.Economia, .Economia / Start up, Economia

La Cina coinvolta in operazioni di cyber spionaggio

di

Cina

Da un decennio hackers cinesi starebbero spiando ininterrottamente governi e imprese del Sud-Est asiatico e Indiani, a dirlo sono stati i ricercatori della società di sicurezza americana Internet FireEye. In un rapporto pubblicato nella notte, la società di cyber security ha dichiarato che gli obiettivi prescelti sono di tipo politico e commerciale.

Secondo un rapporto pubblicato durante la notte dalla società di cyber security FireEye le azioni di cyber spionaggio portate avanti da hacker cinesi risalgono almeno al 2005 e si sono concentrate principalmente su obiettivi  governativi e commerciali, al fine di reperire informazioni in chiave politica, economica e militare sulla regione.

Nel report non sono specificati il numero dei membri, ma sembrerebbe che tra gli hackers vi sarebbero da  includere almeno due sviluppatori di software.

 La mano del Governo cinese

Secondo gli autori del rapporto, gli obiettivi colpiti e le modalità indurrebbero a pensare che “questa attività è sponsorizzata dallo Stato – molto probabilmente il governo cinese”.

Non è la prima volta che la Cina è accusata di attività di spionaggio. Singapore parla dal 2004 di sofisticati attacchi dei quali sono stati vittima i dipendenti pubblici in vari ministeri; nel 2011 i ricercatori di McAfee hanno riferito di una campagna denominata Shady Rat che aveva come obiettivi governi asiatici e istituzioni.

Tuttavia la campagna descritta da FireEye sembra differenziarsi da altre operazioni sia per scala che per longevità. Sono stati colpite aziende indiane e del sud-est asiatico operanti in settori quali l’edilizia, l’energia, i trasporti, le telecomunicazioni e l’aviazione. Tra gli obiettivi degli hackers anche aziende cinesi e giornalisti.

Le autorità hanno sempre negato le accuse che le volevano colpevoli di utilizzare Internet per spiare i governi, organizzazioni, aziende ed anche a seguito del rapporto non è arrivata nessuna smentita. Poco è stato fatto dall’autorità regionale di riferimento, l’ASEAN, per la costruzione di difese informatiche comuni e oltretutto l’attacco ha avuto come vittima la stessa ASEAN.

Cina

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati