Mobilità

Volkswagen farà concorrenza a Tesla, tutti i dettagli

di

volkswagen

Tutti i dettagli dei progetti Volkswagen sulle auto a batteria. Articolo di Giusy Caretto


Svolta storica per Volkswagen. La casa automobilistica tedesca, scossa negli ultimi mesi dal Dieselgate e scandali annessi, prova a cambiare strada e sceglie l’elettrico. Entro la fine del 2022, infatti, in 16 fabbriche Volkswagen verranno prodotti veicoli elettrici. Ad annunciare i piani dell’azienda è stato, a Berlino, il Ceo Matthias Müller, in occasione della conferenza stampa annuale sul bilancio.

LA SVOLTA ELETTRICA

Il cambiamento è radicale. Ad oggi, infatti, il colosso tedesco produce veicoli elettrici solo in tre stabilimenti. “Negli ultimi mesi, abbiamo fatto tutto il possibile per implementare la ‘Roadmap E’ con la rapidità e la determinazione necessarie” ha raccontato Müller.

Che la casa automobilistica, infatti, stesse cambiando il proprio business, puntando alla spina, era già chiaro da diversi mesi. Con la ‘Roadmap E’ il gruppo automobilistico aveva annunciato piani per produrre fino a tre milioni di veicoli elettrici all’anno entro il 2025 e commercializzare 80 nuovi modelli a batteria.

Otto i modelli elettrici e ibridi plug-in già disponibili e a questi se ne aggiungeranno presto altri nove (tre puramente elettrici).

UN NUOVO VEICOLO ELETTRICO AL MESE

“Dal 2019 vedremo un nuovo mezzo a batteria praticamente ogni mese”, ha continuato Müller. “Ecco come intendiamo offrire la più ampia flotta di veicoli elettrici nel mondo, per tutti i Brand e in tutte le regioni, in pochi anni”.

LE PARTNERSHIP

Volkswagen vuole essere in prima linea in questa nuova mobilità. Ed è per questo che la società tedesca ha già stretto delle partnership con produttori di batterie per Europa e Cina, per un valore di 20 miliardi di euro.

UNA SVOLTA NECESSARIA?

Grazie alla batteria, Volkswagen prova a riqualificare la propria immagine dopo il dieselgate. Nelle scorse settimane un nuovo scandalo ha colpito i colossi dell’auto tedeschi: i test-tortura dei gas di scarico delle vetture diesel condotti dal Gruppo Vw, Daimler e Bmw, secondo i quotidiani Sueddeutsche Zeitung e Stuttgarter Zeitung, che riprendono indiscrezioni basate partite da rivelazioni del New York Times, avrebbero coinvolto anche cavie umane, oltre che scimmie.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati