skip to Main Content

Dieselgate, i test dei gas di scarico sarebbero stati effettuati anche cavie umane

Dieselgate

La case automobilistiche tedesche sarebbero state coinvolte in un nuovo scandalo sulle emissioni: i test-tortura dei gas di scarico delle vetture diesel sarebbero stati effettuati anche su cavie umane

 

Un nuovo importante scandalo colpisce i colossi dell’auto tedeschi:i test-tortura dei gas di scarico delle vetture diesel condotti dal Gruppo Vw, Daimler e Bmw, secondo i quotidiani Sueddeutsche Zeitung e Stuttgarter Zeitung, che riprendono indiscrezioni basate partite da rivelazioni del New York Times, avrebbero coinvolto anche cavie umane, oltre che scimmie.

In base a quanto denunciato dai quotidiani, infatti, sarebbero stati “Usati volontari per prove di respirazione”: quattro ore di esposizione ad aria inquinata da gas di scarico.

Un’inchiesta realizzata del New York Times denunciava che alcuni scienziati del laboratorio della “Lovelace Respiratory Research Institute”, in New Mexico, avrebbero utilizzato dieci scimmie giavanesi per i test di scarico. E non solo, sempre gli stessi scienziati avrebbero discusso con gli ingegneri tedeschi dell’eventualità di fare test con cavie umane volontarie. Le case automobilistiche si sarebbero opposte a tale proposta, cime fece il direttore generale della fondazione tedesca per l’ambiente, Michael Spalleck.

dieselgateLe cose, però, non sarebbero andate proprio così. E quei test, in realtà, sarebbero stati effettuati. Tutto sembra aver avuto inizio nel 2012, quando uno studio dell’organizzazione mondiale della sanità indicava i gas di scarico delle auto furono come cancerogeni. A quei tempi, però, i colossi dell’auto vollero approfondire e iniziarono dei test specifici, tra cui i test con le scimmie del laboratorio di Albuquerque, nel New Mexico. E, secondo la denuncia, anche uomini.

Daimler avrebbe già preso le distante da tutto questo. “Non abbiamo avuto alcuna influenza sugli esperimenti. Prendiamo espressamente le distanze dalle ricerche dell’Eugt – afferma Daimler citando la società di ricerca che ha promosso i test (di cui il colosso faceva parte però con VW e Bmw) -. Siamo sconvolti dal tipo di esami condotti. E condanniamo aspramente questi test”, avrebbe affermato il gruppo. Anche Volkswagen ha detto di “prendere chiaramente le distanze da tutte le forme di maltrattamento sugli animali”.

“Non conduciamo studi su animali e non abbiamo preso parte a questa sperimentazione. Per questo motivo non siamo in grado di dare informazioni sul tema in oggetto o commentarlo”, avrebbe affertamato BMW.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie da EnergiaOltre!

Errore