Google Glass. Le previsioni di Robert Scoble

Google Glass è una delle novità in campo tecnologico più interessanti dell’ultimo periodo e anche se sembrano essere usciti direttamente da un fumetto futuristico, sono una realtà che si appresta ad arrivare sul mercato e ad essere resi disponibili all’acquisto.

Asimov ed il futuro. Le previsioni sul 2014 alla prova dei fatti

Cinquanta anni fa, in occasione della Fiera Mondiale, il New York Times chiese a Isaac Asimov – un biochimico e scrittore statunitense di origine russa le cui opere sono considerate una pietra miliare sia nel campo della fantascienza sia nel campo della divulgazione scientifica – di immaginare come sarebbe stato il mondo mezzo secolo più tardi, alla Fiera Mondiale del 2014. L’autore di fantascienza qualcosa riuscì ad anticipare, ma altre cose no.

L’energia? Eolica e condivisa

A Friburgo, in Germania, è ancora in fase di studio un progetto che potrebbe fornire energia a basso consumo per piccole città, attraverso un modello di rete energetica condivisa.

IL CASO DEL CENTRO DI RICERCA JÜLICH

A Bochum, è in corso un acceso dibattito, per la decisione di cedere agli Stati Uniti il trattamento di scorie nucleari, originariamente, compito che avrebbe dovuto svolgere il centro di ricerca Jülich, vero fiore all’occhiello per lo stoccaggio di materiali radioattivi.

La rivoluzione agricola del Regno Unito

Il Dipartimento dell’Ambiente del Regno Unito sta esortando l’UE all’allentamento delle restrizioni per le colture GM, poiché in seguito ad indagini condotte da esperti, in merito al loro consumo, esse sono state giudicate non dannose.

Ci ha lasciato Marco Zamperini

E’morto Marco Zamperini, uno dei pionieri di Internet in Italia. Si èspento a 50 anni nella sua abitazione domenica sera in seguito ad uninfarto. Attualmente era chief innovation officer presso il gruppoNTT Data ma Zamperini era soprattutto il FunkyProf del web italiano,una delle di figure più influenti e amate del web italiano.

Il soldato del futuro? Hi – tech

 

Più che una divisa, una corazza. Come fino ad ore se ne erano viste sono nei fumetti e nelle loro versioni cinematografiche. Ad altissim contenuto tecnologico: dai sensori ai materiali intelligenti, dalle comunicazioni alla logistica.

Telecom. La rete deve rimanere Italiana?

Far sì che la rete telefonica di Telecom, la strada su cui viaggiano, tra l’altro, tutti i dati sensibili dell’Italia, resti in Italia. E’ per realizzare questo obiettivo che oggi alle 18.00 si riunirà il Consiglio dei Ministri.

Maker Faire. Va in scena internet delle cose

Ci siamo, è il giorno della Maker Faire Rome. Le porte del Palazzo dei Congressi in via della Pittura all’Eur si apriranno oggi per 4 giorni ai maker, quelli che con le loro mani cambieranno il modo di produrre le cose, ma anche agli studenti, alle famiglie, agli innovatori di tutto il mondo.

Italia ed Israele insieme per l’innovazione energetica

Lo sviluppo della cooperazione tra Italia e Israele nel settore energetico e in particolare del gas, ma anche il proseguimento della collaborazione nel campo dell’innovazione tecnologica e della ricerca, sono stati i temi al centro di un bilaterale tra il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato e il ministro dell’Energia e dell’Acqua Silvan Shalom. 

Google aiuta i giornali a sbarcare online

L’accordo tra la Francia e Google per risolvere il problema dell’ indicizzazione dei contenuti degliarticoli online da parte del motore di ricerca (gli editori volevano che BigG pagasse i contenuti) era stato firmato lo scorso febbraio. E oggi arriva la notizia del primo passo di avvicinamento: la creazione di un fondo ( Le Fonds Google–AIPG pour l’Innovation Numérique de la presse, Finp) di 60 milioni di euro stanziato per aiutare la transizione della stampa francese nel mondo digitale.  

Pagamenti online, Poste al via

Cambiamento di marcia per i pagamenti mobili in Italia. Protagonista dell’accordo che verrà ufficializzato nelle prossime ore è Poste Italiane. Il gruppo ha siglato un’intesa, in esclusiva per un anno, con la startup Payleven per la distribuzione dei dispositivi che permettono agli smartphone di fare le veci dei tradizionali Pos. Si sta parlando quindi di uno strumento a beneficio degli esercenti e non delle tecnologie, come il sensore Nfc, che consentono agli utenti di utilizzare i telefoni cellulari per completare i pagamenti.

iPhone. Il futuro tra low cost e alte prestazioni

Alla fine, low cost fu. Con buona pace per Steve Jobs, che di modelli economici non voleva neanche sentirne parlare.

Ma la concorrenza è spietata e gli iPhone producono circa la metà dei ricavi di Apple. Così ieri sera, come largamente anticipato, il colosso di Cupertino ha svelato al mondo il nuovo iPhone 5 C, dove “C” non sta né per “cheap”, “economico”, né per “China”, il primo mercato cui dovrebbe essere indirizzato, ma per “colore”. Perché la principale novità del nuovo melafonino è la possibilità di avere la scocca, fabbricata nel più economico policarbonato, in più colori (blu, rosa, verde, giallo e bianco), ovviamente intercambiabili al prezzo di 29 dollari a cover.