.Economia, Economia

Crollano vendite Apple, calano gli utili. Quale futuro?

di

Vendite Apple in calo e, per la prima volta in 13 anni, calano anche gli utili. Il titolo perde in borsa l’8% del suo valore, pari a 40 miliardi di dollari

Apple rallenta, calano le vendite degli iPhone. Male anche gli iPad, che continuano il loro momento negativo. Ce lo si aspettava oramai da fine 2015: tutto quello previsto dagli analisti si è verificato. A dire il vero, i profitti vanno giù, peggio di quanto Wall Street avesse preventivato. Il titolo in borsa ha perso l’8% del suo valore, pari a 40 miliardi di dollari, nelle ore successive all’annuncio.

I dati economici del secondo trimestre fiscale di Apple, 2016

Nel trimestre chiuso a marzo, le vendite Apple di iPhon sono state 51 milioni, un numero decisamente inferiore ai 61 milioni venduti nello stesso periodo dell’anno precedente. I profitti sono stati di 50,6 miliardi di dollari, 13% in meno rispetto al 2015 e inferiori alle aspettative del mercato di 52 miliardi di dollari, mentre l’utile netto è sceso da 13,6 a 10,5 miliardi. Per il prossimo trimestre fiscale, Apple prevede un fatturato tra 41 e 43 miliardi di dollari, meno dei 47,35 miliardi che si aspettavano gli analisti ( con molta pobabilità, le vendite degli iPhone subiranno un calo annuale anche nei prossimi mesi).

Calano anche le vendite degli iPad, registrando il 19% in meno rispetto al 2015 per un totale di 10,2 milioni. Si tratta del nono trimestre consecutivo di dati negativi per la divisione iPad. Anche i computer Mac sono calati: meno 11% rispetto al 2015, per un totale di 4,03 milioni di unità spedite (inferiori ai 4,6 milioni che si aspettavano gli esperti);

Non sono stati, invece, resi noti i dati delle vendite di Apple Watch, ma Tim Cook ha detto che hanno “rispettato le aspettative” dell’azienda di Cupertino.

Vendite Apple

Vendite Apple in calo, ma Tim Cook non si abbatte

Il fatto che Apple rallenta non spaventa Tim Cook: “Il nostro team ha operato estremamente bene di fronte a turbolenze macroeconomiche. Siamo molto soddisfatti della forte crescita costante dei ricavi derivanti dai servizi, grazie alla incredibile forza dell’ecosistema Apple e alla nostra base, in crescita, di oltre un miliardo di dispositivi attivi.”

C’è da dire, infatti, che nonostante i dati negativi, Apple rimane l’azienda che vale di più al mondo e l’unica che può permettersi, all’interno del mondo mobile, di vendere i propri smartphone a un prezzo medio di 642 dollari.

Quale futuro per Apple?

Le vendite Apple del futuro non sembrano passare esclusivamente per gli iPhone. Nei prossimi anni, vedremo l’azienda di Cupertino lanciarsi, per esempio, nel settore della mobilità, con il progetto Titan, per la costruzione della Apple iCar. Secondo le notizie riportate da Zeitung Frankfurter Allgemeine, la Mela Morsicata ha aperto a Berlino un centro di ricerca, dove un team segreto, composto da 15-20 tecnici di alto livello provenienti dalle maggiori aziende tedesche del settore, starebbe lavorando alla Apple iCar. Il colosso tecnologico, insomma, lavora al suo progetto in casa del nemico: avrebbe assunto, secondo la Faz, alcuni ingegneri meccanici ed esperti di software e di mercato della concorrenza, “top-class dell’industria automobilistica tedesca”. Nonostante il laboratorio sia collocato a Berlino, l’auto dovrebbe essere prodotta in Austria, dove la Magna-Steyr dispone di capacità produttiva in eccesso per centinaia di migliaia di auto l’anno.

Può crescere ancora di Apple? Questa è la grande domanda. Non pensiamo che possa farlo con certezza”, ha detto Abhey Lamba, analista di Mizuho Securities al The Wall Street Journal. Quel che è certo, come sostiene il quotidiano americano, è che al momento Apple è vittima di se stessa e che deve far qualcosa per migliorarsi.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati