Advertisement skip to Main Content

Peloton

Amazon e Nike vogliono pedalare con Peloton

Perché Amazon e Nike puntano a Peloton

 

Le biciclette di Peloton finiscono nel raggio di azione di Amazon e Nike.

Le azioni della società di fitness con sede a New New York sono aumentate del 26% in base a indiscrezioni secondo cui Amazon e Nike stanno valutando offerte separate.

Come riporta Bloomberg, Peloton sta lavorando con un consulente dopo il crollo delle sue azioni negli ultimi tempi che l’ha resa un obiettivo di acquisizione.

Le azioni di Peloton sono aumentate del 30% negli scambi after-hour dopo che il Wall Street Journal ha riportato l’interesse di Amazon venerdì. L’interesse di Nike è stato rivelato per la prima volta dal Financial Times. Né il colosso dell’e-commerce né il colosso dello sport hanno tenuto colloqui diretti con Peloton, ha aggiunto sempre il FT.

Il business delle cyclette ha visto il suo valore di mercato precipitare da quasi 50 miliardi di dollari l’anno scorso a meno di 8 miliardi con la riapertura delle palestre. Peloton riporterà i risultati finanziari del secondo trimestre fiscale dopo la chiusura del mercato questo pomeriggio.

Tutti i dettagli.

LA DISCESA DI PELOTON

Dopo essere salite alle stelle nel 2020, le azioni di Peloton hanno cominciato a crollare nel 2021. Le azioni di Peloton sono scese di oltre l’80% dai massimi di un anno fa mentre il graduale allentamento delle restrizioni pandemiche ha alimentato la preoccupazione che la crescita potesse rallentare.

La società ha rivelato nel suo rapporto sugli utili più recente che le vendite delle sue cyclette e tapis roulant sono diminuite del 17%. Queste due macchine sono il fulcro dell’azienda e costituiscono il 60% del suo business.

Secondo un rapporto della Cnbc del 20 gennaio, Peloton interromperà temporaneamente la produzione a causa di una “riduzione significativa” della domanda.

Le azioni della società sono crollate di quasi il 24% giovedì dopo la notizia, il giorno peggiore in più di due mesi. Bruciati via quasi 2,5 miliardi d dollari di valore di mercato. Il ceo di Peloton John Foley ha riconosciuto che la società sta “considerando tutte le opzioni”, inclusi licenziamenti e limiti di produzione.

IL VALORE DI MERCATO

Attualmente Peloton è valutata a poco più di oltre 8 miliardi di dollari.

LE ACCUSE AL CO-FONDATORE E CEO

Secondo Cnbc, l’investitore attivista Blackwells Capital LLC, che possiede meno del 5% di Peloton, il mese scorso in una lettera ha chiesto alla società di licenziare il co-fondatore e Chief John Foley e di perseguire una vendita.

Inoltre Blackwells Capital ha accusato Foley di cattiva gestione, compresa l’assunzione di sua moglie in un ruolo esecutivo, una decisione che secondo l’hedge fund è costata 40 miliardi di dollari di patrimonio degli azionisti.

IL COMMENTO DEGLI ANALISTI

L’analista di Baird Jonathan Komp ha dichiarato lunedì in una nota di ricerca ripresa da Cnbc che Foley probabilmente non sarà disposto a vendere, a meno che non ci sia abbastanza pressione interna derivante dalla recente vendita di azioni di Peloton. Il team di gestione di Foley ha avuto “fiducia incrollabile” nella sua capacità di raggiungere i suoi obiettivi a lungo termine come azienda a sé stante, ha affermato.

LA STRATEGIA DI AMAZON

Un accordo Peloton potrebbe rafforzare le ampie ambizioni di Amazon nel campo dell’assistenza sanitaria e del benessere, ha evidenziato il Ft. Nel 2020 Amazon ha lanciato una fascia per il fitness, Halo, che monitora l’attività e i modelli di sonno. Ha aggiunto un secondo dispositivo, Halo View, alla gamma alla fine dell’anno scorso.

Offre un abbonamento di salute e benessere di $ 3,99 al mese che include programmi di allenamento, ricette e monitoraggio aggiuntivo. Dunque un abbonamento Peloton potrebbe essere un vantaggio interessante che Amazon potrebbe distribuire ai membri Prime, soprattutto perché si prepara ad aumentare il prezzo del servizio di quasi il 17% a $ 139 all’anno.

Tuttavia, molti degli attuali abbonati di fitness di Peloton probabilmente si sovrappongono ai clienti Amazon Prime esistenti, ha affermato l’analista di BMO Capital Markets Simeon Siegel, il che significa che potrebbe non rappresentare un valore aggiuntivo per il gigante dell’e-commerce.

E QUELLA DI NIKE

Secondo le fonti del Ft, Nike aveva preso in considerazione un’offerta per Peloton prima che la società diventasse pubblica nel 2019, ma ha deciso di non procedere con un’offerta. Se Nike dovesse acquistare Peloton, annullerebbe la decisione di concentrarsi sul software tecnologico piuttosto che sull’hardware ha sottolineato il quotidiano britannico.

“Un accordo con Peloton potrebbe sminuire Nike dal suo core business di scarpe da ginnastica e abbigliamento”, ha commentato a Cnbc l’analista di Wedbush Tom Nikic.

ALTRI ACQUIRENTI ALL’ORIZZONTE

Infine, è probabile che emergano anche altri acquirenti, come Apple, Walt Disney e fondi di private equity.

Back To Top