skip to Main Content

Fondo Italiano d’Investimento, pronti 50 milioni

Il Fondo Italiano d’Investimento ha dato il via al nuovo fondo di venture capital lanciato su iniziativa della Cassa Depositi e Prestiti. Articolato in 4 progetti di fondi venture capital, prevede un finanziamento complessivo di circa 50 milioni di euro. A comunicarlo è FII in un comunicato.

FII avvia dunque concretamente la fase di investimento e al contempo prosegue nella raccolta di nuovi capitali – concentrata soprattutto su investitori istituzionali – al fine di contribuire allo sviluppo del mercato interno del venture capital, così come è ancora aperta la raccolta del fondo di fondi di private debt e si sta aprendo quella del nuovo fondo di private equity.

Con l’obiettivo di sostenere il finanziamento delle start up, le quattro iniziative fanno del Fondo Italiano d’Investimento un operatore di riferimento nel campo delle venture capital. Con il varo dell’iniziativa l’impegno complessivo di Fondo Italiano nel mercato del venture capital supera i 115 milioni di Euro, 65 dei quali erano già stati impegnati dal precedente Fondo ed hanno dato già luogo al supporto di circa 50 startup e imprese in forte sviluppo, per un totale di oltre 1.000 dipendenti per la maggior parte rappresentati da giovani qualificati.

I progetti varati, in prima delibera, dal Consiglio di Amministrazione di FII sono Caravella, Stark Ventures One, Primomiglio e Innogest Capital II.

Caravella: Il progetto rientra nell’accordo di collaborazione firmato tra Fondo Italiano e Fondo Europeo per gli Investimenti (“FEI”) nel novembre 2014, rappresentando il comparto italiano dell’European Angel Fund (“EAF”), e sarà dedicato a co-investimenti al fianco di selezionati Business Angel.

Stark Ventures One: Gestito da una sgr italiana invia di costituzione, i cui fondatori saranno Franco BernabeÌ, Cesare Sironi e Marco Grillo, il fondo di venture capital è destinato ai settori della robotica/internet-of- things, “big data”e financial information technology. Stark Ventures One completa quindi la strategia di Fondo Italiano di supportare come primo investitori di tre “acceleratori di start up”, con specifici focus settoriali: in precedenza, attraverso l’attività del primo fondo gestito da Fondo Italiano, erano infatti stati lanciati Programma 101 (tecnologie digitali e ICT) e Panakes (tecnologie biomedicali e dispositivi medici).

Primomiglio: è dedicato allo sviluppo di investimenti in startup digitali partendo dallo stadio di seed e facendo leva sulla collaudata capacità di sourcing e accelerazione sviluppata negli anni da Gianluca Dettori, Franco Gonella e Antonio Concolino nelle loro attività di gestione di dPixel. Banca Sella Holding, da tempo concretamente impegnata nel supporto del mercato del venture capital italiano, affiancherà il team di Primomiglio sia come investitore che come socio operativo della società di gestione.

Innogest Capital II: è gestito da Innogest SGR, fondata nel 2005 e da allora dedicata alla gestione di iniziative di venture capital. Il fondo di venture è il secondo fondo gestito da Innogest SGR che, tramite i propri fondi, ha investito ad oggi in oltre 25 società italiane con ambizioni globali, in particolare nei settori dell’ICT/digitale e dei dispositivi medicali.

Innocenzo Cipolletta Presidente di Fondo Italiano d’Investimento
Innocenzo Cipolletta Presidente di Fondo Italiano d’Investimento

 

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore