.Economia, Economia

Perchè il valore del Bitcoin continua a crescere

di

bitcoin

Il Bitcoin supera valore di 1.000, complice il grande utilizzo da parte degli utenti cinesi

Inizio dell’anno davvero positivo per il Bitcoin: la criptovaluta, infatti, ha visto crescere il suo valore oltre il tetto dei mille dollari, per la prima volta dal 2013. Il trend positivo era già iniziato lo scorso anno: nel corso del 2016, infatti, il Bitcoin ha accresciuto le sue quotazioni del 125%, fino a superare la quota di 900 dollari lo scorso 23 dicembre.

Se la notizia è certamente positiva per il mondo Fintech, è vero anche che le fluttuazioni del valore della moneta virtuale sono molto sensibili a fattori esterni. Fino al 2013, la moneta digitale ha visto crescere il suo valore, toccando quota 1.163. A febbraio 2014, poi, quando Mt. Gox, società con sede a Tokyo che gestiva oltre il 20% di tutte le transazioni scomparve dal web per bancarotta, il Bitcoin è crollato. In questi anni  la criptovaluta ha mantenuto stabili le sue valutazioni, con maggiorazioni e cali che non superavano il 10%.

A cosa è dovuto il valore record del Bitcoin?

bitcoinSe è vero che il valore di  1.163 dollari di fine 2013 non è ancora stato eguagliato, è anche vero che che il Bitcoin ha iniziato l’anno con il botto e che nei prossimi giorni potrebbe crescere ancora.

Tra i motivi della risalita del valore, come sostengono gli analisti, ci sarebbe il grande utilizzo da parte degli utenti cinesi. In Cina, infatti, la moneta digitale è utilizzata in oltre il 20% delle operazioni di cambio.

Non solo. Sempre alla Cina riportano le nuove regole in fatto di trasferimenti in valuta, secondo cui da uglio 2017 tutte le operazioni ‘cash’ sopra i 7.200 dollari dovranno essere tracciate. La cosa potrebbe far proprendere commercianti e imprenditori a favorire traferimeni di denaro in Bitcoin.

C’è da dire, comunque, che in generale, il Bitcoin, che commercia nel cyberspazio, sta guadagnando popolarità tra alcuni investitori come bene rifugio alternativo, perché è ritenuto essere meno influenzato da regolamenti governativi e dalle modifiche di politica monetaria.

Articoli correlati