.Economia, Economia

Perchè un’alleanza Vivendi-Mediaset-Telecom crea problemi di concorrenza

di

Vivendi-Mediaset

Telefonia, Internet e Tv, pacchetti all-inclusive: ecco perché un’alleanza tra Vivendi-Mediaset e Telecom potrebbe creare problemi alla concorrenza

Un unico pacchetto che offre offerte per telefonia fissa e mobile, offerte per connessione internet e per tv. Un’ unica bolletta (spesso), un solo prezzo per offerte mirate e personalizzate e tanti servizi. Se la soluzione può esser vantaggiosa da un punto di vista economico, dall’altro pone non pochi problemi per la libera concorrenza. E non poche grane per i consumatori.

Come scrive il Garante della concorrenza nell’Indagine conoscitiva sul settore audiovisivo nel nostro Paese, infatti, i pacchetti all-inclusive nascondono diverse insidie e trappole. Basti pensare che chi è abbonato ad un servizio difficilmente può cambiare operatore, se non pagando una penale (talvolta tanto costosa che porta i consumatori a desistere sul cambio). In questo contesto rientra una possibile (anche se al momento lontana) alleanza tra Vivendi-Mediaset-Telecom.

Il Garante della Concorrenza non fa mai un esplicito riferimento alla situazione di questi giorni tra la società francese e l’azienda del Biscione, ma le preoccupazioni in materia non mancano.

Perchè un’alleanza Vivendi-Mediaset-Telecom mette a rischio la concorrenza?

TelecomVivendi spera ancora in un accordo con Mediaset. È per questo che nei giorni scorsi ha rastrellato le azioni della società italiana arrivando a detenere quasi il 30% dell’azienda del Biscione, ad un passo dalla soglia Opa. Ma Vivendi, ricordiamo, è anche primo azionista di Telecom.

Una possibile alleanza strutturale tra Mediaset e Telecom Italia, sotto la regia dei francesi di Vivendi, può rappresentare un pericolo per la concorrenza. Con conseguenze serie per le Tlc, le emittenti televisive e i consumatori.

Telecom, o un “operatore in posizione dominante”, come scrive il Garante della concorrenza, potrebbe puntare sui numerosi clienti per “per restringere la concorrenza anche nei nuovi mercati dell’audiovisivo via Internet”. Non solo: Telecom potrebbe “escludere dal mercato anche gli altri operatori di tlc”, grazie a prezzi molto bassi e grazie a contenuti televisivi in eslcusiva, come le partite di Champions League.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati