skip to Main Content

Quanto e perché la Germania sussidierà Tesla

Tesla Germania

Il governo della Germania ha preparato 1,1 miliardi di euro di aiuti a Tesla per la costruzione di una fabbrica di batterie vicino Berlino. Tutti i dettagli

 

Il quotidiano tedesco Der Tagesspiegel ha scritto che l’azienda americana di auto elettriche Tesla riceverà 1,1 miliardi di euro in aiuti di stato dal governo tedesco per la costruzione di una fabbrica di batterie a Grünheide, vicino Berlino.

LA VERSIONE DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA

Stando alle fonti del Tagesspiegel, il finanziamento è pronto per l’approvazione. Il ministero tedesco per gli Affari economici e l’energia ha tuttavia precisato che non è ancora stato deciso l’ammontare esatto del sussidio destinato a Tesla, e che la decisione dovrebbe venire presa nel quarto trimestre dell’anno.

Il ministero stima che la fabbrica di batterie di Grünheide riceverà in totale investimenti per 5 miliardi di euro; la struttura potrebbe creare circa duemila posti di lavoro.

IL PIANO DELL’UNIONE EUROPEA SULLE BATTERIE

Lo scorso gennaio l’Unione europea ha approvato un piano sugli aiuti di stato alle aziende che realizzano batterie per i veicoli elettrici: l’obiettivo è aumentare la capacità produttiva di batterie all’interno dei confini dell’Unione e ridurre la dipendenza industriale dalla Cina, attualmente la leader indiscussa del settore.

Il piano, chiamato European Battery Innovation, prevede aiuti statali per 2,9 miliardi di euro in tutto e riguarda quarantadue aziende attive lungo l’intera filiera delle batterie, dalle materie prime al riciclo. Ci sono Tesla, BMW e Northvolt, ad esempio; tra le italiane figurano Enel X e Midac.

Già nel 2017 l’Unione europea aveva lanciato la European Battery Alliance per stimolare la crescita del settore.

COSA FARÀ TESLA IN GERMANIA

Tesla vuole investire 5 miliardi di euro nella fabbrica di batterie – anche chiamata Gigafactory – a Grünheide, che affiancherà lo stabilimento di auto elettriche situato nella stessa località e quasi ultimato. Vi si produrranno innanzitutto le Model Y (dei SUV elettrici di dimensioni medie al centro dei piani dell’azienda), forse già a partire da ottobre o poco dopo.

La somma investita da Tesla, insolitamente alta, si spiega proprio con il volume del sussidio statale di 1,1 miliardi, che era già stato anticipato da Business Insider a febbraio.

Tesla – scrive Reuters – ha posticipato l’apertura della Gigafactory di Grünheide alla fine del 2021, parlando di problemi con la burocrazia tedesca. Si sono sviluppati anche dei movimenti locali di resistenza alla fabbrica, che ne contestano l’impatto ambientale.

AIUTI ANCHE A OPEL

La settimana scorsa il ministro dell’Economia tedesco, Peter Altmaer, aveva detto che la casa automobilistica Opel riceverà un sussidio governativo di 437 milioni di euro per l’apertura di una fabbrica di batterie a Kaiserslautern, nel sud-ovest della Germania.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore