skip to Main Content

Gregori Webuild

Gregori, chi è il prof che spodesterà Iacovone da Webuild

Ecco le principali novità nelle tre liste depositate per il rinnovo del cda di Webuild, colosso delle opere e delle costruzioni ex Salini Impregilo, in vista dell’assemblea del 24 aprile. E il cv del prossimo presidente Gian Luca Gregori

Nuovo presidente in arrivo per Webuild.

In vista dell’assemblea degli azionisti del 24 aprile, sono state depositate tre proposte per il rinnovo della governance del colosso delle opere e delle costruzioni ex Salini Impregilo. A sorpresa la lista presentata dai soci Salini spa e Cdp Equity include Gian Luca Gregori, designato come possibile presidente al posto di Donato Iacovone. Nella lista figurano anche Alessandro Salini e Pietro Salini, confermato come amministratore delegato del gruppo.

Anche gli investitori istituzionali, tra cui i candidati Francesco Chiappetta e Lucrezia Reichlin, hanno presentato una lista, così come Inarcassa, azionista con il 2,2%, che propone Paolo Simioni e Saskia Kunst.

Ecco fatti, nomi, numeri delle liste depositate per il rinnovo del cda di Webuild.

LA LISTA PRESENTATA DAGLI AZIONISTI SALINI E CDP EQUITY CON GREGORI ALLA PRESIDENZA E PIETRO SALINI AD

Lo scorso 28 marzo i soci Salini e Cdp Equity, titolari complessivamente di n. 571.089.521 azioni pari al 56,13% del capitale sociale ordinario di Webuild, hanno depositato una lista composta dai seguenti candidati: Gian Luca Gregori, Davide Croff, Moroello Diaz della Vittoria Pallavicini, Flavia Mazzarella, Teresa Naddeo, Alessandro Salini, Pietro Salini (ad), Serena Torielli, Laura Zanetti, Francesco Renato Mele, Francesca Fonzi, Paola Fandella, Itzik Michael Meghnagi, Michele Valensise e Luca Massatani.

CHI È GIAN LUCA GREGORI, INDICATO COME PRESIDENTE AL POSTO DI IACOVONE

Quindi i due soci del big italiano delle costruzioni e dell’ingegneria hanno indicato Gian Luca Gregori per sostituire Donato Iacovone alla presidenza di Webuild dal 2019.

Al momento l’economista marchigiano è rettore dell’Università Politecnica delle Marche, eletto nel 2019. Pro rettore dell’ateneo, docente di Marketing e Business Marketing, era l’unico candidato nella corsa alla guida dell’università per i successivi sei anni.

GREGORI CONSIDERATO VICINO AL GOVERNO MELONI

Prima ancora di entrare nella partita della governance di WeBuild, il rettore marchigiano era in pole anche per un altro incarico.

Lo scorso ottobre la presidente del Consiglio Giorgia Meloni aveva puntato infatti l’attenzione proprio su Gian Luca Gregori “per chiudere la partita, spinosa, dell’Inps, commissariato da metà giugno”, riportava Il Corriere Adriatico.

“La nuova manovra politica — riferiva il quotidiano — che avrebbe dovuto superare quella condizione legata a un tempo determinato non centra l’obiettivo. Il rettore dell’Università Politecnica lusingato, declina: è atteso da una convalescenza dopo un intervento chirurgico. «Sono onorato del fatto che avrebbero pensato a me, ma per problemi di salute per tre, quattro mesi sarò fuori gioco». L’amara sintesi, la sua: «Quindi sarebbe impensabile svolgere un incarico così delicato, come dirigere il primo istituto di welfare europeo. Un ruolo, questo, che imporrebbe uno stato fisico di cui in questo momento non godo».”

Tuttavia, “Il cattedratico di marketing, alla guida dell’ateneo dorico, avrebbe comunque dovuto fare i conti con una sua netta volontà: voler portare a termine il mandato. Un traguardo che, a scadenza naturale, è fissato a novembre 2024”, concludeva il Corriere Adriatico.

LA LISTA DEGLI INVESTITORI ISTITUZIONALI

Nel frattempo, il 27 marzo gli investitori istituzionali (titolati di circa 1,2% delle azioni della società) hanno depositato una lista di minoranza di soli candidati indipendenti per il rinnovo del cda di Webuild.

La lista presentata per il consiglio di amministrazione è composta da: Francesco Umile Chiappetta, Lucrezia Reichlin, Paolo Boccardelli, Michela Costa, Marcella Elvira Antonietta Logli. La lista è stata composta con il supporto di Korn Ferry, advisor esterno e indipendente, come comunicato dal coordinatore del Comitato dei gestori, Emilio Franco, per conto di: Arca Fondi SGR, Eurizon Capital SA, Eurizon Capital SGR, Fideuram Asset Management (Ireland), Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking Asset Management SGR, Interfund Sicav, Mediolanum Gestione Fondi SGR e Mediolanum International Funds Limited.

LA TERZA LISTA PRESENTATA DA INARCASSA

Dopodiché, il 26 marzo Inarcassa – Cassa nazionale di previdenza ed assistenza, titolare complessivamente di n. 23.026.026 azioni ordinarie pari al pari al 2,263% del capitale sociale ordinario di Webuild, ha depositata la lista n.3 composta dai seguenti candidati: Paolo Simioni e Saskia Elisabeth Christina Kunst.

LA COMPOSIZIONE AZIONARIA DI WEBUILD

Ad oggi la struttura azionaria di Webuild include Salini (39,7%) e Cdp Equity (16,5%) vincolate da un patto parasociale recentemente rinnovato fino a febbraio 2027. Tra gli azionisti rilevanti anche Intesa Sanpaolo (47 milioni di azioni, pari al 4,6% di Webuild). La quota di Intesa Sanpaolo in Webuild – ricorda Mf/Milano Finanza – derivano da precedenti crediti nei confronti di Astaldi che successivamente è stata integrata da Webuild.

IL NUOVO ACCORDO PARASOCIALE TRA CDP E SALINI

Il 29 febbraio Webuild ha comunicato infatti “che i suoi maggiori azionisti, Salini e Cdp Equity, società controllata e sottoposta all’attività di direzione e coordinamento di Cassa Depositi e Prestiti, hanno rinnovato anticipatamente l’accordo parasociale tra loro in essere (originariamente stipulato in data 2 agosto 2019 nel contesto dell’iniziativa industriale nota come “Progetto Italia” e successivamente rinnovato alla prima scadenza – l’”Accordo di Investimento Originario”), sostituendolo con un nuovo accordo, con durata sino al 28 febbraio 2027, che contiene reciproci impegni in materia di governance e stabilità dell’assetto azionario della società. Impregno dei principali soci con lock up validi per tutta la durata del medesimo”.

L’USCITA DI UNICREDIT DALLA COMPAGINE AZIONARIA

È uscita invece dall’azionariato del gruppo ex Salini Impregilo Unicredit. “A fine marzo la banca guidata da Andrea Orcel ha venduto la sua quota in Webuild, pari al 4,99% del capitale attraverso un accelerated book building.  La banca – secondo fonti di mercato, si leggeva su Radiocor – avrebbe venduto 50,9 milioni di azioni del gruppo in cui era entrata nel 2019, cedute a 2,2 euro per azione, a sconto dell’8,9% rispetto alla chiusura di ieri a 2,416 euro. Il totale ammonta a 112 milioni di euro” ricostruiva Startmag. Con la vendita delle azioni a 2,2 euro Unicredit ha incamerato una plusvalenza di 35,63 milioni di euro.

IN VISTA DELL’ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI

Ecco quindi tra conferme (Pietro Salini alla guida) e novità – prima fra tutte la designazione di Gian Luca Gregori come candidato presidente in luogo di Donato Iacovone – le liste che si sfideranno il prossimo 24 aprile all’assemblea degli azionisti di WeBuild.

****

IL CV INTEGRALE DELL’ECONOMISTA GIAN LUCA GREGORI, TRATTO DAL SITO CRUI

Classe 1961, Gian Luca Gregori è laureato presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona nel 1985 con punti 110/110 e dichiarazione di lode. el 1984 ha vinto una borsa di studio offerta dalla Banca Popolare Pesarese ed ha effettuato in tale Istituto di Credito un corso formativo relativamente a problematiche di finanziamenti e di investimenti. Nel 1984 ha vinto una borsa di studio frequentando il Corso per Operatori Internazionali organizzato dall’Università degli Studi di Macerata in collaborazione con la Scuola di Amministrazione Aziendale dell’Università degli Studi di Torino. Nel 1985 ha partecipato alla Scuola Estiva organizzata dall’Accademia di Economia Aziendale, corso residenziale tenutosi a Perugia. Nel 1986 ha partecipato ad un concorso nazionale per due posti di Ricercatore Universitario bandito dall’Università degli Studi di Ancona nell’ambito dell’Istituto di Scienze Aziendali per il raggruppamento 21; dopo aver vinto tale concorso ha preso effettivo servizio in data 6 luglio 1987. Dall’A.A. 1987/88 ha svolto esercitazioni ed attività seminariali, partecipando alle commissioni di esame di profitto, nei corsi di Finanza Aziendale, Tecnica Industriale e Commerciale, Tecnica del Commercio Internazionale della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona.

Nel 1988 ha frequentato il “Corso in Didattica per Giovani Docenti” organizzato dall’Accademia Italiana di Economia Aziendale a San Miniato (Pisa). Nel 1993 ha trascorso un periodo di studio presso l’Università di Edimburgo, sotto la guida del Prof. J. Dawson; è stato Professore Supplente di Tecnica Industriale e Commerciale presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona; Responsabile dell’Area Manageriale del Diploma di Economia e Amministrazione delle Imprese, occupandosi della gestione delle differenti problematiche organizzative ed amministrative.

Nel 1998 ha vinto il concorso universitario nazionale per Professore Associato in Economia e Gestione delle Imprese; da novembre 1999 a dicembre 2002 è stato Professore Associato presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona; è stato Presidente del Diploma Universitario di Economia ed Amministrazione delle Imprese, continuando a mantenere l’incarico di responsabile dell’Area Manageriale dello stesso Diploma. Nel 2000 è stato nominato nella Giunta di Facoltà, come responsabile dell’attività di Comunicazione; nel 2002 ha partecipato al Concorso per Professore di prima fascia raggruppamento SECS P/08; dopo aver vinto tale concorso è stato chiamato dalla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona (dal 1° gennaio 2003 Università Politecnica delle Marche). Attualmente è docente di Marketing e Business Marketing; ha partecipato a numerose ricerche nazionali ed internazionali su aspetti economico-gestionali con riferimento a imprese e organizzazioni di differenti settori; relatore in numerosi Convegni, sia in Italia che all’estero, relativamente alle problematiche gestionali d’impresa; collabora con l’Università LUISS Guido Carli; è stato Responsabile della Commissione Stage della Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Ancona, per lo sviluppo dell’interazione con le imprese; ha fatto parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno (Carisap).

Nel luglio 2000 come Presidente ha portato all’acquisizione della Certificazione ISO 9001 il Diploma Universitario di Economia ed Amministrazione delle Imprese, il secondo in Italia; è entrato a far parte dell’A.I.D.E.A. (Accademia Italiana di Economia Aziendale) e della E.A.E.R.C.D. Associazione Internazionale di Studi sulla Distribuzione (composta da Ricercatori e Professori Universitari – con sede a Stirling – UK). Nel 2003 è entrato a far parte della Società Italiana di Marketing; su delega rettorale è stato Responsabile per l’Ateneo del progetto nazionale Campus One, rappresentando l’Università Politecnica delle Marche alla CRUI; è attualmente Responsabile del Progetto Campus World; è stato coordinatore del Corso di Laurea triennale in “Economia, mercati e gestione d’impresa”.

Da ottobre 2005 a ottobre 2007 è stato Vice-Direttore del Dipartimento di Management (già Dipartimento di Management e Organizzazione Industriale); da novembre 2007 a ottobre 2009 è stato Direttore del Dipartimento di Management (già Dipartimento di Management e Organizzazione Industriale), nel 2007 ha svolto un ciclo di seminari sulle tematiche del marketing presso la Tongji University di Shanghai (Cina); nel 2007 e nel 2008 è stato coordinatore generale del progetto europeo Interreg “Padmalab” sul destination management dell’area dell’Adriatico, che ha coinvolto vari enti ed istituzioni nazionali ed internazionali.

Dal 2004 è membro del comitato editoriale della Rivista “Mercati e Competitività” della Società Italiana di Marketing. Dal 2011 è coordinatore della collana di monografie referate “Gestione d’Impresa” edita da Franco Angeli; è reviewer delle riviste “Mercati e competitività”, “Piccola Impresa/Small Business”, “Sinergie”; da dicembre 2006 a ottobre 2009 è stato Vice-Preside della Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche; dal 2 novembre 2009 al 10 aprile 2014 è stato Preside della Facoltà di Economia “Giorgio Fuà” dell’Università Politecnica delle Marche; è stato Direttore della Scuola di Dottorato di Economia.

Da ottobre 2011 al 2015 è stato Vice-Presidente dell’ISTAO; ha fatto parte del Consiglio di Reggenza della Banca d’Italia di Ancona; è stato Presidente del Consiglio di Indirizzo e Sorveglianza del Consorzio Universitario di Economia Industriale e Manageriale;dal 2 novembre 2013 è stato Pro-Rettore dell’Università Politecnica delle Marche; fa parte del Consiglio di Presidenza della Società Italiana Marketing.

Dal 1 novembre 2019 è Rettore dell’Università Politecnica delle Marche.

Back To Top