skip to Main Content

Quanto guadagna Sinner da sponsor e tornei. I conti in tasca all’italiano che ha sconfitto Djokovic

Nel 2023 Jannik Sinner ha guadagnato quasi 30 milioni di euro, di cui 20 solo dagli sponsor (15 arrivano dalla Nike). Fatti, numeri e curiosità

È stata ancora una volta Sinner contro Djokovic. La dea alata ha sorriso all’altoatesino che per la prima volta nella storia porta il tricolore alla finale degli Australian Open.

Jannik Sinner compie quella che è già un’impresa: in quattro set ha sconfitto il rivale-amico Novak Djokovic con i parziali di 6-1, 6-2, 6-7, 6-3.

Il serbo, che per dieci volte ha vinto il trofeo australiano, era reduce da 33 vittorie consecutive.

Un incontro memorabile, che ha costretto gli appassionati a puntare la sveglia alle 4.30 del mattino, uno sforzo fisico e mentale durato quasi tre ore e mezza ma che ha sorriso all’italiano e ai suoi tifosi.

Sinner diventa, così, il terzo tennista ad aver battuto Djokovic alle ATP Finals, in Coppa Davis e in uno Slam, prima di lui ci erano riusciti solo Roger Federer e Rafael Nadal.

QUANTO HA GUADAGNATO SINNER AGLI AUSTRALIAN OPEN

Il mattino all’oro in bocca e questo è proprio il caso di dirlo. Il successo ottenuto dal numero 4 della classifica ATP ha un valore non solo sportivo ma anche economico. Aver raggiunto la semifinale ha fruttato al tennista la cifra di 1,048 milioni di euro (1,725 milioni di dollari australiani). In finale lo attende Daniil Medvedev. Se Sinner riuscirà ad avere la meglio sullo sfidante, si porterà a casa un assegno da quasi 2 milioni di euro (1,914 milioni di euro equivalenti a 3,15 milioni di dollari australiani). In ogni caso il giocatore perdente potrà consolarsi con un assegno che sfiora 1,5 milioni di euro (circa 2,5 milioni di dollari australiani).

TUTTI I PREMI DEGLI AUSTRALIAN OPEN

Sinner, come tutti gli altri giocatori del torneo australiano, ha guadagnato un premio per ogni gara vinta. In dettaglio passare il primo turno gli ha fruttato 73.650 euro, il secondo turno 110.480 euro, il terzo 156.513 euro, gli ottavi di finale 230.167 euro, i quarti di finale 368.267 euro, la semifinale e 607.641 e infine la finale da 1.058.768 euro. La finale degli Australian Open, la semifinale a Wimbledon e il successo in Coppa Davis hanno fatto impennare il patrimonio di Sinner derivante da montepremi: al momento ammonta a 16,8 milioni di euro, più di metà dei quali, circa 9,6 milioni di euro, guadagnati nel 2023.

LO SPONSOR TECNICO NIKE RICOPRE DI ORO SINNER: 150 MILIONI DI EURO IN 10 ANNI

Il golden boy del tennis italiano non guadagna, però solo grazie ai successi sportivi. Nel 2022 Sinner ha guadagnato oltre 2 milioni di dollari grazie ai contratti con gli sponsor che costituiscono la voce più pesante sul bilancio del tennista. L’anno scorso la Nike ha puntato forte sul ragazzo di San Candido e ha “blindato” il campione per i prossimi 10 anni con un contratto da oltre 150 milioni di euro e 15 milioni a stagione.

TUTTI GLI SPONSOR DI SINNER

L’entusiasmo per il successo di Sinner in Australia, che ha sconfitto Djokovic per la terza volta in due mesi e mezzo, è condivisa da estimatori e sponsor. Nell’ultimo anno il ventitreenne ha siglato contratti che gli hanno portato più di 27 milioni di euro di entrate, di cui 15, come detto, arrivano dalla Nike come sponsor tecnico. Oltre a questo Sinner ha siglato altri 11 accordi con altrettante aziende. Si va dall’azienda produttrice di racchette Head, a Lavazza, Rolex, Fastweb, Alfa Romeo, Intesa Sanpaolo, Gucci, Pigna, Parmigiano Reggiano, Technogyme Panini. Un insieme di sponsorizzazioni che porta nelle tasche di Sinner fino a cinque milioni di euro annui (che si sommano a quelli della Nike). Il 2023 è stato, quindi, un anno d’oro per Sinner che ha guadagnato 20 milioni dagli sponsor più 9,6 milioni di euro grazie ai risultati sul campo.

SPONSOR PRONTI A SPENDERE FINO A 9MILA PER UN POST INSTAGRAM DI SINNER

Le attività promozionali che usano il volto di Sinner vanno dagli spot televisivi, alla cartellonistica pubblicitaria ai post sui social network. Come riporta Milano Finanza, uno studio effettuato dalla piattaforma Wcg rileva che il tennista altoatesino è tra i primi dieci tennisti più popolari in gara agli Australiani Open. Un post sul profilo Instagram di Sinner, dove ha circa 1,5 milioni di follower, può arrivare a costare fino a nove mila euro a post sponsorizzato. In questa classifica, per il momento, il più ricco resta Djokovic, il serbo con 14 milioni di follower su Instagram, può ricavare oltre 54 mila euro per post sponsorizzato.

QUANTO FA GUADAGNARE SINNER AGLI SPONSOR

Quelli degli sponsor sui social sono soldi ben spesi. “Secondo un’analisi di Launchmetrics – continua il quotidiano economico -, con il post pubblicato da Sinner su Instagram che lo ritrae con l’attrezzatura di Gucci all’arrivo sul campo centrale di Wimbledon la scorsa estate ha generato 214 mila dollari (196 mila euro) in miv-media impact value, mentre per l’intera durata del torneo inglese il tennista ha generato 2,9 milioni di dollari miv (2,6 milioni di euro). Ampliando la ricerca all’intero anno, l’atleta ha generato oltre 10,3 milioni di dollari miv (9,4 milioni di euro), con il top post che ha toccato i 377 mila (346 mila euro)”.

IL PRIZE MONEY DI SINNER È DI 12,336 MILIONI DI EURO

La crescita dei guadagni di Sinner ha seguito lo sviluppo della sua carriera. Prima del 2019 il tennista altoatesino poteva contare su un prize money, cioè la ricompensa corrisposta dall’organizzazione ai giocatori dei tornei mondiali, da circa 20.000 dollari. Successivamente grazie ai risultati ottenuti il prize money è cresciuto. Nel 2020, dopo il cammino nell’ambito del Roland Garros e il successo nell’ATP di Sofia, Sinner si è assicurato un prize money complessivo di 733.860 dollari. Oggi il prize money vale 12,336 milioni di dollari, di questi quasi 5,7 milioni li ha guadagnati nel solo 2023.

Back To Top