Advertisement skip to Main Content

A Bologna Horizon 2020 è un’opportunità anche per le PMI

Come aiutare le piccole e medie imprese a metersi in rete con grandi enti di ricerca o grandi aziende in vista delle opportunità offerte da Horizon 2020? A Bologna ci provano, ecco come

 

Piccole e medie imprese scendono in campo accanto agli enti di ricerca e creano una rete per conquistarsi una fetta dei fondi del programma europeo Horizon 2020, il più grande programma di ricerca mai promosso dalla Commissione Europea, con un finanziamento complessivo di 80 miliardi di euro.

Il primo passo in questa direzione è stato l’evento ‘Let’s Match 2014’, organizzato a Bologna da Enterprise Europe Network (Een), la rete della Commissione europea di supporto alle Pmi per favorire internazionalizzazione, innovazione e ricerca. Aiutare aziende ed enti di ricerca a mettersi in rete per partecipare ai progetti europei, rileva ancora l‘Een, è fondamentale per ”realizzare il passaggio dalla ricerca all’innovazione di processo e di prodotto”.

Nanotecnologie, biotecnologie, nuovi materiali, tecniche di produzioni e processi avanzati sono i settori per i quali sono previsti finanziamenti pari a 560 milioni di euro e nei quali le imprese puntano cercare partner internazionali con cui partecipare ai bandi.

Favorire questi incontri è l’obiettivo di ‘Let’s Match, con oltre 700 appuntamenti bilaterali che vedono protagonisti 236 esponenti di imprese, centri di ricerca e universita’ di 23 Paesi. In tutti questi settori, osserva Een, l’Italia ha buone potenzialita’: sono attive in questi ambiti cinque delle 20 aziende italiane che si sono aggiudicate i fondi dello “Strumento per le Pmi” previsto da Horizon 2020 in questa prima tornata.

Le cinque proposte italiane rappresentano anche il 20% delle 17 finanziate complessivamente in questi campi.

Back To Top