skip to Main Content

Arabia Saudita: Pellegrinaggio alla Mecca, in 20 anni più di 2300 vittime

Mecca

Sale a più di 310 il numero dei pellegrini musulmani rimasti uccisi e a 450 il numero dei feriti nella calca nel primo giorno di Eid al-Adha, la Festa del Sacrificio, a Mina città santa a 5 km dalla Mecca.

Ogni anno l’Hajj, il “Grande Pellegrinaggio” alla Mecca che ogni fedele deve compiere almeno una volta nella vita, richiama oltre due milioni di musulmani da tutto il mondo. L’elevato numero di arrivi, la calca e le dinamiche di massa vedono i pellegrini vittime di numerosi incidenti come quello avvenuto di recente nella città santa di Mina a 5 km dalla Mecca, dove hanno perso la vita  più di 300 musulmani durante il giorno di Eid al-Adha, la Festa del Sacrificio dove un animale viene immolato a Dio.

Pellegrinaggio alla Mecca, crescono i numeri 

La diffusione dei moderni mezzi di trasporto e l’adeguamento delle infrastrutture ricettive ha incrementato nell’ultimo ventennio il numero dei fedeli presenti. Il Central Deparment of Statistics & Information del regno ha calcolato che solo nel 2014 hanno preso parte al pellegrinaggio 2.085,238 di persone, di cui 1.389.053 provenienti dall’esterno dei confini dell’Arabia Saudita, diciannove anni fa lo stesso istituto registrava 220mila presenze in meno. I numeri potrebbero aumentare in futuro: attualmente l’Islam conta oltre 1,5 miliardi di fedeli e secondo una stima Pew Reserch di Washington potrebbero crescere del 73% nei prossimi 35 anni.

Hajj: venticinque anni di incidenti

Nel corso degli anni i problemi legati all’accoglienza hanno spinto il reame a imporre ai fedeli di non effettuare l’Hajj più di una volta ogni cinque anni ma permangono i rischi legati alla sicurezza causati da limiti infrastrutturali dell’antica città del Profeta e dal panico generato dalle grandi folle. Tra i vari incidenti si ricorda quello del 2 luglio del 1990, il più grave, dove per l’enorme calca in un tunnel pedonale morirono asfissiati 1.426 fedeli; quello del 23 maggio del 1994 durante il rito della lapidazione del diavolo la calca aveva causato la morte di 270 pellegrini; nel 1997 un’esplosione accidentale causò 343 vittime e ancora nel 1998 nella confusione persero la vita 119 persone, così come il 1 febbraio 2004 ne morirono 244. Da ultimo si ricorda l’incidente verificatosi lo scorso 11 settembre, quando pochi giorni prima del pellegrinaggio il crollo di una gru sulla Grande moschea della Mecca ha tolto la vita a 107 persone ferendone 238.

Mecca

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore