Mobilità

Tesla non ha ancora ingranato la marcia, ecco i numeri

di

Elon Musk Tesla

Tutti i numeri di Tesla, che chiude un altro trimestre con perdite superiori al previsto (ma minori rispetto al primo trimestre)

Profondo rosso per Tesla. La casa auto elettrica, guidata da Elon Musk, chiude un altro trimestre con perdite superiori al previsto e un fatturato sotto le attese. Andiamo per gradi.

I NUMERI

Partiamo dai numeri. Tesla ha riportato perdite nel secondo trimestre di 408 milioni di dollari, pari a 1,12 dollari per azione. Si tratta di perdite decisamente inferiori rispetto ai meno 702 milioni di dollari registrati nel primo trimestre 2019 e ai 718 milioni, equivalenti a 3,06 dollari per azione, persi un anno fa.

Il giro d’affari di 6,3 miliardi è aumentato nettamente dai 4 miliardi di un anno fa, ma ha deluso comunque le attese (6,41 miliardi).

VENDITE BLOCCATE DELLE MODEL S ED X

Se è vero che i numeri mostrano che la Model 3 non ha ancora abbastanza successo per sollevare definitivamente la società dal rosso, è anche vero che le vendite della Model S e della Model X sono bloccate.

Si tratta di modelli più vecchi che costano decine di migliaia di dollari in più rispetto alla nuova Model 3. E forse proprio per questo che, in occasione della presentazione dei conti, Elon Musk ci ha tenuto a precisare: “I modelli S e X oggi sono radicalmente migliori rispetto a quelli immessi sul mercato quando abbiamo iniziato la produzione”.

L’ADDIO DI JB STRAUBEL

Tra le brutte notizie, Tesla ha anche annunciato che lo chief technology officer e numero due del gruppo JB Straubel sidimette dopo aver ricoperto il ruolo per circa 15 anni .

“Vorrei ringraziare JB per il suo ruolo fondamentale nella creazione e abilitazione di Tesla”, ha dichiarato il CEO Elon Musk in una chiaccherata con gli analisti. “Se non avessimo pranzato insieme nel 2003, Tesla non esisterebbe, in pratica.”

PRODUZIONE E CONSEGNA DA RECORD

Non mancano, comunque, le buone notizie. Tesla ha prodotto e consegnato più auto nel secondo trimestre del 2019 rispetto a qualsiasi altro trimestre nella storia dell’azienda.

Nel secondo trimestre 2019, Tesla ha consegnato ben 95.200 veicoli (77.550 Model 3), per un più 51,1% rispetto al trimestre precedente. I numeri degli ultimi tre mesi hanno superato anche il precedente record di 90.700 vetture consegnate nel quarto trimestre del 2008.

Nello stesso periodo, Tesla ha prodotto 87.048 veicoli (qui i dettagli).

MODEL 3, IL MODELLO PIU’ VENDUTO

E c’è di più. Tesla può anche gioire perché la Model 3 è stata l’auto elettrica più venduta al mondo nel 2018, secondo la società di dati JATO Dynamics .

La casa automobilistica della Silicon Valley ha venduto circa 138.000 Model 3, superando l’auto elettrica ammiraglia della cinese Baidu (92.000) e la Nissan Leaf (85.000)

LE PREVISIONI

Guardando al futuro, Tesla ha previsto vendite annuali comprese tra i 360.000 e i 400.000 veicoli. Ad oggi, però, ha consegnato 158.200 vetture e questo significa che dovrà consegnare più di 200.000 veicoli nel resto del 2019.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati