Mobilità, Mobilità elettrica

Tesla ingrana la marcia. Fatti, numeri e incognite

di

Tesla

Tesla fa registrare, nel secondo trimestre dell’anno, numeri di produzione e consegna vetture da record. Un passo verso la giusta strada, ma restano gli interrogativi sul futuro

Tesla da record. La casa auto ha consegnato 95.200 veicoli nei tre mesi del secondo trimestre ed è pronta a ripetere la performance e a migliorarsi nel terzo trimestre dell’anno.

Una ripartenza decisamente positiva, ma basterà questo a risollevare le sorti della società? Difficile dirlo, fino ad oggi Tesla ha bruciato troppo denaro.

I NUMERI DA RECORD

Il pioniere dell’auto elettrica ha zittito gli analisti, consegnando, come riporta Bloomberg, nel secondo trimestre 2019 ben 95.200 veicoli (77.550 Model 3), per un più 51,1% rispetto al trimestre precedente. I numeri degli ultimi tre mesi hanno superato anche il precedente record di 90.700 vetture consegnate nel quarto trimestre del 2008.

Nello stesso periodo, Tesla ha prodotto 87.048 veicoli.

UN PASSO VERSO LA GIUSTA DIREZIONE?

“Sfide rimangono aperte ma questo è un passo nella giusta direzione. I numeri hanno superato anche le stime più ottimistiche e mostrano un chiaro recupero da parte dell’azienda”, ha commentato Dan Ives, Wedbush Securities.

MIGLIORA LA POSIZIONE FINANZIARIA?

La società ha “compiuto significativi progressi nel semplificare le operazioni globali di logistica e consegna a volumi più elevati, consentendo di ottenere efficienze nei costi e di migliorare la nostra posizione”, scrivono dall’azienda.

LE PREVISIONI

Tesla è positiva: l’azienda ha affermato che ad oggi ci sono ancora 7.400 veicoli in transito, ovvero 7.400 vetture che devono essere consegnate ai clienti e per il terzo trimestre 2019 le previsioni su produzione e consegna fanno ben promettere.

GLI OBIETTIVI 2019

Entro la fine del 2019, Tesla prevede fino a mezzo milione di vetture prodotte e 400.000 consegnate. Obiettivi decisamente ambiziosi.

QUALE FUTURO PER TESLA?

Ma attenzione: non possono bastare questi numeri e questi record per cancellare un passato talmente burrascoso da mettere in dubbio il futuro della società.

La casa auto americana arriva da un periodo di target mancati, di conti perennemente in rosso. Nel 2019 Tesla ha visto il suo valore in Borsa scendere di circa un terzo, ad una market cap di 40 miliardi di dollari.

GLI INTERROGATIVI RESTANO

Record a parte, resta difficile per Tesla diventare una casa automobilistica che possa soddisfare le richieste di massa.
“Ho amici intelligenti che si stanno trattenendo dell’acquistare un’auto Tesla a causa della loro preoccupazione per il futuro della compagnia”, ha detto un azionista durante la sessione di domande e risposte con Elon Musk,  in occasione dell’assemblea annuale degli azionisti.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Start Magazine

Errore

Articoli correlati