorrere dalla data odierna e
  2. la data dell’Assemblea che sarà chiamata ad approvare il bilancio relativo all’esercizio che si chiuderà al 31 dicembre 2023.

Gli acquisti di azioni UniCredit, ove avviati, dovranno essere realizzati a un prezzo che sarà individuato di volta in volta, nel rispetto delle eventuali prescrizioni regolamentari, anche dell’Unione europea, pro-tempore vigenti, fermo restando che il prezzo di acquisto non potrà discostarsi in diminuzione o in aumento di oltre il 10% rispetto al prezzo ufficiale che il titolo UniCredit avrà registrato nella seduta di Euronext Milan, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., del giorno precedente al compimento di ogni singola operazione di acquisto.

L’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie si inquadra nelle attività previste dal Piano strategico 2022 – 2024 “UniCredit Unlocked” finalizzate alla remunerazione degli azionisti.

Relazione sulla Politica 2023 di Gruppo in materia di remunerazione

L’Assemblea ha approvato, con il 69,10% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la Relazione sulla Politica 2023 di Gruppo in materia di remunerazione che definisce i principi e gli standard che UniCredit applica nel definire, implementare e monitorare le prassi, i piani e i programmi retirbutivi del Gruppo.

Relazione sui compensi corrisposti

L’Assemblea ha approvato, con il 92,88% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la Relazione sui compensi corrisposti che fornisce un’informativa dettagliata sulla retribuzione del Gruppo rispetto alle politiche retributive, prassi e risultati.

Sistema Incentivante di Gruppo 2023

L’Assemblea ha approvato, con il 71,08% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, l’adozione del Sistema Incentivante di Gruppo 2023 che, in linea con quanto richiesto dalle Autorità nazionali ed internazionali, prevede il riconoscimento di un incentivo – in denaro e/o in azioni ordinarie UniCredit – da corrispondere, condizionatamente al raggiungimento di specifici obiettivi di performance nell’arco di un periodo pluriennale a selezionate risorse del Gruppo UniCredit.

Applicazione del rapporto tra remunerazione variabile e remunerazione fissa pari a 2:1 nell’organizzazione

L’Assemblea ha approvato, con il 99,08% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la proposta di ripristinare l’applicazione più ampia del rapporto 2:1 tra remunerazione variabile e fissa a tutta la popolazione  ad esclusione delle Funzioni Aziendali di Controllo e delle altre Funzioni per le quali si applica un limite normativo più restrittivo, in linea con quanto previsto dalle normative nazionali ed internazionali.

Determinazione del numero di Amministratori

L’Assemblea ha approvato, con il 99,82% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, la proposta del Consiglio di Amministrazione di determinare in 12 il numero dei componenti del Consiglio di Amministrazione.

Parte Straordinaria

Delega al Consiglio di Amministrazione della facoltà di deliberare un aumento gratuito del capitale sociale al servizio del Piano LTI 2017-2019 e modifica ed integrazione delle deleghe conferite al servizio dei Sistemi Incentivanti di Gruppo già approvati; conseguenti modifiche e integrazioni dell’art. 6 dello Statuto Sociale

L’Assemblea, con il 99,47% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, ha attribuito al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2443 del codice civile, approvando le conseguenti modifiche dello Statuto Sociale, la facoltà di deliberare un aumento gratuito del capitale sociale, nel 2024, ai sensi dell’articolo 2349 del Codice Civile, mediante l’emissione di un numero massimo di 2.000.000 azioni ordinarie, corrispondenti all’ultima tranche del piano di differimento, da assegnare ai beneficiari del Piano LTI 2017-2019.

Delega al Consiglio di Amministrazione della facoltà di deliberare un aumento gratuito di capitale al servizio del Sistema Incentivante di Gruppo 2022 e conseguente integrazione dell’art. 6 dello Statuto Sociale

L’Assemblea, con il 96,66% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, ha attribuito al Consiglio di Amministrazione, ai sensi dell’art. 2443 del codice civile, approvando le conseguenti modifiche dello Statuto Sociale, la facoltà di deliberare un aumento gratuito del capitale sociale, in una o più volte nel 2023 e nel 2024, ai sensi dell’articolo 2349 del Codice Civile, mediante l’emissione di un numero massimo di 4.200.000 azioni ordinarie, corrispondenti alla prima tranche del piano di differimento, da assegnare ai beneficiari del Sistema Incentivante di Gruppo 2022.

Annullamento di azioni proprie senza riduzione del capitale sociale; conseguente modifica dell’art. 5 dello Statuto Sociale. Deliberazioni inerenti e conseguenti

L’Assemblea ha approvato, con il 98,81% del capitale sociale presente e avente diritto al voto, l’annullamento di tutte le azioni UniCredit che verranno eventualmente acquistate in base all’odierna autorizzazione assembleare in sessione ordinaria di cui al punto 4 dell’ordine del giorno rilasciata al Consiglio di Amministrazione per l’acquisto di azioni UniCredit, fino a un massimo complessivamente non superiore a n. 230.000.000 azioni. Il predetto annullamento non avrà alcun effetto sul patrimonio netto della Società, fermo restando l’ammontare del capitale sociale, con conseguente automatico incremento della “parità contabile implicita” delle azioni emesse dalla Società. L’Assemblea ha altresì approvato le modifiche all’articolo 5 dello Statuto Sociale necessarie ai fini dell’attuazione di detta deliberazione.

Back To Top